Arteriviridae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Arteriviridae
Immagine di Arteriviridae mancante
Classificazione dei virus
Dominio Acytota
Gruppo virus a ssRNA+
Ordine Nidovirales
Famiglia Arteriviridae
genere

Arterivirus

Arteriviridae è una famiglia di virus dell'ordine Nidovirales, con genoma contenuto in un singolo filamento positivo di RNA, di forma rotonda e piccole dimensioni, nucleocapside a simmetria icosaedrica avvolto da una membrana lipoproteica con proiezioni esterne originata dalla membrana della cellula ospite, i cui membri sono in grado di infettare numerosi vertebrati. Vi appartiene un solo genere (Arterivirus) a cui appartengono virus di interesse veterinario con elevata variabilità genomica, in grado di causare infezioni persistenti con viremia prolungata e capacità di replicarsi nei macrofagi[1].

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

I virus della famiglia Arteriviridae furono isolati quasi tutti già a partire dalla fine degli anni cinquanta; sono morfologicamente simili ai Togaviridae, ma con struttura genomica e modalità replicative simili ai Coronaviridae[2]. In passato l'attuale i membri della famiglia Arteriviridae erano specie del genere Arterivirus della famiglia Togaviridae. Dal 1997 la famiglia Arteriviridae appartiene all'ordine Nidovirales, a cui appartengono anche i Coronaviridae[3], possiede un solo genere (Arterivirus) a cui appartengono quattro specie di un unico sierotipo, i cui diversi ceppi isolati mostrano tuttavia differenti gradi di virulenza:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cho JG, Deen J, Dee SA. «Influence of isolate pathogenicity on the aerosol transmission of Porcine reproductive and respiratory syndrome virus». Can J Vet Res. 2007 Jan;71(1):23-7, PMID 17193878 (Free article)
  2. ^ Yu IM, Oldham ML, Zhang J, Chen J. «Crystal structure of the severe acute respiratory syndrome (SARS) coronavirus nucleocapsid protein dimerization domain reveals evolutionary linkage between corona- and arteriviridae». J Biol Chem. 2006 Jun 23;281(25):17134-9. PMID 16627473 (Free article)
  3. ^ Cavanagh D. «Nidovirales: a new order comprising Coronaviridae and Arteriviridae». Arch Virol. 1997;142(3):629-33, PMID 9349308
  4. ^ Del Piero F. «Equine viral arteritis». Vet Pathol. 2000 Jul;37(4):287-96, PMID 10896389, (Free Article)
  5. ^ Rowson KE, Mahy BW. «Lactate dehydrogenase-elevating virus». J Gen Virol. 1985 Nov;66 ( Pt 11):2297-312. PMID 3903045 (Free Article)
  6. ^ Plagemann PG. «Porcine reproductive and respiratory syndrome virus: origin hypothesis». Emerg Infect Dis. 2003 Aug;9(8):903-8, PMID 12967485 (Free Article)
  7. ^ María de Mateo Aznar, Sindrome reproduttiva respiratoria suina, tesi di dottorato di ricerca in Scienze veterinarie Università di Padova, 2008 (pdf)
  8. ^ Godeny EK, Zeng L, Smith SL, Brinton MA. «Molecular characterization of the 3' terminus of the simian hemorrhagic fever virus genome». J Virol. 1995 Apr;69(4):2679-83, PMID 7884922 (Free Article)
  9. ^ Kay BH, Nam VS, Tien TV, et al. «Control of aedes vectors of dengue in three provinces of Vietnam by use of Mesocyclops (Copepoda) and community-based methods validated by entomologic, clinical, and serological surveillance». Am J Trop Med Hyg. 2002 Jan;66(1):40-8, PMID 12135266 (Free Article)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Balasuriya and Snijder, «Arteriviruses». In: Animal Viruses: Molecular Biology, Caister Academic Press, 2008, ISBN 978-1-904455-22-6
  • Cavanagh D. «Nidovirales: a new order comprising Coronaviridae and Arteriviridae». Arch Virol. 1997;142(3):629-33, PMID 9349308

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Microbiologia Portale Microbiologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Microbiologia