Viremia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni qui riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. Questa voce ha solo scopo illustrativo e non sostituisce il parere di un medico: leggi le avvertenze.
Viremia
Codici di classificazione
ICD-9-CM (EN) 790.8

La viremia in campo medico, è una condizione che si verifica quando vi è la presenza di particelle virali nel sangue. Tale condizione è similare alla batteriemia.[1]

Tipologia[modifica | modifica sorgente]

Si suddivide nella forma primaria e in quella secondaria:

La primaria si riferisce alla diffusione iniziale del virus, mentre la secondaria è lo stato avanzato della prima forma, quando la viremia primaria ha già provocato l'infezione dei tessuti supplementari.

Eziologia[modifica | modifica sorgente]

Per quanto riguarda l'origine della viremia esiste la suddivisione fra forma attiva e passiva:

Nella forma attiva la viremia viene causata da una moltiplicazione di determinati virus, mentre nella forma passiva tale procedimento risulta assente.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Ryan KJ, Ray CG (editors), Sherris Medical Microbiology, 4th ed., McGraw Hill, 2004, p. 881. ISBN 0838585299.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Joseph C. Segen, Concise Dictionary of Modern Medicine, New York, McGraw-Hill, 2006. ISBN 978-88-386-3917-3.
  • Douglas M. Anderson, A. Elliot Michelle, Mosby’s medical, nursing, & Allied Health Dictionary sesta edizione, New York, Piccin, 2004. ISBN 88-299-1716-8.