Arcidiocesi di Teresina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arcidiocesi di Teresina
Archidioecesis Teresiana
Chiesa latina
Regione ecclesiastica Nordeste 4
Diocesi suffraganee
Bom Jesus do Gurguéia, Campo Maior, Floriano, Oeiras, Parnaíba, Picos, São Raimundo Nonato
Arcivescovo metropolita Jacinto Furtado de Brito Sobrinho
Arcivescovi emeriti Miguel Fenelon Câmara Filho, Celso José Pinto da Silva
Sacerdoti 118 di cui 86 secolari e 32 regolari
8.627 battezzati per sacerdote
Religiosi 34 uomini, 169 donne
Diaconi 19 permanenti
Abitanti 1.195.000
Battezzati 1.018.000 (85,2% del totale)
Superficie 26.495 km² in Brasile
Parrocchie 59
Erezione 20 febbraio 1902
Rito romano
Indirizzo C.P. 70, Av. Frei Serafim 3200, 64020-970 Teresina, PI, Brazil
Sito web www.arqui-the.org.br
Dati dall'Annuario Pontificio 2011 * *
Chiesa cattolica in Brasile

L'arcidiocesi di Teresina (in latino: Archidioecesis Teresiana) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica appartenente alla regione ecclesiastica Nordeste 4. Nel 2010 contava 1.018.000 battezzati su una popolazione di 1.195.000 persone. È attualmente retta dall'arcivescovo Jacinto Furtado de Brito Sobrinho.

Territorio[modifica | modifica sorgente]

L'arcidiocesi comprende i seguenti comuni nella parte centro-occidentale dello stato brasiliano di Piauí: Teresina, Água Branca, Agricolândia, Amarante, Angical do Piauí, Aroazes, Barro Duro, Curralinhos, Elesbão Veloso, Francinópolis, Hugo Napoleão, Inhuma, Jardim do Mulato, Lagoa Alegre, Lagoa do Piauí, Lagoa do Sítio, Lagoinha do Piauí, Miguel Alves, Miguel Leão, Monsenhor Gil, Novo Oriente do Piauí, Olho d'Água do Piauí, Pimenteiras, Prata do Piauí, Regeneração, Santa Cruz dos Milagres, Santo Antônio dos Milagres, São Félix do Piauí, São Gonçalo do Piauí, São Miguel da Baixa Grande, São Pedro do Piauí, União e Valença do Piauí. Confina con le diocesi di Campo Maior, di Crateús, Floriano, di Picos, di Oeiras e di Caxias do Maranhão.

Sede arcivescovile è la città di Teresina, dove si trova la cattedrale di Nostra Signora dei Sette Dolori.

Il territorio si estende su 26.495 km² ed è suddiviso in 59 parrocchie, raggruppate in 9 foranie, di cui 6 urbane e 3 rurali.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La diocesi di Piauí fu eretta il 20 febbraio 1902 con la bolla Supremum Catholicam Ecclesiam di papa Leone XIII, ricavandone il territorio dalla diocesi di São Luís do Maranhão (oggi arcidiocesi). Originariamente era suffraganea dell'arcidiocesi di San Salvador di Bahia.

Il 1º maggio 1906 entrò a far parte della provincia ecclesiastica dell'arcidiocesi di Belém do Pará.

Il 18 giugno 1920 cedette una porzione del suo territorio a vantaggio dell'erezione della prelatura territoriale di Bom Jesus do Piauí (oggi diocesi di Bom Jesus do Gurguéia).

Il 2 dicembre 1921 divenne suffraganea dell'arcidiocesi di São Luís do Maranhão.

Il 16 dicembre 1944 cedette altre porzioni di territorio a vantaggio dell'erezione delle diocesi di Parnaíba e di Oeiras e contestualmente assunse il nome di diocesi di Teresina in forza della bolla Ad dominici gregis di papa Pio XII.

Il 9 agosto 1952 è stata elevata al rango di arcidiocesi metropolitana con la bolla Quaemadmodum insignis dello stesso papa Pio XII.

Il 12 giugno 1975 ha ceduto un'ulteriore porzione di territorio a vantaggio dell'erezione della diocesi di Campo Maior.

Il 27 febbraio 2008 ha ceduto ancora una porzione di territorio alla diocesi di Oeiras.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica sorgente]

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

L'arcidiocesi al termine dell'anno 2010 su una popolazione di 1.195.000 persone contava 1.018.000 battezzati, corrispondenti all'85,2% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1949  ?  ?  ? 20 17 3  ? 5 56 14
1966 550.000 600.000 91,7 44 30 14 12.500 19
1968  ? 568.254  ? 49 34 15  ? 18 118 21
1976 653.834 667.042 98,0 52 34 18 12.573 21 111 29
1980 549.000 560.000 98,0 46 30 16 11.934 19 86 24
1990 754.000 775.000 97,3 58 34 24 13.000 56 116 30
1999 986.108 1.183.327 83,3 86 60 26 11.466 1 45 164 47
2000 986.108 1.183.327 83,3 85 59 26 11.601 1 30 168 48
2001 986.108 1.052.564 93,7 88 59 29 11.205 1 33 168 51
2002 957.833 1.052.564 91,0 88 61 27 10.884 1 31 168 52
2003 958.197 1.052.564 91,0 89 65 24 10.766 2 28 168 53
2010 1.018.000 1.195.000 85,2 118 86 32 8.627 19 34 169 59

Fonti[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]


Bandiera del Vaticano Arcidiocesi cattoliche del Brasile Bandiera del Brasile
Aparecida | Aracaju | Belém do Pará | Belo Horizonte | Botucatu | Brasília | Campinas | Campo Grande | Cascavel | Cuiabá | Curitiba | Curitiba degli Ucraini | Diamantina | Feira de Santana | Florianópolis | Fortaleza
Goiânia | Juiz de Fora | Londrina | Maceió | Manaus | Mariana | Maringá | Montes Claros | Natal | Niterói | Olinda e Recife | Palmas | Paraíba | Passo Fundo | Pelotas | Porto Alegre | Porto Velho | Pouso Alegre | Ribeirão Preto | Rio de Janeiro | San Paolo | San Salvador di Bahia | Santa Maria | São Luís do Maranhão | Sorocaba | Teresina | Uberaba | Vitória | Vitória da Conquista
diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi