Angelo Giuseppe Jelmini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Angelo Giuseppe Jelmini
vescovo della Chiesa cattolica
BishopCoA PioM.svg
Praecedet te Angelus meus
Nato 3 novembre 1893 a Muralto
Consacrato vescovo 2 febbraio 1936 dall'arcivescovo Filippo Bernardini
Deceduto 24 giugno 1968

Angelo Giuseppe Jelmini (Muralto, 3 novembre 1893Lugano, 24 giugno 1968) è stato un vescovo cattolico svizzero, amministratore apostolico della diocesi di Lugano dal 1935 sino alla morte.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Venne ordinato sacerdote il 28 giugno 1917. Dapprima parroco a Bodio poi, nel 1917, direttore dell'oratorio maschile di Lugano.

Fu nominato vescovo titolare di Terme e Amministratore apostolico del Ticino il 16 dicembre 1935, consacrato vescovo nella cattedrale di Lugano il 2 febbraio del 1936 dal nunzio apostolico a Berna Filippo Bernardini.

Nel 1945 ricevette la laurea honoris causa in teologia dell'Università di Friburgo. Lo stesso anno papa Pio XII lo nominò assistente al soglio pontificio.

Il 13 settembre 1953 fu co-consacratore di Raffaele Forni, con Eugène-Gabriel-Gervais-Laurent Tisserant (Cardinale-Vescovo di Ostia, decano del Collegio dei Cardinali e Prefetto delle Cerimonie alla Curia romana, consacratore principale) e Antonio Samorè (arcivescovo titolare di Tirnovo e segretario della Curia romana, co-consacratore); il 6 dicembre 1959 consacrò sacerdote Pier Giacomo Grampa, più tardi vescovo di Lugano.

Incarichi[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1960 venne nominato membro della Pontificia Commissione Centrale Preparatoria del Concilio Vaticano II. Il suo lungo episcopato gli permise di incidere profondamente nella vita ecclesiale del Canton Ticino. Fu promotore e sostenitore della tipografia La Buona Stampa e del Movimento sindacale cristiano sociale.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1942 fondò l'opera diocesana Caritas[1]. Durante il secondo conflitto mondiale si prodigò molto anche nell'assistenza ai rifugiati e in seguito all'assistenza degli immigrati.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Luciano Vaccaro, Giuseppe Chiesi, Fabrizio Panzera, Terre del Ticino. Diocesi di Lugano, Editrice La Scuola, Brescia 2003, 163-170, 172, 174, 175, 190nota, 191nota, 211-215, 314, 320, 321, 325nota, 333, 334, 338, 354, 355, 399, 407, 409, 417, 431, 433, 465.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Vescovo titolare di Terme Successore BishopCoA PioM.svg
Eduardo Parente 16 dicembre 1935 - 24 giugno 1968 sede vacante
Predecessore Amministratore apostolico di Lugano Successore BishopCoA PioM.svg
Aurelio Bacciarini 16 dicembre 1935 - 24 giugno 1968 Giuseppe Martinoli
Predecessore Presidente della Conferenza dei vescovi svizzeri Successore Mitra heráldica.svg
Victor Biel 1952 - 1967 Vonderach John