Pier Giacomo Grampa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pier Giacomo Grampa
vescovo della Chiesa cattolica
PierGiacomoGrampa.JPG
BishopCoA PioM.svg
Patiens in adversis
Titolo Lugano
Incarichi attuali Vescovo emerito di Lugano
Nato 28 ottobre 1936 a Busto Arsizio
Ordinato presbitero 6 dicembre 1959
Consacrato vescovo 25 gennaio 2004 dall'arcivescovo Pier Giacomo De Nicolò

Pier Giacomo Grampa (Busto Arsizio, 28 ottobre 1936) è un vescovo cattolico svizzero.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

È stato ordinato sacerdote il 6 dicembre 1959 dal vescovo titolare di Terme Angelo Giuseppe Jelmini. Per molti anni è stato rettore del Collegio Papio, scuola privata di Ascona (Canton Ticino).

Il 18 dicembre 2003 papa Giovanni Paolo II lo ha nominato vescovo di Lugano e il 25 gennaio 2004 ha ricevuto l'ordinazione episcopale dall'arcivescovo titolare di Martana Pier Giacomo De Nicolò, concelebranti Ernesto Togni, vescovo emerito di Lugano, e Amédée Antoine-Marie Grab, vescovo di Coira.[1]

Si è mostrato sensibile al tema dell'accettazione dei minareti in Svizzera, problema divenuto oggetto di un referendum. Prima della consultazione popolare aveva chiesto alla popolazione svizzera di accettare i minareti in nome del dialogo, dell'accettazione dell'altro, e della pacifica convivenza invitando a spostare il dibattito sul contenuto delle predicazioni nelle moschee e non sulla loro possibile erezione.

Nell'autunno del 2011, come da prassi al compimento del 75º compleanno, ha presentato la sua rinuncia a papa Benedetto XVI.

Il 4 novembre 2013, ricorrenza di San Carlo Borromeo (patrono della Diocesi di Lugano), il Santo Padre Francesco ha accettato la rinuncia di monsignor Pier Giacomo Grampa all’ufficio di Vescovo di Lugano (Svizzera), in conformità al can. 401 § 1 del Codice di Diritto Canonico. Il Papa ha nominato vescovo della Diocesi di Lugano monsignor Valerio Lazzeri.[2]

Pier Giacomo Grampa ha due sorelle e un fratello: quest'ultimo è parroco della chiesa di San Giovanni in Laterano di Milano e direttore de Il Segno, mensile dell'arcidiocesi di Milano.

Genealogia episcopale[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Genealogia episcopale.

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Gran Priore per la Svizzera dell'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme - nastrino per uniforme ordinaria Gran Priore per la Svizzera dell'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Diocesi di Lugano#Cronotassi dei vescovi
  2. ^ http://press.vatican.va/content/salastampa/it/bollettino/pubblico/2013/11/04/0720/01611.html#RINUNCIA%20DEL%20VESCOVO%20DI%20LUGANO%20%28SVIZZERA%29%20E%20NOMINA%20DEL%20SUCCESSORE

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Vescovo di Lugano Successore BishopCoA PioM.svg
Giuseppe Torti 18 dicembre 2003 - 4 novembre 2013 Valerio Lazzeri

Controllo di autorità VIAF: 96735284 LCCN: n2009050942