Alevtina Kolčina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alevtina Kolčina
Dati biografici
Nome Alevtina Pavlovna Kolčina
Nazionalità URSS URSS
Altezza 162 cm
Peso 56 kg
Sci di fondo Cross country skiing pictogram.svg
Dati agonistici
Squadra Iskra Leningrado
Burevestnik Mosca
Dinamo Mosca
Ritirata 1970
Palmarès
Olimpiadi 1 1 3
Mondiali 8 2 3
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Alevtina Pavlovna Kolčina nata Leonteva (cirillico Алевтина Павловна Колчина (Леонтева)(Leontyeva); Pavlovsk, 11 marzo 1930) è un'ex fondista e allenatrice di sci nordico sovietica. In seguito alla dissoluzione dell'Unione Sovietica, nel 1991 ha assunto la nazionalità russa[senza fonte]. Nelle liste FIS figura come Alevtina Koltsjina.

Era moglie del fondista Pavel Kolčin ed è madre del combinatista nordico Fëdor, a loro volta sciatori nordici di alto livello[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Carriera sciistica[modifica | modifica wikitesto]

In carriera ha partecipato a quattro edizioni dei Giochi olimpici invernali, Cortina d'Ampezzo 1956 (4ª nella 10 km, 2ª nella staffetta), Squaw Valley 1960 (4ª nella 10 km), Innsbruck 1964 (3ª nella 5 km con il tempo di 18:08,4), 7ª nella 10 km, 1ª nella staffetta insieme a Klavdija Bojarskich e Evdokija Mekšilo) e Grenoble 1968 (3ª nella 5 km con il tempo di 16:51,6, 7ª nella 10 km, 3ª nella staffetta insieme a Rita Ačkina e Galina Kulakova) e a quattro dei Campionati mondiali, vincendo otto medaglie (sette ori; tra questi tre nella staffetta: nel 1958 con Rad'ja Erošina e Ljubov' Kozyreva, nel 1962 con Ljubov' Kozyreva e Marija Gusakova e nel 1966 con Klavdija Bojarskich e Rita Ačkina).

Carriera da allenatrice[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1973, tre anni dopo il ritiro dalle competizioni, si trasferì con il marito a Otepää, in Estonia, dove la coppia allenò le locali squadre di fondo; dopo la dissoluzione dell'Unione Sovietica (1991) lavorarono per la nazionale estone, prima come allenatori e in seguito come consulenti[1].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Olimpiadi[modifica | modifica wikitesto]

Mondiali[modifica | modifica wikitesto]

  • 8 medaglie, oltre a quelle conquistate in sede olimpica e valide anche ai fini iridati:

Campionati sovietici[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1963 fu insignita della medaglia Holmenkollen, che quell'anno fu assegnata anche al marito Pavel; si trattò della coppia più vittoriosa nella storica dello sci di fondo e l'unica a essere insignita del prestigioso riconoscimento[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f Scheda Sports-reference. URL consultato il 3 dicembre 2011.
  2. ^ a b c Dati parziali.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]