Combinata nordica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
RR5219-0021R.png

La combinata nordica è uno sport invernale in cui i concorrenti gareggiano in due distinte discipline dello sci nordico: lo sci di fondo e il salto con gli sci.

L'attività internazionale è organizzata dalla Federazione Internazionale Sci (FIS).

Storia[modifica | modifica sorgente]

Come molti altri sport invernali, la combinata nordica nacque in Norvegia. Si hanno notizie di gare di sci nordico tra i soldati norvegesi sin dal XVIII secolo. La prima competizione di combinata nordica di un certo richiamo si svolse nel 1892 a Oslo, al primo Holmenkollen Ski Festival, evento che si svolge ancora oggi ogni anno sulla collina di Holmenkollen. La gara di Holmenkollen e la combinata nordica diventarono molto popolari in Norvegia. All'epoca il salto con gli sci non era nemmeno considerato uno sport a sé stante; infatti, solo nel 1933 si svolsero ad Holmenkollen le prime gare di salto con gli sci non abbinate a prove di sci di fondo.

La combinata nordica è presente nel programma dei Giochi olimpici invernali sin dalla prima edizione del 1924. I Campionati Mondiali si disputano sin dal 1925.

A partire dalla stagione 1979/1980, la Federazione Internazionale Sci organizza annualmente la Coppa del Mondo di combinata nordica[1].

Fuori dalla Norvegia, la combinata nordica si è diffusa soprattutto in Finlandia, Germania, Austria e Giappone. I combinatisti di questi paesi dominano da sempre le competizioni internazionali. È significativo che siano le stesse nazioni che hanno forti tradizioni (e disponibilità di impianti) nel salto con gli sci.

Storicamente la combinata nordica è uno sport unicamente maschile. Dopo il riconoscimento ufficiale nel 1998 da parte della FIS della prima gara femminile di salto con gli sci, sono state organizzate anche competizioni femminili di combinata nordica, ma le donne sono ancora escluse sia dai Giochi olimpici invernali che dai Mondiali di sci nordico.

Competizioni[modifica | modifica sorgente]

Attualmente ci sono quattro tipi di competizioni nella combinata nordica:

  • individuale Gundersen
  • sprint
  • partenza in linea
  • penalty race
  • gara a squadre

La gara più comune è l'individuale Gundersen, che prevede[2] un salto dal trampolino, seguito da 10 km di fondo. L'attuale formula sostituisce, dalla stagione 2008/09 quella con due salti e 15 km di fondo. Il punteggio nel salto è determinato dalla misura del salto (2 punti al metro per trampolini corti, 1,2 punti al metro per trampolini K100 o oltre) e dallo stile (da 3 a 30 punti). Alla fine della gara di salto, i distacchi tra gli atleti sono tradotti in tempo (15 punti equivalgono a un minuto). Il primo classificato del salto è il primo a partire nella prova di sci di fondo, e a seguire vengono fatti partire gli altri, secondo i distacchi accumulati nel salto. Chi taglia per primo il traguardo della prova di fondo vince la gara di combinata.

La gara sprint, non più inclusa nel calendario di Coppa del Mondo, seguiva lo stesso meccanismo dell'inseguimento, ma, come suggerisce il nome, ne è una versione ridotta. L'impegno è dimezzato: viene eseguito solo un salto (anziché i due della Gundersen originale), e la distanza da percorrere nel fondo è 7,5 km (anziché 15 km).

Nella gara con partenza in linea, si tiene prima la prova di sci di fondo. I partecipanti partono tutti assieme. Al primo arrivato al traguardo vengono assegnati 120 punti, mentre per gli altri ai 120 punti vengono tolti 15 punti ogni minuto di ritardo rispetto al primo. Nella gara di salto non vengono assegnati punti di stile, ma il punteggio legato alla misura del salto viene decurtato se il saltatore cade o se non riesce a compiere l'atterraggio in modo corretto (eseguendo il cosiddetto telemark, o genuflessione). Chi ottiene il punteggio complessivo più alto tra fondo e salto vince la combinata.

Nella penalty race nel salto con gli sci non viene più assegnato un punteggio per lo stile, ma si tene conto esclusivamente della misura del salto (con una penalità di 3 metri se l'atterraggio è effettuato senza il telemark). La misura del salto non è più convertita in differenze di tempo per la partenza nel fondo, ma in giri di penalità (da 0 a 4, di 150 metri ciascuno) da eseguire nella gara di 10 km. Durante quest'ultima tutti gli sciatori che hanno raggiunto la misura minima prevista nel salto partono assieme (ad eccezione del primo che parte con 10" e 10 metri di vantaggio), e devono compiere 5 giri di un anello di 2 km, scontando le penalità tra il 2° ed il 4º giro (a loro scelta). L'ordine sullo striscione di arrivo del fondo corrisponderà alla classifica finale.

La gara a squadre segue lo stesso meccanismo della Gundersen, e vi partecipano squadre composte da quattro atleti. Nella gara di salto ogni partecipante compie due salti, quindi il punteggio complessivo della squadra si basa su otto salti. Alla fine della gara di salto, i distacchi in punti sono tradotti in tempo (40 punti equivalgono a un minuto), e determinano l'ordine di partenza della prova di fondo, che è una staffetta 4 x 5 km.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ World-Cup in fisnordiccombined.com. URL consultato il 14 gennaio 2012.
  2. ^ Individual competition in fisnordiccombined.com. URL consultato il 14 gennaio 2012.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

sport invernali Portale Sport invernali: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di sport invernali