Aimee Mullins

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aimee Mullins al Tribeca Film Festival nel 2009.
Curly Brackets.svg
A questa voce o sezione va aggiunto il template sinottico {{Sportivo}}
Per favore, aggiungi e riempi opportunamente il template e poi rimuovi questo avviso.
Per le altre pagine a cui aggiungere questo template, vedi la relativa categoria.

Aimee Mullins (Allentown, 1976) è un'atleta paralimpica, attrice e modella statunitense. È conosciuta per le sue idee sul concetto di corpo[1][2] e per le sue prestazioni atletiche, nonostante abbia subito l'amputazione di entrambe le gambe quando aveva un anno.[1]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Aimee Mullins è nata con una emimelia peroneale (mancanza dell'osso perone) e pertanto ha subito l'amputazione di entrambe le gambe sotto il ginocchio quando aveva un anno. Si è diplomata alla Parkland High School di Allentown e laureata Georgetown University di Washington.

Aimee Mullins e Hugh Herr al MIT Media Lab symposium. 9 maggio 2007.

Mentre frequentava la Georgetown University ha gareggiato contro gli atleti normodotati della NCAA nelle gare di atletica leggera. Nello stesso periodo ha fatto un tirocinio in affari esteri presso il Pentagono.

Nel 1996, ai Giochi Paralimpici di Atlanta, ha stabilito il record paralimpico nei 100 metri piani e nel salto in lungo.[3] I suoi record personali sono i seguenti:

Nel 1999, a Londra, ha sfilato per lo stilista inglese Alexander McQueen su delle protesi di legno intagliato a mano, ed è stata nominata dalla rivista People come una delle cinquanta persone più belle del mondo.

Nel 2002 è apparsa in Cremaster 3, film dell'artista Matthew Barney, nel ruolo di donna ghepardo.[4][5] Nel 2006, è apparsa nel film World Trade Center, nel ruolo di un giornalista.

Si occupa attivamente di pensiero innovativo, immagine del corpo e problemi legati alle opportunità e all'equità nello sport e nella vita. Su questi temi ha pubblicato articoli ed è stata oggetto di numerose interviste, e in più occasioni è apparsa come oratore in diverse radio e televisioni, e ha tenuto conferenze al TED[6] e alle Nazioni Unite.[3].

Nel 2008 è stata l'ambasciatore ufficiale del Tribeca ESPN Sports Film Festival.[7]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Aimee Mullins. Splendidamente abile. «Wired Italia», 13 maggio 2009. URL consultato il 4 novembre 2009.
  2. ^ Cenni biografici sulla pagina della conferenza tenuta al «TED» nel febbraio 2009. URL consultato il 4 novembre 2009.
  3. ^ a b Notizie sul sito ufficiale di Aimee Mullins URL consultato il 4 novembre 2009.
  4. ^ Cremaster 3 URL consultato il 4 novembre 2009.
  5. ^ Aimee Mullins su IMDb. URL consultato il 4 novembre 2009.
  6. ^ Aimee Mullins e le sue 12 paia di gambe. Video della conferenza al «TED» (sottotitoli in italiano), febbraio 2009. URL consultato il 4 novembre 2009.
  7. ^ Aimee Mullins: Athlete and actor Pagina del «TED». URL consultato il 4 novembre 2009.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 74176894 LCCN: no2002074143