Accept

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Accept
Gli Accept nel 2010 con il nuovo cantante Mark Tornillo.
Gli Accept nel 2010 con il nuovo cantante Mark Tornillo.
Paese d'origine Germania Germania
Genere Heavy metal[1][2][3]
Speed metal[2]
Power metal[3]
Hard rock[1]
Periodo di attività 1968- 1997
2005
2009 -in attività
Etichetta Nuclear Blast
Epic/Sony Records
PolyGram Records
Brainstorm (attuale)[4]
Album pubblicati 31
Studio 12
Live 4
Raccolte 15
Sito web
Accept logo.svg

Gli Accept sono una band heavy metal tedesca nativa della città di Solingen, fondata nel 1968 dall'ex cantante e leader Udo Dirkschneider. È considerato come uno dei gruppi più importanti nella storia dell'heavy metal.[5][6]

Il gruppo ha avuto un importante ruolo nella nascita di sottogeneri dell'heavy metal, come lo speed e il thrash metal[1]. Gli Accept hanno venduto oltre 27 milioni di copie in tutto il mondo[senza fonte].

Storia[modifica | modifica sorgente]

Gli Inizi (1968-1981)[modifica | modifica sorgente]

È difficile dare una data precisa riguardo alla fondazione degli Accept. Certo è che essi furono fondati negli ultimi anni sessanta dal cantante Udo Dirkschneider e dal chitarrista Michael Wagener, ai quali si aggiungerà in seguito il batterista Birke Hoe. La band era originariamente chiamata "Band X".

In seguito però, Wagener, raggiunti i 18 anni venne richiamato dall'esercito tedesco per il servizio militare, dovendosi congedare dal gruppo.

Alcuni anni dopo il servizio militare però, nel 1972, Michael cominciò a fare il tecnico e produttore mentre Udo "riforma" il gruppo composto stavolta da Gerhard Wahl e Hansi Heitzer alle chitarre, Dieter Rubach al basso e Frank Friedrich alla batteria.

La neo fondata formazione iniziò a suonare a livello amatoriale nei dintorni della loro città natale, Solingen e finalmente nel 1976 trovò una formazione fissa grazie agli innesti del chitarrista Wolf Hoffmann e del bassista Peter Baltes.

Ben presto, grazie all'esibizione al leggendario festival tedesco Rock am Ring, gli Accept attirano l'attenzione di Manfred Schunke che gli propose di registrare un album ai suoi Delta Studios. Nel 1977 anche Gerhard Wahl lasciò la band venendo sostituito da Jorg Fischer e un anno dopo venne pubblicato il loro album di debutto, intitolato semplicemente Accept che presentò già, anche se in un modo ancora rozzo, il suono caratterizzante del gruppo, basato sulla personale capacità vocale di Udo e sulla base musicale aggressiva e brutale, inedita per quegli anni. Nonostante ciò il disco presenta forti influenze hard rock anni settanta riconducibili agli Scorpions.

Dopo la registrazione di tale disco, che ricevette un buon successo, il batterista Frank Friedrich lasciò il gruppo cedendo il posto al giovane Stefan Kaufmann per quella che è considerata la formazione classica degli Accept.

Nel 1980 la nuova formazione pubblicò un secondo disco, intitolato I'm a Rebel, che ricevette un discreto successo. Grazie al nuovo suono ancora più estremo per l'epoca, il gruppo tedesco fu citato tra i creatori di un nuovo genere musicale, che lentamente stava prendendo forma, l'heavy metal. Gli Accept riuscirono così ad entrare per la prima volta nelle classifiche musicali e vennero invitati per apparizioni televisive che fornirono alla band una maggiore popolarità.

Nel 1981 si susseguirono avvenimenti importanti, che cambiarono definitivamente il corso della storia del gruppo. Fu pubblicato il nuovo album del gruppo, Breaker, che ottenne un enorme successo in tutto il mondo. Poi gli Accept riuscirono a firmare un contratto con la famosa manager tedesca Gaby Hauke la quale riuscì, appena "inseritasi" nel gruppo, ad assicurare agli Accept il coinvolgimento al tour europeo dei Judas Priest. Dopo il tour Jorg lasciò il gruppo, rimpiazzato da Jan Kommet, che rimarrà però solo per pochi mesi all'interno della band.

La scalata al successo (1982-1985)[modifica | modifica sorgente]

Wolf Hoffmann.

L'album successivo, Restless and Wild, fu pubblicato nel 1982 con Wolf che decise di eseguire da solo tutte le chitarre. Il disco vide la definitiva evoluzione della band, che aggiunse alla sua musica uno stile ancora più rapido che successivamente sarà chiamato speed metal. I riff di questo disco diventeranno fondamentali per la nascita dei futuri generi e per gli stili delle generazioni future[senza fonte]. Restless and Wild contiene anche altre storiche tracce come Princess Of The Dawn, Neon Nights, Flash Rockin' Man e l'omonima Restless & Wild.

Nel 1983 Hermann Frank prende il posto di seconda chitarra e uscì un nuovo disco, Balls to the Wall, album che fece a lungo parlare di sé. Per la prima volta nella storia, il disco trattò argomenti quali la politica, la sessualità, la chiesa, la coscienza, la responsabilità,la ribellione e la guerra Contestati dalle autorità, gli Accept ottennero da tale album un immenso successo, vendendo 2 milioni di copie in tutto il mondo.

È risaputo che la scelta di tali tematiche fu consigliata al gruppo proprio dal manager Gaby Hauke, divenuta autrice dei testi, che intuì che, affrontando tali argomenti, il gruppo avrebbe finalmente riscosso il meritato e definitivo successo. Grazie all'intuizione di questa donna, gli Accept si trovarono le porte aperte verso i mercati discografici mondiali e ottennero centinaia di proposte di ingaggio e sponsor.

Intanto, durante un concerto in Germania del 1983, il chitarrista Jörg Fischer rientra negli Accept. Con tale formazione la band parte per un tour mondiale che percorse tutti i continenti. Esso si concluse nel 1984 con un'incredibile esibizione al Monsters Of Rock.

Nel 1985 venne pubblicato un nuovo disco, Metal Heart. Esso tratta di una sorta di visione del futuro in cui il gruppo immaginava che nel 1999 le persone di tutto il mondo avrebbero vissuto con cuori computerizzati e presentava gli ormai soliti testi anticonformisti. Il disco vendette un enorme numero di copie e salì ai vertici delle classifiche mondiali, garantendo alla formazione una serie di concerti molto seguiti dai fan. Nello stesso anno fu pubblicato l'album Kaizoku-Ban, la prima pubblicazione dal vivo del gruppo.

Russian Roulette e il primo scioglimento (1986-1989)[modifica | modifica sorgente]

Udo Dirkschneider.

Dal 1984 Peter Baltes, Wolf Hoffmann e Gaby Hauke si erano stabiliti a vivere negli Stati Uniti d'America dove la formazione aveva iniziato a riscuotere grande successo, venendo anche descritta come il più grande gruppo metal tedesco dietro solo agli Scorpions[senza fonte]. Udo, Stefan e Jörg erano invece rimasti in Germania. Questa separazione creò difficoltà al gruppo, che perse così unità e coesione. Gli Accept e Udo decisero, dopo aver pubblicato un nuovo e acclamato disco denominato Russian Roulette, di separarsi consensualmente. Udo intanto organizzò un progetto solista, a cui Gaby Hauke, capita la potenzialità, trovò prima il nome U.D.O., e poi organizzò i vari tour e concerti per la promozione dell'album di debutto Animal House.

Intanto i membri rimanenti nel 1988 tornarono al lavoro nuovamente sotto il nome di Accept in seguito all'ingaggio di un nuovo cantante, David Reece con l'album Eat the Heat. Poco prima della pubblicazione del disco, Jim Stacey divenne il sostituto di Fischer anche se le parti chitarristiche dell'album vennero incise dal solo Hoffmann. Il disco presenta un suono praticamente inalterato, pur notandosi molto la differenza vocale tra Reece ed Udo, ed ottenne un discreto successo, assicurando al combo un lungo tour europeo, il più importante e seguito della loro storia.

Durante tale serie di concerti, Stefan Kaufmann si infortunò gravemente alla schiena e dovette abbandonare il gruppo, venendo sostituito dal batterista di Alice Cooper Ken Mary.

Nel 1989, dopo una serie di attriti che avevano portato addirittura Reece e Baltes a venire alle mani, Reece abbandona la formazione per fondare i Bangalore Choir in California. Peter e Wolf rimasti soli decidono allora che è giunto il momento di chiudere la storia degli Accept.

Il ritorno e il secondo scioglimento (1990-1997)[modifica | modifica sorgente]

Wolf Hoffmann.

Nel 1990 su iniziativa di Stefan Kaufmann fu pubblicato un album registrato dal vivo cinque anni prima, Staying a Life, da lui stesso prodotto, che ottenne un buon successo, dovuto anche a molti contenuti speciali. Due anni dopo, durante una visita in Germania, Wolf, Peter, Udo e Stefan, convinti anche dal successo di Staying a Life decisero di ritornare a lavorare insieme.

Nel 1993 fu pubblicato Objection Overruled che ottenne grande successo in Europa e negli Stati Uniti. Nuovamente acclamati dal pubblico e dai fan, gli Accept partirono per un ulteriore tour mondiale che si concluse, dopo una serie di "tutto esaurito", l'anno seguente.

Poco dopo, nel 1994 il gruppo sfornò un altro album, Death Row. Durante la composizione del disco, Kaufmann dovette smettere di suonare a causa di nuovi problemi alla schiena e Stefan Schwarzmann fu scelto come sostituto momentaneo del batterista.

L'anno successivo gli Accept si riunirono a Nashville per produrre un nuovo album, che uscì nel 1996 con il titolo Predator. In esso apparve per la prima volta alla batteria Michael Cartellone, nuovo sostituto di Schwarzmann. Il disco, anche se qualitativamente inferiore rispetto ai precedenti, riuscì comunque a far partire il combo per il tour di promozione. Esso ebbe tappe in America, Europa e Asia e si concluse con un concerto a Tokyo, Giappone, dopo il quale i membri degli Accept decisero di sciogliersi.

Eventi recenti (2005-oggi)[modifica | modifica sorgente]

La band nel 2010.

Nel 2005, dopo molti anni di inattività in cui Stefan Kaufmann e Udo Dirkschneider si erano esibiti con gli U.D.O., gli Accept decisero di riunirsi per partecipare ad una serie di concerti europei con la formazione di Balls to the Wall. Ogni concerto fu seguito da moltissimi spettatori e fan, uniti alla band come un tempo. Il tour si concluse con un'ultima esibizione al Monsters of Rock. È stata questa l'ultima volta in cui si esibì la formazione storica del gruppo, e molti tra i fans si resero conto che le differenze stilistiche tra Udo e gli altri componenti erano così evidenti da rendere molto difficile una nuova futura reunion.

Nel 2009 Wolf Hoffmann e Peter Baltes decisero di riformare un'altra volta la band ma stavolta senza Udo. Viene così scelto come nuovo cantante Mark Tornillo dei TT Quick; i primi demo pubblicati su web di alcuni brani storici del gruppo, rieseguiti da Tornillo, fecero storcere subito il naso ai fans storici. La nuova formazione fa il suo debutto dal vivo nel maggio 2010, mese in cui viene anche pubblicato il video del singolo Teutonic Terror, tratto dal loro nuovo album Blood of the Nations dove invece il cantante appare decisamente a proprio agio. Con l'uscita del disco segue un lungo tour mondiale. Nel 2012 la stessa formazione, ancora più rodata ed affiatata, pubblica il nuovo album Stalingrad.


Formazione[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Formazione degli Accept.

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Discografia degli Accept.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c (EN) Accept in Allmusic, All Media Network.
  2. ^ a b (EN) Accept, Nolifetilmetal.com. URL consultato il 22-7-2011.
  3. ^ a b Massimo Salari, Accept, Rock-impressions.com. URL consultato il 22-7-2011.
  4. ^ Metal Hammer 7/2009 pag.5
  5. ^ Accept: Metal Heart Recensione - TrueMetal.it
  6. ^ Rock Impressions - Articoli - Accept

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Metal Portale Metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Metal