Trevor Horn

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Trevor Charles Horn
Trevor Horn.jpg
Trevor Horn in concerto con i The Producers nel 2007
Nazionalità Regno Unito Regno Unito
Genere Synth pop
Soul
Rock and roll
Disco
Musica elettronica
New wave
Periodo di attività musicale 1966 – in attività
Strumento basso, tastiere, chitarra, voce
Etichetta ZTT Records
Gruppi e artisti correlati The Buggles, Yes, Art of Noise, Producers
Sito ufficiale

Trevor Charles Horn (Sunderland, 15 luglio 1949) è un musicista, cantante e produttore discografico britannico.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver suonato per qualche tempo in un'orchestra jazz e aver prodotto alcuni artisti di scarso rilievo, Horn ottiene un grandissimo successo quando fonda il gruppo chiamato Buggles con Geoff Downes, realizzando il fortunatissimo singolo Video Killed the Radio Star e l'album The Age of Plastic.

Nel 1979, Horn e Downes entrano nella storica band progressive degli Yes, di cui Horn diviene il cantante (sostituendo Jon Anderson) e Downes il tastierista (al posto di Rick Wakeman). La sua permanenza nel gruppo è tuttavia limitata al solo album Drama (dove, in un brano, suona il basso). Verso la fine del 1980, dopo la pubblicazione di Drama e la promozione del tour, Horn lascia gli Yes (che in ogni caso erano in procinto di sciogliersi) per concentrarsi sulla sua attività di produttore. In quello stesso periodo completa anche (quasi completamente da solo) il secondo album dei Buggles, Adventures in Modern Recording.

Dopo Adventures, Horn si dedica esclusivamente alla produzione discografica, con la sola eccezione della sua partecipazione alla concept band Art of Noise. Non di rado contribuisce come musicista agli album di cui è produttore. Fra gli artisti prodotti da Horn si possono citare: gli Yes (con i due album successivi a Drama, 90125 e Big Generator); Pet Shop Boys, LeAnn Rimes, Frankie Goes to Hollywood, Malcolm McLaren, ABC, Grace Jones, Seal, Propaganda, Dollar, Tina Turner, Lisa Stansfield, Tom Jones, Paul McCartney, Mike Oldfield, Simple Minds, Marc Almond, Genesis, Charlotte Church, t.A.T.u. e Belle & Sebastian. Infine, contribuisce alla produzione del grande successo della Band Aid Do They Know It's Christmas.

Nel 1983, Horn è cofondatore dell'etichetta discografica ZTT Records.

Nel 1996 riceve il premio Grammy per il secondo album di Seal.

Nel 2006 produce l'album dei Pet Shop Boys intitolato Fundamental; sempre nel 2006 prende parte ad un concerto del duo, dirigendo l'orchestra, la quale esibizione venne poi incisa nel primo album live del duo Concrete. La collaborazione fra Horn e i Pet Shop Boys ha avuto origine nel 1988, durante la produzione del loro album Introspective, in particolare dei brani Left to My Own Devices e It's Alright.

Nel luglio 2009 conclude la produzione del nuovo album di Robbie Williams intitolato Reality Killed the Video Star, in uscita il 9 novembre dello stesso anno.

Nel 2013 cura gli arrangiamenti di 4 canzoni presenti nel nuovo album di Renato Zero intitolato Amo (ovvero Chiedi di me, Una canzone da cantare avrai, Tutto inizia sempre da un sì e Vola alto) e 1 nel seguito Amo - Capitolo II (Alla fine).

Nel 2014 cura gli arrangiamenti di quello che sarà il nuovo album antologico degli Spandau Ballet The Best of Spandau Ballet con tre inediti invece nel 2015 uscirà il nuovo album degli Spandau Ballet con brani inediti che uscirà dopo il Tour Europeo del Gruppo curato da Trevor Horn.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Commendatore dell'Ordine dell'Impero Britannico - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine dell'Impero Britannico
«Per i servizi resi all'industria della musica»
— 31 dicembre 2011[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ The London Gazette (PDF), nº 59647, 31 dicembre 2011, p. 7.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN13365362 · LCCN: (ENn91047641 · ISNI: (EN0000 0000 8358 470X · GND: (DE12856833X · BNF: (FRcb14106845h (data)