The Black Parade

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
The Black Parade
ArtistaMy Chemical Romance
Tipo albumStudio
Pubblicazione31 ottobre 2006
Durata51:57
Dischi1
Tracce13
GenereRock alternativo[1]
Pop punk[1]
Emo[1]
EtichettaReprise Records
ProduttoreRob Cavallo
My Chemical Romance
Certificazioni
Dischi d'oroArgentina Argentina[2]
(Vendite: 30.000+)
Cile Cile[3]
(Vendite: 7.500+)
Messico Messico[4]
(Vendite: 50.000+)
Dischi di platinoAustralia Australia[5]
(Vendite: 70.000+)
Canada Canada[6]
(Vendite: 100.000+)
Europa Europa[7]
(Vendite: 1.000.000+)
Irlanda Irlanda[8]
(Vendite: 15.000+)
Giappone Giappone[9]
(Vendite: 250.000+)
Nuova Zelanda Nuova Zelanda[10]
(Vendite: 15.000+)
Regno Unito Regno Unito (2)[11]
(Vendite: 600.000+)
Stati Uniti Stati Uniti (3)[12]
(Vendite: 3.000.000+)
My Chemical Romance - cronologia
Singoli
  1. Welcome to the Black Parade
    Pubblicato: 2006
  2. Famous Last Words
    Pubblicato: 2007
  3. I Don't Love You
    Pubblicato: 2007
  4. Teenagers
    Pubblicato: 2007
  5. The Five of Us Are Dying (Rough Mix)
    Pubblicato: 2016

The Black Parade è il terzo album in studio del gruppo musicale statunitense My Chemical Romance, pubblicato il 31 ottobre 2006[1].

In occasione del decimo anniversario dalla sua uscita, nel 2016 viene pubblicata una versione dell'album con undici tracce bonus, consistenti in diverse demo inedite, intitolata The Black Parade/Living with Ghosts[13]. Sempre per la stessa occasione, nell'ottobre dello stesso anno Rock Sound pubblica un CD di cover di brani originariamente presenti in The Black Parade, con la partecipazione di numerose band internazionali[14].

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di un concept album che descrive le riflessioni sulla vita di un ragazzo prima di morire, e dall'aldilà.[15] Il primo singolo estratto è Welcome to the Black Parade, il secondo Famous Last Words, il terzo I Don't Love You e il quarto Teenagers. Il regista dei primi due video è Samuel Bayer, stimato e molto conosciuto nell'ambito dei video musicali grazie alle sue numerose collaborazioni con artisti come Green Day e Nirvana; il regista degli altri due video è invece Marc Webb, che aveva già lavorato con i My Chemical Romance per i video di The Ghost of You, Helena e I'm Not Okay.

L'album si apre con la traccia dal titolo simbolico, The End, un invito ad ascoltare la storia di un ragazzo, chiamato "The Patient" ("Il paziente"), che viene a scoprire di avere una malattia in fase terminale (Dead!) e incomincia a ricordare le sue esperienze passate, la sua ragazza (This Is How I Disappear) e le sue esperienze con la droga (The Sharpest Lives). La quinta traccia è Welcome to the Black Parade, nella quale il ragazzo ricorda il giorno in cui il padre lo porta a vedere una banda marciare e in un certo modo predice la sua morte: la canzone è un inno ad andare avanti e proseguire sulla propria strada. Successivamente il ragazzo ricorda il rapporto conflittuale con la sua ragazza (I Don't Love You) e pensa di finire all'inferno a causa delle sue malefatte (House of Wolves). In Cancer, il protagonista (quindi in un certo modo Gerard Way) esprime le sensazioni che prova negli ultimi istanti della sua vita (Gerard ha definito questa canzone come "la canzone più dark che io abbia mai scritto"). Teenagers, undicesima traccia del disco, parrebbe non entrarci per nulla con la storia narrata nell'album, ma in realtà parla del ragazzo moribondo che pensa ai Teenagers (ovvero agli adolescenti), ed in senso più ampio la canzone rappresenta un rifiuto dei My Chemical Romance ad assomigliare ai genitori e agli adulti in generale, di voler essere loro stessi, quindi, ricollegandosi alla storia del ragazzo in fin di vita, di vivere ogni momento della propria vita autonomamente, senza far scegliere a nessun altro e avendo uno stato d'animo talvolta diverso dalla norma, pensando alla vita invece che alla morte. L'album si conclude con Famous Last Words, una canzone che non lascia intendere se effettivamente "The Patient" muoia oppure no. Dopo un minuto e mezzo di silenzio dal termine di quest'ultimo brano inizia la ghost track Blood.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. The End – 1:51
  2. Dead! – 3:14
  3. This Is How I Disappear – 3:58
  4. The Sharpest Lives – 3:19
  5. Welcome to the Black Parade – 5:12
  6. I Don't Love You – 3:57
  7. House of Wolves – 3:03
  8. Cancer – 2:22
  9. Mama – 4:38
  10. Sleep – 4:42
  11. Teenagers – 2:40
  12. Disenchanted – 4:54
  13. Famous Last Words – 7:52
  14. Blood – 1:25 – traccia fantasma
Tracce bonus nell'edizione giapponese
  1. Heaven Help Us – 2:55
  2. Welcome to the Black Parade (Music Video) – 5:14
Tracce bonus nell'edizione deluxe su iTunes
  1. My Way Home Is Through You – 2:58
  2. Kill All Your Friends – 4:28
  3. Heaven Help Us – 2:55
  4. Welcome to the Black Parade (Music Video) – 5:14
  5. Teenagers (Music Video) – 2:51
  6. Famous Last Words (Music Video) – 4:21
  7. My Chemical Romance Welcomes You to the Black Parade – 39:28
CD/LP bonus in The Black Parade/Living with Ghosts
  1. The Five of Us Are Dying (Rough Mix) – 3:49
  2. Kill All Your Friends (Live Demo) – 4:22
  3. Party at the End of the World (Live Demo) – 2:47
  4. Mama (Live Demo) – 4:01
  5. My Way Home Is Through You (Live Demo) – 2:45
  6. Not That Kind of Girl (Live Demo) – 3:03
  7. House of Wolves, Version 1 (Live Demo) – 4:01
  8. House of Wolves, Version 2 (Live Demo) – 2:52
  9. Emily (Rough Mix) – 3:12
  10. Disenchanted (Live Demo) – 4:04
  11. All the Angels (Live Demo) – 3:14

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo[modifica | modifica wikitesto]

Altri musicisti

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Recensioni professionali
Recensione Giudizio
Metacritic 79/100[16]
AllMusic 4.5/5 stelle[17][18]
Blender 4.5/5 stelle[19]
Entertainment Weekly A−[20]
The Guardian 4/5 stelle[21]
Los Angeles Times 4/4 stelle[22]
NME 9/10[23]
Q 3/5 stelle[24]
Rolling Stone 4/5 stelle[25]
Spin 4/5 stelle[26]
Uncut 4/5 stelle[27]
Paese Classifica (2006) Posizione
massima
Australia Australia ARIA Charts 3
Austria Austria Austrian Albums Chart 4
Belgio Belgio Ultratop 200 Albums (Flemish) 33
Belgio Belgio Belgian Walloon Albums Chart 91
Canada Canada Canadian Albums Chart 2
Danimarca Danimarca Danish Albums Chart 29
Paesi Bassi Paesi Bassi MegaCharts 39
Francia Francia Syndicat National de l'Édition Phonographique 69
Finlandia Finlandia Finnish Albums Chart 11
Germania Germania Media Control Charts 11
Irlanda Irlanda Irish Albums Chart 5
Italia Italia Federazione Industria Musicale Italiana 20
Giappone Giappone Oricon 10
Messico Messico Top 100 México 35
Nuova Zelanda Nuova Zelanda Recorded Music NZ 1
Norvegia Norvegia VG-lista 11
Scozia Scozia Official Scottish Chart[28] 3
Svezia Svezia Sverigetopplistan 4
Svizzera Svizzera Schweizer Hitparade 18
Taiwan Taiwan Taiwanese Albums Chart[29] 11
Regno Unito Regno Unito Official Charts Company[30] 2
Stati Uniti Stati Uniti Billboard 200[31] 2
Stati Uniti Stati Uniti Billboard Rock Albums 1
Stati Uniti Stati Uniti Billboard Digital Albums 6
Stati Uniti Stati Uniti Billboard Tastemakers 1

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) The Black Parade, su AllMusic, All Media Network.
  2. ^ (ES) Discos de oro y platino, Cámara Argentina de Productores de Fonogramas y Videogramas. URL consultato il 15 agosto 2012 (archiviato dall'url originale il 6 luglio 2011).
  3. ^ My Chemical Romance desata locura en Chile, El Mercurio. URL consultato il 5 febbraio 2011.
    «Ni el llanto —y sí que lo hubo— les permitió estar presentes en la entrega de un disco de oro por las 7.500 copias vendidas de su último disco 'The Black Parade'».
  4. ^ (ES) Certificaciones – My Chemical Romance, su amprofon.com.mx, AMPROFON. URL consultato il 25 luglio 2012.
  5. ^ ARIA Charts - Accreditations - 2007 Albums, su aria.com.au, Australian Recording Industry Association. URL consultato il 26 febbraio 2018.
  6. ^ (EN) Canadian album certifications – My Chemical Romance – The Black Parade, su musiccanada.com, Music Canada. URL consultato il 25 luglio 2012.
  7. ^ IFPI Platinum Europe Awards - Q1 & Q2 2012
  8. ^ Irish album certifications – The Black Parade, su irishcharts.ie, Irish Recorded Music Association. URL consultato il 25 luglio 2012.
  9. ^ (JA) Japanese album certifications – My Chemical Romance – The Black Parade, su riaj.or.jp, Recording Industry Association of Japan. URL consultato il 25 luglio 2012.
  10. ^ New Zealand album certifications – The Black Parade, su nztop40.co.nz, Recorded Music NZ.
  11. ^ Certified Awards
  12. ^ American album certifications – My Chemical Romance – The Black Parade, su riaa.com. URL consultato il 26 febbraio 2018.
  13. ^ (EN) My Chemical Romance release ‘The Black Parade/Living With Ghosts’ anniversary release details, Alternative Press, 29 luglio 2016. URL consultato il 29 luglio 2016.
  14. ^ (EN) Introducing... 'Rock Sound Presents: The Black Parade', Rock Sound, 15 settembre 2016. URL consultato il 15 settembre 2016.
  15. ^ (EN) Andy Greenwald, Like a Bat out of Hell, in SPIN, pag. 95, novembre 2006.
  16. ^ Reviews for The Black Parade by My Chemical Romance, Metacritic. URL consultato l'11 gennaio 2011.
  17. ^ Stephen Thomas Erlewine, The Black Parade – My Chemical Romance, AllMusic. URL consultato il 2 luglio 2008.
  18. ^ Theon Weber, My Chemical Romance – The Black Parade – Review, in Stylus Magazine, 24 ottobre 2006. URL consultato il 2 luglio 2008 (archiviato dall'url originale il 16 giugno 2008).
  19. ^ Jon Dolan, My Chemical Romance: The Black Parade, in Blender. URL consultato il 21 gennaio 2017 (archiviato dall'url originale il 18 marzo 2009).
  20. ^ Clark Collis, The Black Parade, in Entertainment Weekly, 14 febbraio 2006. URL consultato il 6 aprile 2007.
  21. ^ Betty Clarke, My Chemical Romance, The Black Parade, in The Guardian, 20 ottobre 2006. URL consultato il 21 gennaio 2017.
  22. ^ Ann Powers, Reality. Dead on., in Los Angeles Times, 24 ottobre 2006. URL consultato il 17 gennaio 2011.
  23. ^ Dan Martin, My Chemical Romance: The Black Parade, in NME, 13 ottobre 2006. URL consultato il 10 maggio 2016 (archiviato dall'url originale il 3 marzo 2016).
  24. ^ My Chemical Romance: The Black Parade, in Q, nº 244, November 2006, p. 147.
  25. ^ David Fricke, The Black Parade, in Rolling Stone, 16 ottobre 2006. URL consultato il 17 gennaio 2011.
  26. ^ Andy Greenwald, Like a Bat out of Hell, in Spin, vol. 22, nº 11, November 2006, p. 95. URL consultato l'11 maggio 2016.
  27. ^ Dan Martin, My Chemical Romance – The Black Parade, in Uncut, nº 114, November 2006, p. 123. URL consultato il 21 gennaio 2017.
  28. ^ Official Scottish Albums Chart Top 100 | Official Charts Company, su Officialcharts.com. URL consultato il 20 maggio 2016.
  29. ^ (ZH) Western Weekly Top 20, Week 47, 2006, G-Music.com. URL consultato il 12 giugno 2011.
  30. ^ (EN) MY CHEMICAL ROMANCE, su officialcharts.com, UK Albums Chart.
  31. ^ (EN) My Chemical Romance Chart History (Billboard 200), su billboard.com, Billboard.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Punk Portale Punk: accedi alle voci di Wikipedia che parlano di musica punk