Svegliati e uccidi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Svegliati e uccidi
Svegliati e uccidi.jpg
Una scena del film
Paese di produzione Italia, Francia
Anno 1966
Durata 123 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere poliziesco, drammatico
Regia Carlo Lizzani
Soggetto Ugo Pirro, Carlo Lizzani
Sceneggiatura Ugo Pirro
Produttore Joseph Fryd, Carlo Lizzani
Casa di produzione Sanson Film, Castoro Film, C.I.P.R.A.
Fotografia Armando Nannuzzi
Montaggio Franco Fraticelli
Musiche Ennio Morricone
Scenografia Franco Bottari
Interpreti e personaggi

Svegliati e uccidi è un film del 1966 diretto da Carlo Lizzani. È un film drammatico ispirato alla vita del rapinatore italiano Luciano Lutring, che ha ispirato in seguito anche il film Lo zingaro di José Giovanni (1975).

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Milano. Luciano Lutring è un ragazzo con poca voglia di lavorare. Inizia quindi a fare il rapinatore, rendendosi autore di una serie di rapine in banca e guadagnandosi il soprannome di "Solista del mitra" a causa del mitra che portava sempre nascosto dentro una custodia di violino.

Ambientazione[modifica | modifica wikitesto]

La sequenza dei titoli di testa del film è una larga panoramica della piazzetta in viale Francesco Restelli, a Milano; la zona è oggi molto cambiata e dalla stessa prospettiva si può vedere la facciata posteriore di Palazzo Lombardia.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema