Susanna Hoffs

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Susanna Hoffs
SusannaHoffsAustralia2008.jpg
Susanna Hoffs nel 2008 in Australia
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
GenereRock alternativo
Pop rock
Pop
Periodo di attività musicale1980 – in attività
Gruppo attualeThe Bangles
Album pubblicati6
Studio6
Sito ufficiale
Susanna Hoffs con le The Bangles al Common Ground Festival di Lansing , Michigan 2006

Susanna Lee Hoffs (Los Angeles, 17 gennaio 1959) è una cantante, chitarrista e attrice statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Primi anni[modifica | modifica wikitesto]

Nata da una famiglia ebrea, sua madre è la regista Tamar Ruth, mentre suo padre, Joshua Allen Hoffs, è uno psicanalista. Ha iniziato a suonare la chitarra da adolescente. Si è diplomata alla Palisades High School nel 1976. Durante i suoi anni al college ha debuttato per la prima volta in TV con il film diretto da sua madre, Stony Island. Si è laureata all'Università di Berkeley nel 1980 con una laurea di primo livello in dicipline umanistiche. Quando entrò a Berkeley era una fan dei gruppi di classic rock che suonavano nei grandi stadi, successivamente ha assistito al concerto finale dei Sex Pistols al Winterland Ballroom e ad un concerto di Patty Smith. L'interesse per il punk ha cambiato il suo obiettivo da diventare una ballerina a suonare in una band.[1] Infine si è unita a Vicki e Debbi Peterson che più tardi diventeranno le Bangles.

Carriera da solista[modifica | modifica wikitesto]

Ha pubblicato il suo primo album da solista When You're a Boy nel 1991, che contiene il singolo My Side of the Bed che si è classificato nella Billboard Top 40 single negli Stati Uniti e al 44º posto nella UK Singles Chart nel Regno Unito.

La Hoffs ha registrato un nuovo album nel 1993-94, prima di lasciare la Columbia Records, che è stato pubblicato solo nel 1996 con il titolo Susanna Hoffs.

Ha pubblicato il suo terzo album da solista Someday nel 2012 per la Vanguard Records, prodotto da Mitchell Froom ed influenzato dalla musica degli anni '60.[2]

Altre collaborazioni[modifica | modifica wikitesto]

Con Mike Myers e Matthew Sweet la Hoffs ha formato la band Ming Tea, dopo la collaborazione di Mayers al Saturday Night Live nei primi anni '90. Tutti hanno adottato uno pseudonimo, Susanna ha usato "Gillian Shagwell" e Mayers quello di "Austin Powers". Il gruppo ha effettuato alcune esibizioni nei club e in TV.

Nel 2006 insieme all'ex compagno dei Ming Tea Matthew Sweet la Hoffs ha formato il duo Sid n Susie. Hanno registrato l'album Under the Covers, Vol. 1, per l'etichetta Shout! Factory, che contiene quindici cover di brani rock anni '60 e '70, seguito da Under the Covers, Vol. 2 nel 2009 che contiene brani degli anni '70 e Under the Covers, Vol. 3 nel 2012 con brani degli anni '80.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Di fede ebraica Susanna Hoffs è sposata dal 1993 con il regista Jay Roach, da cui ha avuto due figli, Jackson e Sam Rayfield.[3] Rouch si è convertito al giudaismo al momento del matrimonio.

Susanna è vegetariana.

Strumentazione[modifica | modifica wikitesto]

Susanna suona spesso chitarre vintage Rickenbacker e questo produttore le ha dedicato un modello autografo la 350 SH Limited edition nel 1989. Anche il produttore Taylor Guitars ha realizzato per lei un modello speciale di chitarra acustica in legno di koa la K22 SHSM.[4]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Con le The Bangles[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: The Bangles.
Album in studio
Extended play
Singoli
Raccolte
  • 1990 – Greatest Hits
  • 2014 – Ladies and Gentlemen... The Bangles!

Da solista[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio
EP
  • 2012 – Some Summer Days
  • 2012 – From Me to You

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Mike Ragogna, Sweetheart Of The Sun & Modern Art: Chatting With The Bangles' Susanna Hoffs and Matthew Sweet, in Huffington Post, 26 settembre 2011. URL consultato l'8 ottobre 2011.
  2. ^ (EN) Susanna Hoffs « Vanguard Records Publicity, Publicity.vanguardrecords.com, 17 luglio 2012. URL consultato il 25 dicembre 2012 (archiviato dall'url originale il 29 ottobre 2013).
  3. ^ (EN) No more manic Mondays, in The Sun-Herald, 5 settembre 2005. URL consultato il 15 agosto 2010.
  4. ^ (EN) Kraig Sollenberger, Susanna Hoffs | Vintage Guitar® magazine, Vintage Guitar, Inc.. URL consultato il 5 aprile 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN87499593 · ISNI (EN0000 0001 1476 9791 · LCCN (ENn91111239 · GND (DE13470939X · BNF (FRcb14027294j (data)