Stazione di Pietrarsa-San Giorgio a Cremano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pietrarsa-San Giorgio a Cremano
stazione ferroviaria
Stazione Pietrarsa - San Giorgio a Cremano.jpg
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàNapoli
Coordinate40°49′18.84″N 14°19′17.4″E / 40.8219°N 14.3215°E40.8219; 14.3215Coordinate: 40°49′18.84″N 14°19′17.4″E / 40.8219°N 14.3215°E40.8219; 14.3215
Lineeferrovia Napoli-Battipaglia
Caratteristiche
TipoFermata in superficie, passante
Stato attualeIn uso
OperatoreTrenitalia
Attivazione1916
Binari2
InterscambiAutobus urbani ANM e filobus
DintorniMuseo ferroviario di Pietrarsa
 
Mappa di localizzazione: Napoli
Pietrarsa-San Giorgio a Cremano
Pietrarsa-San Giorgio a Cremano

La stazione Pietrarsa-San Giorgio a Cremano è una fermata ferroviaria posta sulla linea Napoli-Salerno; serve la località di Pietrarsa, posta tra Napoli e Portici a poca distanza da San Giorgio a Cremano.
Si trova nel comune di Napoli al limite col comune di Portici.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La fermata venne attivata nel 1916[1]. All'epoca Pietrarsa faceva parte del comune di San Giovanni a Teduccio.

Strutture e impianti[modifica | modifica wikitesto]

La fermata dispone di un fabbricato viaggiatori facente anche da casa cantoniera per l'adiacente passaggio a livello, di due binari passanti per il traffico passeggeri più un terzo tronco: questo era a servizio dell'adiacente OGR Pietrarsa (di origine borbonica e nato come opificio a servizio della prima linea ferroviaria italiana, ovvero la Napoli-Portici del 1839) al quale vi si accedeva attraverso un cancello, normalmente chiuso, seguito da una piattaforma a settore di circonferenza la quale, a sua volta, metteva in comunicazione col binario che collegava, e che ancora collega, con il fascio binari interno all'officina. Tale tronchino serve saltuariamente al museo nazionale ferroviario, nato dalla riconversione della vecchia Officina. A servizio dei binari vi sono due banchine unite da un sottopassaggio.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Azienda autonoma delle Ferrovie dello Stato, Ordine di Servizio n. 203, 1916.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]