Trieste Science+Fiction Festival

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Science Plus Fiction)
Trieste Science+Fiction Festival
Trieste Science+Fiction Festival 2016.jpg
Trieste Science+Fiction Festival 2016
Luogo Trieste
Anni 2000 - oggi
Frequenza Annuale
Fondato da La Cappella Underground
Date Novembre
Genere Cinema fantastico
Sito ufficiale Sito web

Il Trieste Science+Fiction Festival è un festival cinematografico nato nel 2000 col nome di Science plus Fiction su iniziativa del Centro Ricerche e Sperimentazioni Cinematografiche e Audiovisive La Cappella Underground, raccogliendo l'eredità del Festival internazionale del film di fantascienza di Trieste svoltosi dal 1963 al 1982.

La manifestazione esplora vari ambiti della cultura fantascientifica, dal cinema al fumetto, dalla letteratura al teatro attraverso retrospettive, omaggi, rarità, convegni e incontri con rilevanti esponenti della produzione cinematografica di fantascienza italiani e stranieri.

Il Trieste Science+Fiction Festival assegna annualmente al miglior lungometraggio del concorso internazionale il tradizionale premio Asteroide, già massimo riconoscimento dello storico festival triestino.

È membro della European Fantastic Film Festivals Federation, in collaborazione con la quale assegna ogni anno il Méliès d'argento (Méliès d'argent) al miglior lungometraggio e cortometraggio europeo in concorso.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1963 nasce il Festival internazionale del film di fantascienza[1], una manifestazione rivoluzionaria che porta a Trieste illustri personalità dello stardom internazionale come Arthur C. Clarke, Roger Corman (il cui L'uomo degli occhi a raggi X viene premiato con l'Astronave d'argento nel 1963), Riccardo Freda, Forrest J. Ackerman, Umberto Eco (in giuria nel 1963) e Brian Aldiss[2]. Lo organizza un gruppo di “giovani della poesia visiva” – così li definisce Ungaretti in un telegramma augurale, ancora in possesso de La Cappella Underground – che avrebbero fatto della città un palcoscenico unico per il cinema di genere, fino al 1982, anno in cui il festival si interrompe.

Nel 2000 La Cappella Underground decide di rilanciare la tradizione di quel festival, proponendo produzioni indipendenti, anteprime e film rari, con il nuovo nome di Science plus Fiction.

Nel 2002, in collaborazione con Arnoldo Mondadori Editore nel cinquantenario della rivista Urania (la collana editoriale dedicata al fantastico e alla fantascienza), viene istituito il premio alla carriera Urania d'Argento, conferito quell'anno a Pupi Avati[3]. Nel corso delle successive edizioni, sono stati insigniti dell'Urania d'Argento: Dario Argento (2003)[4], Jimmy Sangster (2004)[5], Lamberto Bava (2005)[6], Enki Bilal e Terry Gilliam (2006)[7], Joe Dante (2007)[8], Ray Harryhausen (2008, che parteciperà in videoconferenza da Londra)[9], Roger Corman e Christopher Lee (2009)[10], George A. Romero (2011)[11], Alfredo Castelli (2012)[12], Gabriele Salvatores (2013)[13], Alejandro Jodorowsky (2014)[14], Bruce Sterling (2015)[15], Rutger Hauer (2016)[16].

Nel 2004, alla sua quinta edizione, Science plus Fiction lancia una nuova sfida restaurando il simbolo dimenticato della manifestazione a cui si ispira: l'Asteroide, premio storico del ciclo ventennale del Festival internazionale del film di fantascienza di Trieste[17]. Originariamente noto come "Asteroide d'Oro", il premio veniva consegnato al miglior film in concorso ed era disegnato ogni anno da un artista diverso; se, infatti, il festival aveva saputo portare celebri personaggi e film di spicco nel panorama del cinema sci-fi, altrettanto eccellenti erano i nomi degli artisti che firmavano il premio, dal triestino Nino Perizi a Marcello Mascherini.

Nel 2005 il Science plus Fiction entra a far parte della European Fantastic Film Festivals Federation[18], network che riunisce le principali manifestazioni del settore nella prospettiva di promuovere ai massimi livelli la produzione cinematografica europea di genere.

Il festival nel 2007 assume la dicitura di Science+Fiction (poi Trieste Science+Fiction Festival) e si caratterizza per un ampio ventaglio di appuntamenti: non solo cinema, ma anche eventi collaterali sui temi correlati alla fantascienza (tavole rotonde, convegni scientifici, concerti e performance teatrali, esposizioni d'arte e incontri letterari).

Nel 2009 il festival introduce il concorso Méliès per i lungometraggi, che affianca quello già dedicato ai cortometraggi[19].

Il programma cinematografico ha sempre offerto proposte diverse che potessero accontentare appassionati e neofiti dei generi science-fiction, horror e fantasy e, nel corso degli anni, si sono andate delineando via via nuove sezioni: ad oggi (2016), oltre alla sezione ufficiale Neon che comprende le ultime novità e le anteprime in concorso e fuori concorso, il Festival presenta cortometraggi in concorso (European Fantastic Shorts) e fuori concorso (Fantastic Shorts), oltre a Spazio Italia, la vetrina dedicata alle produzioni italiane fantastiche e fantascientifiche. Fra le numerose retrospettive che hanno accompagnato le sezioni ufficiali: Brit Invaders! (2003-2005), dedicata alla produzione sci-fi britannica dagli anni Sessanta agli autori contemporanei[20]; Marx Attacks! (2007, 2009) con una visione allargata alle produzioni sovietiche e dell'Est Europa[21]; FantaEspaña (2002), dedicata al cinema di fantascienza spagnolo, a cura di Carlos Aguilar[22]; Voyage Fantastique (2006-2008), un viaggio all'interno della fantascienza francese, in collaborazione con il Institut français di Milano e l'Ambasciata di Francia; Fant'America (2009) un omaggio ad Edgar Allan Poe a duecento anni dalla sua nascita.

La manifestazione registra più di 20.000 presenze all'anno[23].

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Asteroide[modifica | modifica wikitesto]

Anno Film Regista Nazione
2004 Able Edwards Graham Robertson Stati Uniti Stati Uniti
2005 Puzzlehead James Bai Stati Uniti Stati Uniti
2006 Manga Peter Khazizov Russia Russia
2007 Timecrimes (Los cronocrímenes) Nacho Vigalondo Spagna Spagna
2008 Tres días F. Javier Gutiérrez Spagna Spagna
2009 First Squad – The Moment of Truth Yoshiharu Ashino / Misha Shprits / Aljoscha Klimov Giappone Giappone / Russia Russia / Canada Canada
2010 Transfer Damir Lukacevic Germania Germania
2011 Monsters Gareth Edwards Regno Unito Regno Unito
2012 Errors of the Human Body Eron Sheean Germania Germania / Stati Uniti Stati Uniti
2013 Europa Report Sebastián Cordero Stati Uniti Stati Uniti
2014 Time Lapse Bradley D. King Stati Uniti Stati Uniti
2015 Wyrmwood Kiah Roache-Turner Australia Australia
2016 Embers Claire Carré Stati Uniti Stati Uniti / Polonia Polonia
2017 The Man with the Magic Box Bodo Kox Polonia Polonia / Italia Italia

Méliès d'argento - Lungometraggi[modifica | modifica wikitesto]

Anno Film Regista Nazione
2009 The Children Tom Shankland Regno Unito Regno Unito
2010 Trasporto eccezionale - Un racconto di Natale (Rare Exports: A Christmas Tale) Jalmari Helander Finlandia Finlandia
2011 L'arrivo di Wang Manetti Bros. Italia Italia
2012 Grabbers Jon Wright Regno Unito Regno Unito / Irlanda Irlanda
2013 Lacrime di sangue (L'étrange couleur des larmes de ton corps)' Hélène Cattet / Bruno Forzani Belgio Belgio / Francia Francia / Lussemburgo Lussemburgo
2014 Index Zero Lorenzo Sportiello Italia Italia
2015 Polder Samuel Schwarz / Julian M. Grunthal Svizzera Svizzera / Germania Germania
2016 The Sum of Histories (Terug Naar Morgen) Lukas Bossuyt Belgio Belgio
2017 Loop (Hurok) Isti Madarász Ungheria Ungheria

Méliès d'argento - Cortometraggi[modifica | modifica wikitesto]

Anno Film Regista Nazione
2005 Terra Incognita Peter Volkart Svizzera Svizzera
2006 Final Journey Brendan Muldowney Irlanda Irlanda
2007 Absence Kevin Lecomte Francia Francia
2008 Kingz Benni Diez / Marinko Spahic Germania Germania
2009 Virtual Dating Katia Olivier Belgio Belgio
2010 Daddy's Girl Helen Komini Olsen Norvegia Norvegia
2011 Out of Erasers (Sudd) Erik Rosenlund Svezia Svezia / Danimarca Danimarca
2012 Employé du mois Olivier Beguin Svizzera Svizzera
2013 Happy B-Day Holger B. Frick Germania Germania
2014 The Nostalgist Giacomo Cimini Regno Unito Regno Unito
2015 The Kármán Line Oscar Sharp Regno Unito Regno Unito
2016 Getting Fat in a Healthy Way Kevork Aslanyan Bulgaria Bulgaria
2017 The Last Schnitzel Kaan Arici / Ismet Kurtulus Danimarca Danimarca

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ FIFF 1963, in Trieste Science+Fiction - Festival della Fantascienza, 04 agosto 2014. URL consultato il 10 novembre 2016.
  2. ^ "Trieste Science + Fiction" raccoglie i segnali lanciati dal primo festival 50 anni fa - Il Piccolo, in Archivio - Il Piccolo. URL consultato il 10 novembre 2016.
  3. ^ Trieste Science+Fiction Festival 2002, in Trieste Science+Fiction - Festival della Fantascienza, 06 agosto 2014. URL consultato il 10 novembre 2016.
  4. ^ Dario Argento al Scienceplusfiction di Trieste ∂ FantasyMagazine.it, in FantasyMagazine.it. URL consultato il 10 novembre 2016.
  5. ^ repubblica.it, A Jimmy Sangster l'Urania d'argento alla carriera, in trovacinema.repubblica.it. URL consultato il 10 novembre 2016.
  6. ^ Urania d'Argento a Lamberto Bava ∂ Fantascienza.com, in Fantascienza.com. URL consultato il 10 novembre 2016.
  7. ^ Anche Terry Gilliam a Trieste ∂ Fantascienza.com, in Fantascienza.com. URL consultato il 10 novembre 2016.
  8. ^ Joe Dante a Trieste - Cinematografo, in Cinematografo. URL consultato il 10 novembre 2016.
  9. ^ Il programma del Festival della Fantascienza - Cronaca - Messaggero Veneto, in Messaggero Veneto, 10 novembre 2008. URL consultato il 10 novembre 2016.
  10. ^ Il Blog di Urania » Blog Archive  » Urania: la musa del cinema, su blog.librimondadori.it. URL consultato il 10 novembre 2016.
  11. ^ George Romero a Trieste per il premio Urania d'Argento, in Everyeye.it. URL consultato il 10 novembre 2016.
  12. ^ A Sergio Bonelli il Premio La Lombardia per il Lavoro, in Comicsblog.it. URL consultato il 10 novembre 2016.
  13. ^ Salvatores vince a Trieste l'Urania d'argento - Tempo Libero - Messaggero Veneto, in Messaggero Veneto, 03 novembre 2013. URL consultato il 10 novembre 2016.
  14. ^ Jodorowsky a Trieste, su news.cinecitta.com. URL consultato il 10 novembre 2016.
  15. ^ Urania d'Argento a Bruce Sterling innovatore della fantascienza - Cronaca - Il Piccolo, in Il Piccolo, 31 ottobre 2015. URL consultato il 10 novembre 2016.
  16. ^ Premi: Urania Argento Trieste Science+Fiction a Rutger Hauer - Friuli Venezia Giulia, in ANSA.it, 13 ottobre 2016. URL consultato il 10 novembre 2016.
  17. ^ Trieste Science+Fiction Festival Edizione 2004, in Trieste Science+Fiction - Festival della Fantascienza, 06 agosto 2014. URL consultato il 10 novembre 2016.
  18. ^ European Fantastic Film Festivals Federation - The home of the Méliès d'Or
  19. ^ Il primo Méliès d'argento è stato assegnato all'horror britannico The Children di Tom Shankland. http://www.fantascienza.com/13156/science-fiction-09-a-first-squad-il-premio-asteroide-del-festival-della-fantascienza-di-trieste
  20. ^ Festival internazionale della fantascienza. URL consultato il 10 novembre 2016.
  21. ^ Marx Attacks! a Trieste, su oscilloscopioazzurro.blogspot.it. URL consultato il 10 novembre 2016.
  22. ^ In occasione della retrospettiva, è stato anche pubblicato il testo Carlos Agular, FantaEspaña. Orrore e fantascienza nel cinema spagnolo: un secolo di delirio filmico, Torino, Lindau, 2003, ISBN 978-88-7180-438-5
  23. ^ Trieste Science+Fiction 2015, oltre 22 mila presenze: vince Wyrmwood, in TriestePrima. URL consultato il 10 novembre 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]