Forrest J. Ackerman

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Forrest J. Ackerman nel 1972

Forrest Jacker Ackermann (Los Angeles, 24 novembre 1916Los Angeles, 4 dicembre 2008[1][2]) è stato uno scrittore di fantascienza, curatore editoriale, giornalista e agente letterario statunitense, noto per essere stato uno dei fondatori del fandom di fantascienza, un esperto di cinema di fantascienza, horror e fantasy[3] e un avido collezionista di libri e memorabilia dei film di genere[4].

Durante la sua carriera di agente letterario, Ackerman ha rappresentato autori di fantascienza di primo piano quali Ray Bradbury, Isaac Asimov, A.E. van Vogt, Curt Siodmak e Ron Hubbard.[5] Per molti decenni è stata una delle figure di spicco del fandom internazionale della fantascienza, promuovendo il genere anche al di fuori degli Stati Uniti.[6]

Ackerman è stato il direttore e principale redattore della rivista di cinema Famous Monsters of Filmland[4][7] ed è apparso in vari film, principalmente come attore.[8][9]

Famoso per i suoi giochi di parole e neologismi, ha coniato la popolare abbreviazione sci-fi per definire il genere fantascientifico.[4][10]

Ackerman era anche un appassionato cultore della lingua esperanto, che parlava fluidamente.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Forrest J. Ackermann, in The Guardian, 7 dicembre 2008.
  2. ^ È morto Forrest Ackermann il fan più grande, su fantascienza.com.
  3. ^ Robert Bloch. "Another Part of the Forrest" in Bloch's Out of My Head. Cambridge MA: NESFA Press, 198, 191-93
  4. ^ a b c (EN) Forrest J Ackerman, writer-editor who coined 'sci-fi,' dies at 92, in Los Angeles Times.
  5. ^ (EN) Richard Corliss, Sci-Fi's No. 1 Fanboy, Forrest J Ackerman, Dies at 92, in Time, 6 dicembre 2008. URL consultato il 16 agosto 2017.
  6. ^ Deborah Painter, Forry: The Life of Forrest J Ackerman, McFarland, 2010, p. 52, ISBN 978-0-7864-5798-4.
  7. ^ (EN) Former Famous Monster Magazine Contributor, su horror-wood.com. (archiviato dall'url originale il 20 luglio 2008).
  8. ^ Mo-Net s.r.l. Milano-Firenze, Forrest J. Ackerman | MYmovies, su www.mymovies.it. URL consultato il 16 agosto 2017.
  9. ^ Forrest J. Ackerman, su IMDb. URL consultato il 15 luglio 2017.
  10. ^ (EN) Famouse Monsters of Filmland, su moviemags.com.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN9983456 · ISNI (EN0000 0001 1872 8962 · LCCN (ENn81040235 · GND (DE173254853 · BNF (FRcb13091324h (data) · NLA (EN36084979