Forrest J. Ackerman

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Forrest J. Ackerman nel 1972

Forrest Jacker Ackermann (Los Angeles, 24 novembre 1916Los Angeles, 4 dicembre 2008[1][2]) è stato uno scrittore di fantascienza, curatore editoriale, giornalista e agente letterario statunitense, noto per essere stato uno dei fondatori del fandom di fantascienza, un esperto di cinema di fantascienza, horror e fantasy[3] e un avido collezionista di libri e memorabilia dei film di genere[4].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Durante la sua carriera di agente letterario, Ackerman ha rappresentato autori di fantascienza di primo piano quali Ray Bradbury, Isaac Asimov, A. E. van Vogt, Curt Siodmak ed L. Ron Hubbard.[5] Per molti decenni è stata una delle figure di spicco del fandom internazionale della fantascienza, promuovendo il genere anche al di fuori degli Stati Uniti.[6]

Ackerman è stato il direttore e principale redattore della rivista di cinema Famous Monsters of Filmland[4][7] ed è apparso in vari film, principalmente come attore.[8][9]

Famoso per i suoi giochi di parole e neologismi, ha coniato la popolare abbreviazione sci-fi per definire il genere fantascientifico.[4][10]

Ackerman era anche un appassionato cultore della lingua esperanto, che parlava fluidamente.

Ackerman lavorò anche come attore, facendo alcune partecipazioni in cortometraggi, TV movie e telefilm.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Forrest J. Ackermann, in The Guardian, 7 dicembre 2008.
  2. ^ È morto Forrest Ackermann il fan più grande, su fantascienza.com.
  3. ^ Robert Bloch. "Another Part of the Forrest" in Bloch's Out of My Head. Cambridge MA: NESFA Press, 198, 191-93
  4. ^ a b c (EN) Forrest J Ackerman, writer-editor who coined 'sci-fi,' dies at 92, in Los Angeles Times.
  5. ^ (EN) Richard Corliss, Sci-Fi's No. 1 Fanboy, Forrest J Ackerman, Dies at 92, in Time, 6 dicembre 2008. URL consultato il 16 agosto 2017.
  6. ^ Deborah Painter, Forry: The Life of Forrest J Ackerman, McFarland, 2010, p. 52, ISBN 978-0-7864-5798-4.
  7. ^ (EN) Former Famous Monster Magazine Contributor, su horror-wood.com (archiviato dall'url originale il 20 luglio 2008).
  8. ^ Mo-Net s.r.l. Milano-Firenze, Forrest J. Ackerman | MYmovies, su www.mymovies.it. URL consultato il 16 agosto 2017.
  9. ^ Forrest J. Ackerman, su IMDb. URL consultato il 15 luglio 2017.
  10. ^ (EN) Famouse Monsters of Filmland, su moviemags.com.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN9983456 · ISNI (EN0000 0001 1872 8962 · LCCN (ENn81040235 · GND (DE173254853 · BNF (FRcb13091324h (data) · NLA (EN36084979