Rodion Jakovlevič Malinovskij

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Rodion Jakovlevič Malinovskij in russo: Родион Яковлевич Малиновский[?] (Odessa, 23 novembre 1898Mosca, 31 marzo 1967) è stato un generale sovietico, maresciallo dell'Unione Sovietica e ministro della Difesa dell'URSS.

Il generale Rodion Jakovlevič Malinovskij

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Malinovskij, nato ad Odessa, trascorse gran parte della giovinezza in campagna. Ebbe la prima esperienza militare durante la Grande Guerra quando combatté a soli 15 anni d'età come volontario sul fronte tedesco. Nel 1916 fu inviato in Francia come membro del Corpo di spedizione Russo sul Fronte occidentale. Malinovski operò a Fort Brion ove fu promosso per valore al grado di sergente. Ferito gravemente ad un braccio ricevette una decorazione militare da parte del governo francese. Con lo scoppio della rivoluzione russa del 1917 la Francia espulse le unità russe ma offrì ad alcuni volontari l'opportunità di servire nella Legione straniera francese.

Malinovski optò per quest'ultima soluzione combattendo contro i tedeschi fino alla fine della guerra meritandosi la croce di guerra francese e la promozione a sottufficiale. Rimpatriato nel 1918 guadagnò i galloni combattendo in difesa della giovane Repubblica del Soviet minacciata dagli eserciti stranieri. Solo più tardi entrò all'Accademia Militare Frunze, diplomandosi nel 1930. Fu inviato in Spagna, per portare aiuto alla Repubblica contro i reparti falangisti di Francisco Franco. L'attacco hitleriano all'URSS trovò Rodion Malinovskij comandante di un'armata del fronte meridionale.

Fu costretto alla dolorosa ritirata del 1941, ma fu poi tra i protagonisti della controffensiva di Stalingrado, al comando di un raggruppamento di armate con le quali liberò il bacino carbonifero e siderurgico del Don tenuto dalle truppe tedesche del Feldmaresciallo von Manstein. La sua azione liberò dai nazisti tutto il sud dell'Ucraina. Le truppe sovietiche entrarono, liberatrici, nella città natale di Malinovskij, Odessa.

In collaborazione con il generale Tolbuchin, sferrò poi l'attacco decisivo dirigendo l'operazione chiamata di Iasi e Kiscimiov, aprendosi la via per la Romania e l'Ungheria. Trasferito in Estremo Oriente, Malinovskij sferrò l'offensiva contro le truppe giapponesi in Manciuria e nella penisola del Kuantung. Nel 1956 gli fu affidato il comando centrale di tutte le forze di terra dell'URSS, in sostituzione di Konev. Nell'ottobre del 1957 divenne ministro della Difesa, dopo l'allontanamento del maresciallo Žukov. Sotto la sua direzione l'esercito sovietico si arricchì delle più moderne attrezzature belliche, dai missili di ogni tipo ai sommergibili a propulsione nucleare.

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Onorificenze russe[modifica | modifica sorgente]

Croce di San Giorgio di III Classe - nastrino per uniforme ordinaria Croce di San Giorgio di III Classe

Onorificenze sovietiche[modifica | modifica sorgente]

Eroe dell'Unione Sovietica (2) - nastrino per uniforme ordinaria Eroe dell'Unione Sovietica (2)
— 8 settembre 1945 e 22 novembre 1958
Ordine della Vittoria - nastrino per uniforme ordinaria Ordine della Vittoria
— 26 aprile 1945
Ordine di Lenin (5) - nastrino per uniforme ordinaria Ordine di Lenin (5)
— 17 luglio 1937, 6 novembre 1941, 21 febbraio 1945, 8 settembre 1945 e 22 novembre 1958
Ordine della Bandiera Rossa (3) - nastrino per uniforme ordinaria Ordine della Bandiera Rossa (3)
— 22 ottobre 1937, 3 novembre 1944 e 15 novembre 1950
Ordine di Suvorov di I classe (2) - nastrino per uniforme ordinaria Ordine di Suvorov di I classe (2)
— 28 gennaio 1943 e 19 marzo 1944
Ordine di Kutuzov di I Classe - nastrino per uniforme ordinaria Ordine di Kutuzov di I Classe
— 17 settembre 1943
Medaglia per la difesa di Stalingrado - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia per la difesa di Stalingrado
Medaglia per la vittoria sulla Germania nella grande guerra patriottica 1941-1945 - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia per la vittoria sulla Germania nella grande guerra patriottica 1941-1945
Medaglia per il giubileo dei 20 anni della vittoria della grande guerra patriottica del 1941-1945 - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia per il giubileo dei 20 anni della vittoria della grande guerra patriottica del 1941-1945
Medaglia per la vittoria sul Giappone - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia per la vittoria sul Giappone
Medaglia per la cattura di Budapest - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia per la cattura di Budapest
Medaglia per la cattura di Vienna - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia per la cattura di Vienna
Medaglia per il giubileo dei 20 anni dell'Armata Rossa dei lavoratori e dei contadini - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia per il giubileo dei 20 anni dell'Armata Rossa dei lavoratori e dei contadini
Medaglia per il giubileo dei 30 anni dell'esercito e della marina sovietica - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia per il giubileo dei 30 anni dell'esercito e della marina sovietica
Medaglia per il giubileo dei 40 anni delle forze armate dell'Unione Sovietica - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia per il giubileo dei 40 anni delle forze armate dell'Unione Sovietica

Onorificenze straniere[modifica | modifica sorgente]

Stella d'Oro dell'Ordine Militare del Leone Bianco (Cecoslovacchia) - nastrino per uniforme ordinaria Stella d'Oro dell'Ordine Militare del Leone Bianco (Cecoslovacchia)
— 1945
Croce di guerra cecoslovacca del 1939-1945 (Cecoslovacchia) - nastrino per uniforme ordinaria Croce di guerra cecoslovacca del 1939-1945 (Cecoslovacchia)
— 1945
Medaglia dell'amicizia sino-sovietica (Cina) - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia dell'amicizia sino-sovietica (Cina)
Ordine della Bandiera Nazionale di I Classe (Corea del Nord) - nastrino per uniforme ordinaria Ordine della Bandiera Nazionale di I Classe (Corea del Nord)
— 1948
Grand'Ufficiale dell'Ordine della Legion d'Onore (Francia) - nastrino per uniforme ordinaria Grand'Ufficiale dell'Ordine della Legion d'Onore (Francia)
— 1945
Croix de guerre 1914–1918 (Francia) - nastrino per uniforme ordinaria Croix de guerre 1914–1918 (Francia)
— 1916
Croix de guerre 1939-1945 (Francia) - nastrino per uniforme ordinaria Croix de guerre 1939-1945 (Francia)
— 1945
Cavaliere di II Classe dell'Ordine della Stella di Adipurna (Indonesia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di II Classe dell'Ordine della Stella di Adipurna (Indonesia)
— 1963
Ordine dell'Eroe Popolare (Jugoslavia) - nastrino per uniforme ordinaria Ordine dell'Eroe Popolare (Jugoslavia)
«Per il comando altamente professionale delle truppe e l'eroismo visualizzato nella lotta contro il nemico comune, per i servizi allo sviluppo e al rafforzamento delle relazioni amichevoli tra le forze armate dell'URSS e le forze armate del SFRY»
— 27 maggio 1964
Ordine della Stella Partigiana (Jugoslavia) - nastrino per uniforme ordinaria Ordine della Stella Partigiana (Jugoslavia)
— 1956
Membro di Classe Eccezionale dell'Ordine Militare (Marocco) - nastrino per uniforme ordinaria Membro di Classe Eccezionale dell'Ordine Militare (Marocco)
— 1965
Ordine di Sukhbaatar (Mongolia) - nastrino per uniforme ordinaria Ordine di Sukhbaatar (Mongolia)
— 1961
Ordine della Bandiera Rossa (Mongolia) - nastrino per uniforme ordinaria Ordine della Bandiera Rossa (Mongolia)
— 1945
Medaglia della fratellanza in armi d'oro (Repubblica Democratica Tedesca) - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia della fratellanza in armi d'oro (Repubblica Democratica Tedesca)
— 1945
Comandante in Capo della Legion of Merit (Stati Uniti) - nastrino per uniforme ordinaria Comandante in Capo della Legion of Merit (Stati Uniti)
— 1946
Gran Croce con Collare dell'Ordine al Merito della Repubblica ungherese (Ungheria) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Croce con Collare dell'Ordine al Merito della Repubblica ungherese (Ungheria)
— 1947

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 111573864 LCCN: n85326221