Roberto Cinardi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Roberto Cinardi, noto anche con lo pseudonimo di Saku (Roma, 24 maggio 1981), è un regista italiano di video musicali.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gli esordi[modifica | modifica wikitesto]

Ha esordito nel 2007 con la regia del video musicale Fashion Kills Romance dei Dufresne, realizzato a basso costo riesce ad ottenere un'ottima rotazione su MTV e altre tv musicali.[1]

Il successo[modifica | modifica wikitesto]

Da allora ha firmato la regia di decine di videoclip e si trova a collaborare con artisti di chiara fama come: Verdena, Lacuna Coil, Piero Pelù, Litfiba, Linea 77, Nina Zilli, Nek, La Fame di Camilla, Le Mani, Velvet, The Niro, Pino Scotto, Caparezza, Boosta, Casino Royale, Emma, Nathalie, Alessandra Amoroso, Giusy Ferreri, Dolcenera, Salmo e Tiziano Ferro.

Ha diretto anche video di band e artisti internazionali come i dEUS e gli East 17.

Nel 2009 ha vinto, nella sezione dedicata ai premi alla produzione indipendente del Premio Videoclip Italiano, il premio migliore regia con il video musicale God and Ants di Caesar Palace e quello di miglior montaggio per Spellbound dei Lacuna Coil.[2][3] Ha vinto anche al PIVI il premio per la tecnica digitale con il video musicale The Gamer dei Phinx e un riconoscimento speciale per il videoclip del brano La nuova musica italiana dei Linea 77.

Ha diretto poi il video dei Vanilla Sky, Just Dance, uscito il 28 maggio 2010, cover del brano omonimo di Lady Gaga, con il quale ha vinto, nuovamente nella sezione dedicata ai premi alla produzione indipendente del Premio Videoclip Italiano 2010, quello di migliore regia.[2][4]

Nel 2011 il video musicale di Scegli me dei Verdena è stato nominato vincitore al PIVI per la miglior regia.[5]

Video musicali[modifica | modifica wikitesto]

2008[modifica | modifica wikitesto]

2009[modifica | modifica wikitesto]

2010[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ biografia di roberto saku cinardi
  2. ^ a b rockol i vincitori di tutte le edizioni
  3. ^ Premio Videoclip Italiano: i vincitori delle sezioni mainstream e indipendenti, Rockol.it, 11 dicembre 2009. URL consultato il 27 dicembre 2012.
  4. ^ Premio Videoclip Italiano 2010: ecco i vincitori, Rockol.it, 24 novembre 2010. URL consultato il 27 dicembre 2012.
  5. ^ PIVI 2011

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]