La Fame di Camilla

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
La Fame di Camilla
La Fame Di Camilla.jpg
La Fame di Camilla in concerto nel 2010
Paese d'origineItalia Italia
GenereIndie rock
Indie pop
Periodo di attività musicale2007 – 2013
EtichettaMercury Records
Universal Music
EMI
Album pubblicati3
Studio3

La Fame di Camilla è stato un gruppo musicale indie rock italiano, fondato nel 2007 a Bari, Puglia. Il gruppo era composto da Ermal Meta, Giovanni Colatorti, Dino Rubini e Lele Diana. Il gruppo si è sciolto il 29 marzo 2013.

Storia del gruppo[modifica | modifica wikitesto]

Primi anni (2007-2008)[modifica | modifica wikitesto]

Ermal Meta e Giovanni Colatorti durante un concerto

Il gruppo si formò a Bari nel 2007, componendo le prime canzoni in italiano e in albanese, lingua madre del cantante Ermal Meta.[1] Successivamente, il gruppo cominciò subito una serie di concerti promozionali, esibendosi in diversi festival e concorsi nazionali. Nello stesso anno partecipò al festival Aritmia Mediterranea, il quale portò i La Fame di Camilla al Meeting etichette indipendenti, dal quale venne concessa la partecipazione alla XIII Biennale dei Giovani Artisti dell'Europa e del Mediterraneo, al Controfestival di Controradio del 2007 e del 2008. Dal MEI 2008, il gruppo ricevette il "Demo Award", assegnato dalla trasmissione di Rai Radio 1 Demo, l'Acchiappatalenti di Renato Marengo e Michael Pergolani alla migliore band della stagione 2007-2008.[2] Dopo la vittoria del "Demo Award", il gruppo firmò un contratto per la EMI Music Publishing e la Universal Music Group.[3]

Dopo la pubblicazione dell'omonimo demo nel 2008,[4] il gruppo vinse all'Arè Rock Festival in Puglia[5] e si classificò primo al concorso Alb-It, bandito dal Teatro Pubblico Pugliese in collaborazione con Controradio,[6] nelle categorie "Miglior brano di un gruppo emergente" per Ne Doren Tende e "Miglior testo narrativo" per un cortometraggio sul rapporto tra Italia e Albania.[6] Nello stesso anno il gruppo partecipò alla seconda edizione del programma per gli artisti emergenti Operazione Soundwave di MTV Italia e Coca-Cola.[7]

La Fame di Camilla (2009)[modifica | modifica wikitesto]

L'omonimo album di debutto, La Fame di Camilla, prodotto dal gruppo stesso, venne pubblicato nel settembre del 2009 sotto la Universal Music Italia e la EMI Music Publishing.[8] Il disco fu registrato e missato negli Stone Room Studios e negli Itaca Recording Studios di Bari e venne masterizzato da John Davis (già a lavoro con R.E.M., U2 e Damon Albarn) a Londra.[9]

L'album venne anticipato dal singolo Storia di una favola, il cui videoclip vinse il premio "Miglior Soggetto", mentre il gruppo si aggiudicò il Premio "Rivelazione Indie Pop" dell'anno al Meeting etichette indipendenti.[10] Nel dicembre 2009 il video si aggiudicò il titolo di "Miglior Videoclip Italiano" nella categoria "Emergenti" al Premio Videoclip Italiano.[11]

Sanremo 2010 e Buio e luce (2010-2011)[modifica | modifica wikitesto]

Il gruppo si presentò al Festival di Sanremo 2010 con il brano Buio e luce,[12] pubblicato come singolo il 12 febbraio 2010.[13]. Il gruppo tuttavia fu eliminato dalla sezione "Nuova Generazione" durante la terza serata del festival. Il singolo anticipò l'omonimo album Buio e luce, pubblicato il 19 febbraio 2010.[14] Nella sua prima settimana, l'album debuttò alla posizione numero 72 nella Classifica FIMI Album.[15]

Nell'estate dello stesso anno il gruppo si esibì all'Heineken Jammin' Festival di Mestre, condividendo il palco con Stereophonics, The Cranberries e Aerosmith.

L'attesa e lo scioglimento (2012-2013)[modifica | modifica wikitesto]

Il 31 gennaio 2012, a quasi due anni dal precedente, il gruppo pubblicò il terzo album L'attesa, prodotto da Fabrizio Barbacci (già collaboratore di Luciano Ligabue e Gianna Nannini)[16] e preceduto dal singolo Susy e l'infinito, in rotazione radiofonica a partire dal 16 dicembre 2011.[17] Il disco è stato registrato negli studi dei Negrita ad Arezzo. Sempre nello stesso anno il frontman Meta ha scritto un brano interpretato da Francesca Michielin, Un nuovo nome, inserito nell'album Riflessi di me.

Il 29 marzo 2013 il gruppo annunciò attraverso il proprio sito ufficiale la notizia del loro scioglimento.[18]

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

EP[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La Fame di Camilla - Biografia, Rockol, 12 gennaio 2010. URL consultato il 21 marzo 2010.
  2. ^ La Fame di Camilla vince il DemoAward al M.E.I. [collegamento interrotto], su rockit.it, 28 novembre 2008. URL consultato il 21 marzo 2010.
  3. ^ La Fame di Camilla, Myspace. URL consultato il 17 marzo 2010.
  4. ^ La Fame di Camilla - La Fame di Camilla, su rockit.it, 23 agosto 2008. URL consultato il 7 marzo 2010.
  5. ^ Arè Rock Festival - I vincitori del festival, Arè Rock Festival. URL consultato il 7 marzo 2010 (archiviato dall'url originale il 10 marzo 2010).
  6. ^ a b La Fame di Camilla in concerto il 23 a Bari e il 24 a Mola per l'ADMO [collegamento interrotto], su rockit.it, 22 ottobre 2008. URL consultato il 7 marzo 2010.
  7. ^ Silvia Imbornone, La Fame di Camilla in Calabria per Match Music e a Bari per Caparezza [collegamento interrotto], su comunicati-stampa.net, 8 luglio 2009. URL consultato il 7 marzo 2010.
  8. ^ La Fame di Camilla - La Fame Di Camilla, su rockit.it, 30 luglio 2009. URL consultato il 7 marzo 2010.
  9. ^ Biografia, La Fame di Camilla. URL consultato il 17 marzo 2018 (archiviato dall'url originale il 12 marzo 2013).
  10. ^ La Fame di Camilla, premiata al M.E.I., comincia il tour invernale: prime date Prato, Milano e Bari [collegamento interrotto], su rockit.it, 30 novembre 2009. URL consultato il 7 marzo 2010.
  11. ^ Premio Videoclip Italiano: i vincitori delle sezioni mainstream e indipendenti, Rockol, 11 dicembre 2009. URL consultato il 7 marzo 2010.
  12. ^ La Fame di Camilla a Sanremo: Buio e Luce [collegamento interrotto], su rockit.it, 1º febbraio 2010. URL consultato il 7 marzo 2010.
  13. ^ A Sanremo il 18 febbraio e Buio e luce nei negozi [collegamento interrotto], su rockit.it, 16 febbraio 2010. URL consultato il 7 marzo 2010.
  14. ^ La Fame di Camilla - Buio e Luce, su rockit.it, 1º febbraio 2010. URL consultato il 7 marzo 2010.
  15. ^ Classifica settimanale dal 22/02/2010 al 28/02/2010, Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 7 marzo 2010 (archiviato dall'url originale il 2 aprile 2015).
  16. ^ Mariangela Pollino, La Fame di Camilla presenta L'attesa, Corriere del Mezzogiorno, 20 gennaio 2012. URL consultato il 31 gennaio 2012.
  17. ^ La Fame di Camilla Susy e l'infinito, RadioWebItalia.it, 14 dicembre 2011. URL consultato il 31 gennaio 2012.
  18. ^ Ciao..., La Fame di Camilla, 29 marzo 2013. URL consultato il 25 aprile 2013 (archiviato dall'url originale il 4 settembre 2013).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock