Riparbella

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Riparbella
comune
Riparbella – Stemma Riparbella – Bandiera
Riparbella – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Tuscany.svg Toscana
Provincia Provincia di Pisa-Stemma.svg Pisa
Amministrazione
Sindaco Salvatore Neri (lista civica Siamo Riparbella) dal 12-6-2017
Territorio
Coordinate 43°22′N 10°36′E / 43.366667°N 10.6°E43.366667; 10.6 (Riparbella)Coordinate: 43°22′N 10°36′E / 43.366667°N 10.6°E43.366667; 10.6 (Riparbella)
Altitudine 216 m s.l.m.
Superficie 58,84 km²
Abitanti 1 630[2] (31-12-2013)
Densità 27,7 ab./km²
Comuni confinanti Castellina Marittima, Cecina (LI), Chianni, Lajatico, Montecatini Val di Cecina, Montescudaio
Altre informazioni
Cod. postale 56046
Prefisso 0586
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 050030
Cod. catastale H319
Targa PI
Cl. sismica zona 3s (sismicità bassa)
Nome abitanti riparbellino, riparbellini[1]
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Riparbella
Riparbella
Riparbella – Mappa
Posizione del comune di Riparbella all'interno della provincia di Pisa
Sito istituzionale

Riparbella è un comune italiano di 1 630 abitanti[2] della provincia di Pisa in Toscana.

« Castello degli Arcivescovi di Pisa, poi dei Pisani, ai quali lo tolsero a forza i Fiorentini nel 1447. Siede in un poggio ricoperto di ricche ulivete, e soprastante alla destra riva della Cecina. Salendovi per la parte di levante s'incontrano prima due Oratorii, uno dedicato alla Vergine, l'altro a San Celestino. Biforcasi poi la via principale, e sulla sinistra vedesi un arco o porticciola. Nel centro del castello è una piazza con pubblica cisterna; in un lato vedesi apposto ad una casa privata il pubblico orologio. Poco al disotto è la Chiesa parrocchiale. »

(Attilio Zuccagni-Orlandini, Indicatore topografico della Toscana granducale (1856)[3])

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Oratorio della Madonna delle Grazie, Riparbella

Il toponimo è attestato per la prima volta nel 1034 come Riparbella e deriva probabilmente dal latino Ripa Albella, cioè "riva bianca", dal biancore delle terre tufacee e sabbiose che costituiscono la cima della collina.

Riparbella, situata in bella posizione sulle pendici meridionali del Poggio di Nocola, a differenza degli altri paesi della zona non ha forma tondeggiante ma si è sviluppata lungo la strada sul crinale di un dorso collinare. Il centro storico sorto intorno al castello è di origine medioevale, e risale circa all'anno 1000, per opera dei conti Della Gherardesca.

Nel 1882 i territori di Collemezzano e La Cinquantina furono scorporati dal comune di Riparbella ed annessi a quello confinante di Cecina.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

In corrispondenza del crinale di Poggio Malconsiglio, è attualmente in esercizio un impianto eolico con 10 torri eoliche (ciascuna da 2 MW)[4].

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[5]

Persone legate a Riparbella[modifica | modifica wikitesto]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
28 maggio 1985 14 giugno 1990 Marcello Pioli Partito Comunista Italiano Sindaco [6]
14 giugno 1990 24 aprile 1995 Renzo Fantini Partito Comunista Italiano, Partito Democratico della Sinistra Sindaco [6]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Carlo Cosimi centro-sinistra Sindaco [6]
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Carlo Cosimi centro-sinistra Sindaco [6]
14 giugno 2004 8 giugno 2009 Ghero Fontanelli centro-sinistra Sindaco [6]
8 giugno 2009 1º dicembre 2012 Ghero Fontanelli centro-sinistra Sindaco [6]
22 dicembre 2012 30 gennaio 2013 Giovanna Piccolo Comm. pref. [6]
27 maggio 2013 12 giugno 2017 Renzo Fantini lista civica: Riparbella democratica Sindaco [6]
12 giugno 2017 in carica Salvatore Neri lista civica: Siamo Riparbella Sindaco [6]

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Il comune di Riparbella, ha ospitato numerose tappe di eventi automobilistici sportivi, principalmente legati al mondo dei rally. Dal 1979 al 1991, faceva tappa il Rally di Sanremo, valevole per il campionato del mondo rally, e proprio una prova speciale famosa nell'ambiente rallystico, prendeva il nome del paese, richiamando folle di appassionati da tutta italia e non solo. Oltre al mondiale, si sono svolte tappe anche di numerosi rally minori con validità italiana o nazionale (Rally Casciana terme, Rally Liburna) che si sono disputati fino a fine anni '90. Il tratto di strada interessato era quello che dal paese attraversa la collina e la selva di Campo a Quaranta fino alle porte della strada statale volterrana.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Teresa Cappello, Carlo Tagliavini, Dizionario degli etnici e dei toponimi italiani, Bologna, Pàtron Editore, 1981, p. 455.
  2. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2013.
  3. ^ Attilio Zuccagni-Orlandini, Indicatore topografico della Toscana granducale, Giuseppe Polverini Editore, Firenze 1856, p. 315.
  4. ^ Parco eolico "Poggio Malconsiglio" - Riparbella (PI) - a set on Flickr
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  6. ^ a b c d e f g h i http://amministratori.interno.it/

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giuseppe Caciagli, Pisa e la sua provincia, vol. 3, tomo II, Pisa, Colombo Cursi Editore, 1972, pp. 521–533.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN242327159 · GND: (DE7568632-6
Maremma Portale Maremma: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Maremma