Santa Croce sull'Arno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Santa Croce sull'Arno
comune
Santa Croce sull'Arno – Stemma Santa Croce sull'Arno – Bandiera
Santa Croce sull'Arno – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Tuscany.svg Toscana
ProvinciaProvincia di Pisa-Stemma.svg Pisa
Amministrazione
SindacoGiulia Deidda (lista civica del PD) dal 27-5-2019
Territorio
Coordinate43°43′12.72″N 10°46′21.72″E / 43.7202°N 10.7727°E43.7202; 10.7727 (Santa Croce sull'Arno)
Altitudine18 m s.l.m.
Superficie16,79 km²
Abitanti14 465[3] (31-8-2021)
Densità861,52 ab./km²
FrazioniStaffoli[1]
Comuni confinantiCastelfranco di Sotto, Fucecchio (FI), San Miniato
Altre informazioni
Cod. postale56029
Prefisso0571
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT050033
Cod. catastaleI177
TargaPI
Cl. sismicazona 3 (sismicità bassa)[4]
Cl. climaticazona D, 1 866 GG[5]
Nome abitantisantacrocese, santacrocesi[2]
Patronobeata Cristiana da Santa Croce
Giorno festivo4 gennaio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Santa Croce sull'Arno
Santa Croce sull'Arno
Santa Croce sull'Arno – Mappa
Posizione del comune di Santa Croce sull'Arno all'interno della provincia di Pisa
Sito istituzionale

Santa Croce sull'Arno è un comune italiano di 14 465 abitanti[3] della provincia di Pisa in Toscana. La sua altitudine massima è di 30 metri sul territorio di Staffoli.

Situato nel Valdarno inferiore, è un importante centro manifatturiero che fonda la propria economia sulla lavorazione ed esportazione di cuoio e pelle.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Storia di Santa Croce sull'Arno.

Santa Croce sull'Arno fonda le proprie origini nell'Alto Medioevo, non esistono documenti ufficiali dell'esistenza della cittadina fino al XIII secolo. In quegli anni la cittadina era un castello che rivaleggiava, specialmente per la gestione delle risorse agricole, con il vicino comune di Fucecchio. Nel 1330 dopo varie vicissitudini il comune passa sotto la giurisdizione di Firenze, da allora Santa Croce sull'Arno ne seguirà il destino fino al 1925, quando il comune verrà trasferito alla provincia di Pisa[6].

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

Architetture civili[modifica | modifica wikitesto]

Altro[modifica | modifica wikitesto]

Il 20 ottobre 2017 è stata inaugurata la rotonda dell'Immensità dedicata ai 55 anni di attività del popolare concittadino Don Backy ed in particolare i 50 anni dall'uscita del brano al Festival di Sanremo nel 1967. La rotonda è formata da un cerchio su cui sono issate le lettere "DON BACKY" e "L'IMMENSITÀ" in ottone, inoltre sul cerchio sono incise una farfalla, un fiore e una strofa della canzone.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[7]

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Secondo i dati ISTAT al 31 dicembre 2018 la popolazione straniera residente era di 3 403 persone.[8] Le nazionalità maggiormente rappresentate in base alla loro percentuale sul totale della popolazione residente erano:

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

Tra i vari eventi ospitati all'interno del territorio comunale si ricordano in particolare:

  • Carnevale santacrocese, manifestazione che per la bellezza e la cura dei minimi particolari dei suoi costumi, si è conquistata l´appellativo di carnevale d´autore.[9] Consta in una serie di iniziative che culminano con le sfilate che si celebrano per le vie del centro dal 1928, dove si sfidano i quattro gruppi carnevaleschi del paese.
  • Festa dell'amaretto santacrocese, intenta a celebrare il dolce tipico di Santa Croce sull'Arno, si svolge tra la prima e la seconda settimana di dicembre. La sagra coinvolge tutti i fornai del paese, che si sfidano in una gara che ha in palio il cosiddetto "amaretto d'oro".
  • Festa "al Guerrini", festa tradizionale che si svolge in una domenica ricadente tra fine maggio ed inizio giugno, dove i cittadini si riuniscono al Parco della Villa di Poggio Adorno, dove si tengono spettacoli, musica e varie attività.
  • 8 marzo, Festa della Donna, dall'anno 2020, il Consiglio Comunale ha programmato di premiare 8 donne che svolgono attività imprenditoriali sul territorio con una cerimonia in Comune la mattina dell'8 marzo.

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Frazioni[modifica | modifica wikitesto]

Secondo lo statuto comunale, l'unica frazione del comune è quella di Staffoli.[1] che per poco ricade nel confinante comune di Castelfranco di Sotto.

Altre località minori del territorio sono quelle di Baldacci, Bocciardi, Carmignano, Casoni, Castellare, Cerri, Chimenti, Pieraccioni, Sartini, Tramontano e La Rocca.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

L'economia santacrocese si basa sull'industria e soprattutto sul commercio del cuoio e della pelle, vi sono infatti moltissime concerie ed aziende di produzione di macchinari e prodotti chimici utili per la lavorazione della pelle. L'industria della pelle, inoltre, favorisce lo sviluppo di servizi di trasporti di questo materiale.

L'industria della pelle non si limita soltanto alla produzione della comune pelle di vitello, bensì si estende anche alla concia di pellami pregiati, quali struzzo, alligatore, coccodrillo, pitone. Le concerie santacrocesi che producono questi pellami partecipano ogni anno alla fiera LineaPelle, punto di incontro a livello internazionale per gli operatori della pelletteria di lusso.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
27 giugno 1988 30 luglio 1990 Maurizio Signorini Partito Comunista Italiano Sindaco [10]
30 luglio 1990 24 aprile 1995 Maurizio Signorini Partito Democratico della Sinistra, Partito Comunista Italiano Sindaco [10]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Maurizio Signorini sinistra Sindaco [10]
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Maurizio Signorini centro-sinistra Sindaco [10]
14 giugno 2004 8 giugno 2009 Osvaldo Ciaponi centro-sinistra Sindaco [10]
8 giugno 2009 26 maggio 2014 Osvaldo Ciaponi lista civica di centro-sinistra: Ciaponi sindaco Sindaco [10]
26 maggio 2014 27 maggio 2019 Giulia Deidda lista civica di centro-sinistra: con Giulia Deidda sindaco Sindaco [10]
27 maggio 2019 in carica Giulia Deidda lista civica di centro-sinistra: con Giulia Deidda sindaco Sindaco [10]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Dal 5 settembre 2015 è gemellata con il comune francese di Salindres.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Pallavolo

La Volley Lupi Santa Croce gioca nel campionato maschile di Serie A2. Disputa le gare al PalaParenti. Fino al 2012 il Volley Donne Santa Croce ha militato in serie A2 femminile.

Calcio

Ha sede nel comune la società Unione Calcio Cuoiopelli, che disputa gli incontri allo Stadio Libero Masini. La Società Atletico Santacroce ha invece partecipato a campionati dilettantistici regionali.

Ciclismo.

A Santa Croce sull'Arno si svolge annualmente, dal 1946, il Gran Premio Industria del Cuoio e delle Pelli, gara riservata ai dilettanti e organizzata dall'U.C. Santa Croce sull'Arno.[11][12][13]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Statuto comunale di Santa Croce sull'Arno, Art. 3.
  2. ^ Teresa Cappello, Carlo Tagliavini, Dizionario degli etnici e dei toponimi italiani, Bologna, Pàtron Editore, 1981, p. 510.
  3. ^ a b Bilancio demografico anno 2021 (dati provvisori), su demo.istat.it, ISTAT.
  4. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  5. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  6. ^ R.D.L. 15 novembre 1925, n. 2011, art. 2 s:R.D.L. 15 novembre 1925, n. 2011
  7. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  8. ^ ISTAT, Bilancio Demografico e popolazione residente straniera al 31 dicembre 2018, su demo.istat.it. URL consultato il 14 ottobre 2019 (archiviato dall'url originale il 6 agosto 2017).
  9. ^ Carnevale Santacrocese, su carnevalesantacrocese.it.
  10. ^ a b c d e f g h http://amministratori.interno.it/
  11. ^ Ciclismo, torna il Gran Premio Industria del Cuoio e delle Pelli, su lanazione.it. URL consultato il 7 dicembre 2019.
  12. ^ GP Industria del Cuoio e delle Pelli, su Sitodelciclismo.net. URL consultato il 15 ottobre 2016.
  13. ^ G.P. Industria del Cuoio e delle Pelli, su Museociclismo.it. URL consultato il 15 ottobre 2016 (archiviato dall'url originale il 19 ottobre 2016).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giuseppe Caciagli, Pisa e la sua provincia, vol. 3, tomo II, Pisa, Colombo Cursi Editore, 1972, pp. 695–730.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN139622213 · SBN TO0L003086 · LCCN (ENn85175945 · WorldCat Identities (ENlccn-n85175945
  Portale Toscana: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Toscana