Raven (DC Comics)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Raven
Universo Universo DC
Lingua orig. Inglese
Alter ego Rachel Roth
Autori
Editore DC Comics
1ª app. ottobre 1980
1ª app. in DC Comics Presents n. 26
Sesso Femmina
Abilità
Parenti
  • Arella Roth (madre)
  • Trigon (padre)

Raven, il cui vero nome è Rachel Roth, è un personaggio a fumetti creato da Marv Wolfman, testi, e da George Pérez, disegni, e pubblicato dalla DC Comics. Appartiene al supergruppo dei Giovani Titani ed è apparsa per la prima volta in DC Comics Presents n° 26, ottobre 1980. Appare anche nella serie animata Teen Titans, in cui è chiamata nel doppiaggio italiano Corvina.

Biografia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Nata ad Azarath, è figlia di una umana[1] Arella Roth e del demone Trigon. Principessa del mondo di Azarath, ha passato gran parte della propria vita sfuggendo all'influenza del padre che voleva sfruttarla per impadronirsi dell'intero universo. Così Raven, messa alle strette, scappa per sempre dalla sua vita, rifugiandosi sulla Terra. Una volta trovata la Justice League, chiede di unirsi a loro, ma questi la rifiutano in quanto Zatanna percepisce in lei una potente forza oscura.Incontrerà poi Garfield Logan[2], Kid Flash, Donna Troy, Robin, Victor Stone[3] e un'aliena intenta a distruggere la città[4], con i quali formerà una squadra, che diventerà anche un gruppo di amici.

Insieme a loro, quindi, riesce a sconfiggere Trigon imprigionandolo in un carcere inter-dimensionale, ma l'influenza demoniaca di Raven non scompare, per cui, durante alcune missioni con i Titani, questa arriva a prendere il sopravvento. Nel frattempo Trigon riesce a liberarsi dalla sua prigione e torna sulla Terra, dove prende possesso del corpo di Raven, e intraprendendo l'ultima battaglia con i Titani, che, allo stremo delle forze sono costretti ad ucciderla. In questo modo consentono agli spiriti di Azarath di usare la sua anima per aprire un canale con Trigon per eliminarlo definitivamente. Raven, tuttavia, risorge dalle sue stesse ceneri, ma questa volta con un mantello bianco, finalmente libera dall'influenza negativa del padre.

Con la sua seconda vita Raven, acquista l'abilità di poter riuscire, non solo a percepire, ma anche a controllare le emozioni altrui. Nuovo potere che si manifesta quando, credendo di essere innamorata di Nightwing, questo sembra corrispondere, rovinando così i rapporti con Starfire, da sempre innamorata di Dick Grayson. Tempo dopo, Raven viene rapita dalla Wildbeest Society, un'organizzazione da lungo tempo nemica dei Titani ; il loro leader, che si rivelerà poi essere il membro dei Titani Jericho[5], è posseduto dagli spiriti di Azarath corrotti dall'influenza di Trigon, il cui scopo è di intrappolare quelle anime nei corpi dei Giovani Titani, in modo tale da poter permettere il ritorno del demone. Jericho viene fermato dal padre, il quale lo uccide, e gli spiriti di Azarath si impossessano del corpo di Raven, che ancora una volta torna ad essere al servizio di suo padre. Il suo nuovo piano, stavolta, è di farlo rinascere impiantando il seme di Trigon in nuovi corpi, ma fallisce quando, invece del seme, rilascia in Starfire l'anima buona di Raven, che di fatto permette ai Titani di vincere ed impedire nuovamente l'ascesa di Trigon. Con il corpo distrutto, Raven diventa solo spirito e abbandona i suoi compagni, decidendo di vagare per il mondo e unendosi alle Sentinelle della Magia.

Tempo dopo, la Chiesa del Sangue di Brother Blood, come nuovo piano per far risorgere Trigon, reclama l'anima di Raven imprigionandola nel corpo di un'adolescente, ma viene salvata dalla nuova formazione dei Titani. Ritornata in vita, nel corpo di una sedicenne, Rachel decide di riunirsi ai Titani, iniziando allo stesso tempo una vita civile con il nome di Rachel Roth, in onore di sua madre. Successivamente, quando Lo Spettro dichiarerà guerra a tutti gli esseri magici dell'Universo DC, Raven combatte al fianco delle Sentinelle della Magia e aiuta ad evacuare Blüdhaven dopo l'attacco di Chemo.

Dopo Crisi Infinita, Raven lascia i Giovani Titani ed intraprende un cammino solitario, che la porta a scoprire dell'esistenza di altri figli di Trigon. Con la minaccia del ritorno del demone, per contrastarlo Raven decide di riunire i suoi vecchi compagni dei Titani originali. Tre dei figli di Trigon attaccano quindi il nuovo gruppo, che tenta di metterli l'uno contro l'altro manipolando le loro emozioni, con lo scopo di utilizzare Raven e Beast Boy come chiavi per aprire un portale per il regno di Trigon. Alla fine, Raven riesce a chiuderlo, mentre i figli di Trigon si danno alla fuga. Dopo questa avventura, Raven confessa che la natura demoniaca sta prendendo il sopravvento, costringendo i Titani a radunare degli artefatti per sconfiggerla, nel caso Trigon potesse ritornare attraverso sua figlia.

Poteri e abilità[modifica | modifica wikitesto]

Raven sa di dover tenere sempre a bada la propria rabbia e la propria frustrazione, altrimenti potrebbe cedere all'influenza demoniaca del genitore. Quando Trigon decide di invadere la Terra, lei lo precede, dando il suo contributo ad una formazione di Titani per fermarlo.

Oltre a lanciare incantesimi, maledizioni, fatture e creare pozioni e formule, il suoi potere principale è l'empatia, con la quale riesce a sentire le emozioni degli altri, e, volendo controllarle, può anche entrare nella mente degli altri e vedere i loro ricordi, la precognizione con la quale riesce a vedere brevemente nel futuro, la proiezione astrale, la telecinesi e l'abilità di volare, oltre a questi poteri può anche creare portali dimensionali con i quali può spostarsi, può localizzare le persone e oggetti, può guarire se stessa e gli altri da ferite che sarebbero letali, controllare gli elementi, mentre nel giorno del suo compleanno acquista l'abilità mistica di fermare il tempo con la sola forza di volontà, inoltre è anche capace di assumere l'aspetto di White Raven, la forma più potente di Raven, che raggiunge quando batte il suo lato demoniaco. Così in questo caso il colore dei suoi poteri muta dal nero al bianco come risultato della purificazione dal male. Raven qualche volta pronuncia l'incantesimo «Azarath Mitrion Zintos» per attivare i suoi poteri.

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

È una dei protagonisti di Teen Titans (serie animata). Ed è personaggio presente e giocabile in Injustice:Gods Among Us.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ In seguito strega.
  2. ^ Alias Beast Boy.
  3. ^ Cyborg.
  4. ^ Starfire.
  5. ^ Il figlio di Deathstroke.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

DC Comics Portale DC Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di DC Comics