Pull Me Under

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pull Me Under
Pull Me Under video.jpg
Screenshot tratto dal video del brano
ArtistaDream Theater
Tipo albumSingolo
Pubblicazione1992
Durata8:11 (versione album)
5:54 (versione radiofonica)
Album di provenienzaImages and Words
Dischi1
Tracce2
GenereProgressive metal
EtichettaATCO
ProduttoreDavid Prater
Registrazione14 ottobre–dicembre 1991 ai BearTracks Studios e ai The Hit Factory di New York
FormatiCD
Dream Theater - cronologia
Singolo precedente
Status Seeker
(1989)
Singolo successivo
(1992)

Pull Me Under è un singolo promozionale del gruppo musicale statunitense Dream Theater, estratto dal secondo album in studio Images and Words e pubblicato nel 1992.

La canzone[modifica | modifica wikitesto]

Originariamente intitolata Oliver's Twist,[1] Pull Me Under è la traccia d'apertura dell'album. Il testo, composto dall'allora tastierista Kevin Moore, è ispirato all'Amleto di Shakespeare,[1] il cui tema principale è la morte. Proprio per simulare l'arrivo inaspettato di quest'ultima, il brano viene troncato sul finire.[1]

Successo commerciale[modifica | modifica wikitesto]

Pull Me Under è stato l'unico successo radiofonico del gruppo, in quanto accolta positivamente dalla critica e messa in rotazione continua da MTV.[2] Il titolo della raccolta Greatest Hit (...and 21 Other Pretty Cool Songs) (2008) è un riferimento scherzoso a questo avvenimento; per la stessa motivazione il brano è evidenziato in giallo sul retro della raccolta.

Il brano è stato inoltre inserito nel videogioco Guitar Hero World Tour tra le canzoni più difficili da eseguire.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

CD promozionale (Stati Uniti)[3]
  1. Pull Me Under (Edit) – 5:54
  2. Pull Me Under (LP Version) – 8:11

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1992) Posizione
massima
Stati Uniti (mainstream rock songs)[4] 10

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Italian Dreamers, Images and Words, in Metropolzine, vol. 15, Lonate Pozzolo, ottobre 2002, p. 16.
  2. ^ (EN) Allan Ritcher, MUSIC; A Long Island Sound by Way of Topographic Oceans, NYTimes.com, 22 aprile 2004. URL consultato il 20 luglio 2013.
  3. ^ (EN) Dream Theater – Pull Me Under (CD, Single, Promo), su Discogs, Zink Media. URL consultato il 25 febbraio 2014.
  4. ^ (EN) Dream Theater - Chart history (Mainstream Rock Songs), Billboard. URL consultato il 25 gennaio 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]