Images and Words

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Images and Words
ArtistaDream Theater
Tipo albumStudio
Pubblicazione7 luglio 1992
Durata56:55
Dischi1
Tracce8
GenereProgressive metal[1]
EtichettaATCO
ProduttoreDavid Prater
Registrazioneottobre–dicembre 1991, BearTracks Studios, Suffern (New York)
Registrazione aggiuntiva ai The Hit Factory di New York
FormatiCD, LP, download digitale
Certificazioni
Dischi d'oroStati Uniti Stati Uniti[2]
(vendite: 500 000+)
Dream Theater - cronologia
Album successivo
(1993)
Singoli
  1. Pull Me Under
    Pubblicato: 29 agosto 1992
  2. Another Day
    Pubblicato: 1º luglio 1993
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
AllMusic[3] 4.5/5 stelle
OndaRock[4] Pietra miliare
Piero Scaruffi[5] 8/10
Rock Hard[6] 10/10

Images and Words è il secondo album in studio del gruppo musicale statunitense Dream Theater, pubblicato il 7 luglio 1992 dalla Atco Records.

Viene considerato da molti il primo esempio di progressive metal in senso compiuto, nonché uno dei dischi heavy metal più importanti per l'evoluzione del genere stesso durante gli anni novanta.[1] Images and Words è stato inoltre certificato disco d'oro dalla RIAA[2] e si posizionò alla posizione numero 61 della Billboard 200, vendendo complessivamente 2 milioni di copie nel mondo.[7]

Nell'ottobre 2011 l'album è stato inserito al settimo posto nella Top Ten Guitar Albums of 1992 stilata da Guitar World.[8]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Rappresenta uno dei dischi più amati dagli appassionati del gruppo, considerato come uno dei loro momenti di massima ispirazione. È anche il primo album con il cantante James LaBrie, il quale ha sostituito Charlie Dominici.

Nel libretto dell'album sono indicati come d'abitudine gli autori di ogni singolo brano, ma le parole "music" e "lyrics" sono sostituite rispettivamente da "images" e "words".[9] La musica di tutti i brani è attribuita all'intero gruppo, dato che i Dream Theater hanno sempre composto i loro brani tramite jam e improvvisazione, oppure partendo da materiale scritto dai singoli componenti e poi unito in un unico brano. L'unica eccezione riguarda Wait for Sleep, la cui parte strumentale venne interamente curata dal tastierista Kevin Moore.[9] I testi di ogni brano invece sono attribuiti a singoli componenti, ad eccezione di Take the Time, composta da tutti i componenti del gruppo.[9]

L'assolo di Under a Glass Moon è stato posto al numero 98 nella lista dei miglior assoli di chitarra secondo About.com.[10]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Da questo disco sono stati realizzati i videoclip di Pull Me Under, Take the Time e Another Day, visibili nel VHS Images and Words: Live in Tokyo. Solo Another Day non ha subito modifiche nel passaggio televisivo, mentre gli altri due brani sono stati modificati a causa della loro considerevole lunghezza. Nonostante Another Day fosse ritenuto il brano più adatto per ricavarne un video ad alta rotazione, non destinato esclusivamente agli amanti del metal, MTV ha prestato particolare attenzione a quello realizzato per Pull Me Under, il quale ha ricevuto un discreto numero di passaggi televisivi. Questa particolarità viene citata da Mike Portnoy nel VHS Images and Words: Live in Tokyo poco prima che parta il video.

Ad esso ha fatto seguito il relativo tour svoltosi tra il 1992 e il 1993, l'Images and Tour.[11][12] Durante i concerti, Surrounded veniva dedicata ad Arthur Ashe, leggenda del tennis morto di AIDS.[13]

Nell'estate del 2007 i Dream Theater eseguirono in alcuni concerti l'intero album, in occasione dei 15 anni dalla sua pubblicazione. I brani sono stati eseguiti esattamente come le versioni originali, ad esclusione di Surrounded, lievemente riarrangiata e con l'aggiunta di una coda in cui sono state citate Sugar Mice dei Marillion e Mother dei Pink Floyd. La prima di queste riproposizioni dal vivo avvenne il 3 giugno 2007, in occasione della loro prima partecipazione al Gods of Metal. Dieci anni più tardi il gruppo ha eseguito nuovamente l'album per intero per celebrare i 25 anni dalla sua pubblicazione.[14]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Pull Me Under – 8:11 (testo: Kevin Moore – musica: Dream Theater)
  2. Another Day – 4:22 (testo: John Petrucci – musica: Dream Theater)
  3. Take the Time – 8:21 (Dream Theater)
  4. Surrounded – 5:28 (testo: Kevin Moore – musica: Dream Theater)
  5. Metropolis–Part I: "The Miracle and the Sleeper" – 9:30 (testo: John Petrucci – musica: Dream Theater)
  6. Under a Glass Moon – 7:02 (testo: John Petrucci – musica: Dream Theater)
  7. Wait for Sleep – 2:31 (Kevin Moore)
  8. Learning to Live – 11:30 (testo: John Myung – musica: Dream Theater)

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo
Altri musicisti
Produzione

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1992) Posizione
massima
Germania[15] 94
Italia[15] 88
Stati Uniti[3] 61
Stati Uniti (heatseekers)[3] 2

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Riccardo Bertoncelli, Cris Thellung, Ventiquattromila dischi. Guida a tutti i dischi degli artisti e gruppi più importanti, Baldini Castoldi Dalai, 2006, p. 332, ISBN 978-88-6018-151-0, ..
  2. ^ a b (EN) Dream Theater, Images and Words – Gold & Platinum, Recording Industry Association of America. URL consultato il 3 marzo 2015.
  3. ^ a b c (EN) Images and Words, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 6 dicembre 2017. Modifica su Wikidata
  4. ^ Michele Bordi, Dream Theater - Images And Words, OndaRock. URL consultato il 27 luglio 2019.
  5. ^ (EN) Dream Theater - Images and Words, Piero Scaruffi. URL consultato il 27 luglio 2019.
  6. ^ (DE) DREAM THEATER - Images And Words, Rock Hard. URL consultato il 27 luglio 2019.
  7. ^ Intervista a John Petrucci
  8. ^ (EN) Tony Grassi, Photo Gallery: The Top 10 Guitar Albums of 1992, Guitar World, 24 ottobre 2011. URL consultato il 5 agosto 2019.
  9. ^ a b c (EN) Note di copertina di Images and Words, Dream Theater, Atco Records, 92148-2, LP, 1992.
  10. ^ (EN) Dan Cross, 100 Greatest Guitar Solos, About.com. URL consultato il 5 agosto 2019.
  11. ^ (EN) IMAGES AND TOUR - 1ST AMERICAN/JAPANESE LEG, su Mike Portnoy. URL consultato il 27 luglio 2019.
  12. ^ (EN) IMAGES AND TOUR - 1ST EUROPEAN LEG, su Mike Portnoy. URL consultato il 27 luglio 2019.
  13. ^ DPRP : Counting Out Time : Dream Theater - Images And Words
  14. ^ (EN) DREAM THEATER To Celebrate 25th Anniversary Of 'Images And Words' With European Tour, Blabbermouth.net, 15 novembre 2016. URL consultato l'8 luglio 2018.
  15. ^ a b (NL) Dream Theater - Images and Words, Ultratop. URL consultato il 29 luglio 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]