Partito del Movimento Popolare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Partito del Movimento Popolare
Partidul Mișcarea Populară
Pmplogo.png
PresidenteTraian Băsescu
StatoRomania Romania
SedeStrada Nicolae Iorga, 11, Bucarest
AbbreviazionePMP
Fondazione29 gennaio 2014
IdeologiaLiberismo
Conservatorismo sociale
Europeismo[1]
Cristianesimo democratico[2]
CollocazioneCentro-Destra
Partito europeoPartito Popolare Europeo
Gruppo parl. europeoGruppo del Partito Popolare Europeo
Affiliazione internazionaleInternazionale Democratica Centrista
Seggi Camera
18 / 329
Seggi Senato
8 / 136
Seggi Europarlamento
2 / 32
ColoriVerde, Blu[3]
Sito web

Il Partito del Movimento Popolare (in romeno: Partidul Mișcarea Populară, PMP) è un partito politico rumeno fondato nel 2014 su iniziativa dell'ex presidente della repubblica Traian Băsescu.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La sede del partito in Strada Nicolae Iorga a Bucarest
Striscione elettorale del PMP per le elezioni europee del 2019

Il PMP fu fondato nel marzo 2013 dai sostenitori dell'allora presidente della repubblica Traian Băsescu, dopo la rottura con il presidente del Partito Democratico Liberale Vasile Blaga, uscito vincitore dal congresso straordinario del partito del 23 marzo 2013[4]. Fu lanciato ufficiosamente nel luglio 2013[5] e registrato ufficialmente come partito politico il 29 gennaio 2014[6].

Il PMP si autodefiniva democristiano e liberale[5]. Nel giugno 2014 fu indicato come nuovo presidente l'ex ministro dello sviluppo regionale Elena Udrea. Fra gli altri membri figuravano anche l'ex ministro della cultura Theodor Paleologu, l'ex ministro degli esteri Teodor Baconschi, l'ex ministro dell'istruzione Daniel Funeriu, l'europarlamentare Cristian Preda[7], la figlia del presidente Băsescu Elena Băsescu[8] e l'ex ministro degli esteri Cristian Diaconescu[9]

Alle elezioni europee del 2014, il partito ottenne il 6,2% delle preferenze e due dei 32 seggi riservati al paese. I suoi membri eletti, Siegfried Mureșan e Cristian Preda, aderirono al Gruppo del Partito Popolare Europeo, sebbene Preda fosse successivamente espulso dal partito. Il 12 settembre 2014, il PMP fu ammesso a pieno titolo come membro del Partito Popolare Europeo[10].

Alle Elezioni presidenziali del novembre 2014, il PMP indicò Elena Udrea come candidata alla presidenza. Questa fu sostenuta anche dal Partito Nazionale Contadino Cristiano Democratico (PNȚCD) e, con il 5.2% delle preferenze, giunse quarta, senza arrivare al ballottaggio. Al secondo turno della stessa tornata elettorale, quindi, il PMP supportò il candidato del Partito Nazionale Liberale (PNL) Klaus Iohannis, che sconfisse Victor Ponta, leader del Partito Social Democratico (PSD)[11].

Il 12 luglio 2016, Traian Băsescu annunciò che l'Unione Nazionale per il Progresso della Romania (UNPR) si sarebbe fusa con il PMP il 20 luglio 2016.[12]

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

Presidenti[modifica | modifica wikitesto]

Risultati elettorali[modifica | modifica wikitesto]

Elezioni parlamentari[modifica | modifica wikitesto]

Anno Coalizione Camera dei deputati Senato
Voti
% Mandati +/– Voti
% Mandati +/–
2016 376 891 5,35 %
18 / 329
398 791 5,65 %
8 / 136

Elezioni presidenziali[modifica | modifica wikitesto]

Anno Candidato Primo Turno Ballottaggio
Pos. Voti % Pos. Voti %
2014 Elena Udrea  4°  493 376
5,20%
2019 Theodor Paleologu  5°  527 098
5,72%

Elezioni europee[modifica | modifica wikitesto]

Anno Coalizione Voti
% Mandati +/–
2014 345 973 6,21 %
2 / 32
2019 522 104 5,76 %
2 / 32
Stabile

Nelle istituzioni[modifica | modifica wikitesto]

Collocazione parlamentare[modifica | modifica wikitesto]

Governo Ponta II, Governo Ponta III, Governo Ponta IV
Governo Cioloș
Governo Grindeanu, Governo Tudose, Governo Dăncilă, Governo Orban

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) People’s Movement Party (PMP), su demsoc.org. URL consultato l'8 ottobre 2017.
  2. ^ (EN) Wolfram Nordsieck, Parties and Elections in Europe, su www.parties-and-elections.eu. URL consultato il 28 maggio 2017.
  3. ^ (RO) STATUT PARTIDUL MIŞCAREA POPULARĂ (PDF), PMP. URL consultato l'8 ottobre 2017.
  4. ^ (EN) Daniela Baragan, Basescu ever closer to the People’s Movement, PDL takes distance from him, NineO'Clock.ro, 8 aprile 2013 (archiviato dall'url originale il 9 aprile 2013).
  5. ^ a b (EN) Popular Movement Party (PMP) officially registered, ActMedia.eu, 24 luglio 2013.
  6. ^ Alina Grigoras, People’s Movement Party aims re-launching, NineO'Clock.ro, 29 gennaio 2014.
  7. ^ (EN) Alina Grigoras, Basescu starts electoral offensive through Popular Movement, NineO'Clock.ro, 9 febbraio 2014.
  8. ^ (RO) Elena Băsescu s-a înscris în PMP, dar NU va candida la europarlamentare. Cum s-a încurcat EBA la „testul electoral”, Gândul, 24 marzo 2014.
  9. ^ (EN) Cristian Diaconescu joins PMP, NineOclock.Ro, 20 maggio 2014.
  10. ^ (EN) EPP concerned over actions of radical Islamic militant groups and over latest political developments in Romania; welcomes five new member parties, Partito Popolare Europeo, 12 settembre 2014 (archiviato dall'url originale il 13 aprile 2015).
  11. ^ (RO) Udrea ultim îndemn către electoratul PMP pentru a vota cu Iohannis, PaginadePolitică.ro, 15 novembre 2014.
  12. ^ (RO) UNPR fuzionează prin absorbţie cu PMP/ Băsescu: Gabriel Oprea rămâne doar cu onoarea, partidul nu mai e după fuziune. Partidul se va numi Partidul Mişcarea Populară, Mediafax, 12 luglio 2016. URL consultato l'8 ottobre 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]