Partito Nazionale Liberale (Romania)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il partito britannico, vedi Partito Liberale Nazionale.
Partito Nazionale Liberale
Partidul Național Liberal
PNL logo.svg
PresidenteLudovic Orban
StatoRomania Romania
SedeAleea Modrogan, 1, Bucarest[1]
AbbreviazionePNL
Fondazione24 maggio 1875 (prima fondazione)
15 gennaio 1990 (rifondazione)
IdeologiaLiberalismo conservatore[2]
CollocazioneCentro-destra[3]
Coalizione
Partito europeoPPE
Gruppo parl. europeoGruppo PPE
Affiliazione internazionaleInternazionale Liberale
Seggi Camera
69 / 329
Seggi Senato
30 / 136
Seggi Europarlamento
8 / 32
TestataViitorul[4]
Organizzazione giovanileGiovani Liberali Nazionali
Iscritti426 556 (2014)
ColoriBianco, Blu, Giallo[6]
SloganPrin noi înșine![5]
(Tramite noi stessi!)
Sito web

Il Partito Nazionale Liberale (Partidul Naţional Liberal, PNL) è un partito politico rumeno.

Il PNL è un partito liberale conservatore, aderente all'Internazionale liberale ed al Partito Popolare Europeo. Il PNL si fa portavoce delle tradizionali istanze liberali: separazione dei poteri, libero mercato, laicità dello stato.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il PNL è uno dei più antichi partiti rumeni essendo nato nel 1864 da attivisti nelle lotte per la creazione dello stato di Romania. Fu sciolto dal 1938 al 1944 dalla politica autoritaria del re Carlo II e successivamente di Antonescu e poi nuovamente proibito, con l'instaurazione del regime comunista, nel 1947.

Dopo il 1989[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la rivoluzione del 1989 si riorganizza riprendendo il vecchio nome storico. Il PNL alle prime elezioni politiche democratiche del 1990 ottenne il 6,4% dei voti e fu all'opposizione del governo sostenuto dal Fronte di Salvezza Nazionale (FSN), che raccolse oltre il 66% dei consensi. Alle elezioni successive del 1992, caratterizzate dalla spaccature del FSN in FDSN (poi Partito Socialdemocratico) e Partito Democratico, il PNL raccolse appena il 2,6% dei voti e non elesse alcun deputato.

Alle elezioni del 1996, dopo quattro anni di governo socialdemocratico, il PNL si presentò con la Convenzione Democratica Rumena, che comprendeva anche il Partito Contadino Nazionale Cristiano-Democratico (PNTCD, poi Partito Popolare Cristiano Democratico[Il Partito Popolare Cristiano Democratico è ungherese, l'autore cosa avrebbe voluto dire?]). La Convenzione ottenne il 30,2% dei voti ed elesse 122 seggi, di cui 83 al PNTCD e 25 al PNL. La Convenzione, grazie al sostegno del Partito Democratico e dell'Unione Democratica Magiara di Romania, elesse il proprio portavoce, Emil Constantinescu, primo ministro[Emil Constantinescu è stato presidente della repubblica dal 1996 al 2000, mai primo ministro. Probabilmente l'autore si riferisce a Victor Ciorbea che, però, non è mai stato portavoce del partito].

I non brillanti risultati del governo, spinsero il PNL a presentarsi autonomamente alle elezioni politiche del 2000. I nazional-liberali ottennero il 6,9% dei voti ed elessero 30 deputati. Il PNL si ritrovò all'opposizione di un governo composto dal Partito Socialdemocratico e dal Partito Umanista Rumeno.

Dal 2004[modifica | modifica wikitesto]

Le elezioni parlamentari del 2004 riportarono il PNL al governo. L'alleanza di centro-sinistra PUR-PSD ottenne il 36,6% dei voti, confermando il dato precedente, ma eleggendo, però, 132 seggi, contro i 155 precedenti. Il PNL diede vita, insieme al Partito Democratico, all'Alleanza Giustizia e Verità (Alianţa Dreptate şi Adevăr, DA). L'alleanza ottenne il 31,5% dei voti ed elesse 122 seggi, contro i 61 della legislatura precedente. Grazie al sostegno dell'Unione Democratica Magiara di Romania (UDMR), la DA poté contare su 154 seggi. Il PUR, poi divenuto Partito Conservatore, per evitare che i nazionalisti del Partito Grande Romania divenissero ago della bilancia nel Parlamento, decise di sostenere, con i suoi 19 deputati, l'alleanza DA-UDMR ed il governo guidato da Călin Popescu Tăriceanu, leader del PNL.

Nel 2006, il PNL ha subito la scissione dell'ala più riformista guidata dall'ex presidente Theodor Stolojan, che ha dato vita al Partito Liberale Democratico, poi confluito nel 2008 nel Partito Democratico dando vita insieme al Partito Democratico Liberale. Alle elezioni parlamentari del 2008 il PNL ha ottenuto il 18,6% dei suffragi ed ha eletto 65 deputati. Alle elezioni precedenti la Alleanza DA aveva ottenuto il 31,5% mentre uniti, il PNL ed il PDL, in queste elezioni avrebbero ottenuto complessivamente il 50,1% dei voti e 180 deputati su 330. In pratica si tratta di un successo per il partito che non aveva mai ottenuto questa percentuale di voti dalla sua ricostituzione del 1990, ma assieme all'UDMR e nonostante nei giorni della consultazione per la formazione del governo poteva diventare l'ago della bilancia per decidere la maggioranza di governo, ha preferito rimanere all'opposizione di fronte al governo di Emil Boc.

Dal 2008[modifica | modifica wikitesto]

Rimasto all'opposizione assieme all'UDMR, il partito nel congresso di fine marzo 2009 sceglie il nuovo presidente Crin Antonescu.

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

Presidenti[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Presidenti del Partito Nazionale Liberale (Romania).

Di seguito una lista dei presidenti del partito dal 1990 in poi. Per la lista completa vedi Presidenti del Partito Nazionale Liberale (Romania):

Risultati elettorali[modifica | modifica wikitesto]

Dalla fondazione al 1947[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il 1989[modifica | modifica wikitesto]

Coalizione Pos. Voti % Seggi
Parlamentari 1990 Camera - 879 290 6,41
29 / 396
Senato 985 094 7,06
10 / 119
Parlamentari 1992 Camera - 286 467 2,63
0 / 341
Senato 292 584 2,67
0 / 143
Parlamentari 1996[7] Camera Convenzione Democratica Romena
(PNȚCD, PNL, PNL-CD, PER, PAR, FER)
3 692 321 30,16
25 / 343
Senato 3 772 084 30,7
16 / 143
Parlamentari 2000 Camera - 747 263 6,89
30 / 345
Senato 814 381 7,48
13 / 140
Parlamentari 2004[8] Camera Alleanza Giustizia e Verità
(PNL, PD)
3 191 546 31,5
64 / 332
Senato 3 250 663 31,8
28 / 137
Parlamentari 2008 Camera - 1 279 063 18,57
65 / 334
Senato 1 291 029 18,74
28 / 137
Parlamentari 2012[9] Camera Unione Social-Liberale
(PSD, PNL, PC, UNPR)
4 327 475 58,61
100 / 412
Senato 4 439 884 60,07
50 / 176
Parlamentari 2016 Camera - 1 412 377 20,04
69 / 329
Senato 1 440 193 20,42
30 / 136
Candidato Pos. Voti 1º Turno % Pos. Voti 2º Turno %
Presidenziali 1990 Radu Câmpeanu 1 529 188 10,64 - -
Presidenziali 1996 Emil Constantinescu 3 569 941 28,22 7 057 906 54,41
Presidenziali 2000 Theodor Stolojan 1 321 420 11,78 - -
Presidenziali 2004 Traian Băsescu 3 545 236 33,92 5 126 794 51,23
Presidenziali 2009 Crin Antonescu 1 945 831 20,02 - -
Presidenziali 2014 Klaus Iohannis 2 881 406 30,37 6 242 825 54,5
Coalizione Pos. Voti % Seggi
Europee 2007 - 688 859 13,44
6 / 35
Europee 2009 - 702 974 14,52
5 / 33
Europee 2014 - 835 531 15,0
6 / 32

Nelle istituzioni[modifica | modifica wikitesto]

Presidenti della repubblica[modifica | modifica wikitesto]

Presidenti della repubblica ad interim[modifica | modifica wikitesto]

Primi ministri[modifica | modifica wikitesto]

Presidenti del Senato[modifica | modifica wikitesto]

Presidenti della Camera[modifica | modifica wikitesto]

Governi[modifica | modifica wikitesto]

Collocazione parlamentare[modifica | modifica wikitesto]

Governo Roman II, Governo Roman III, Governo Stolojan, Governo Văcăroiu
Governo Ciorbea, Governo Vasile, Governo Isărescu
Governo Năstase
Governo Tăriceanu I, Governo Tăriceanu II
Governo Boc I, Governo Boc II, Governo Ungureanu
Governo Ponta I, Governo Ponta II
Governo Ponta III, Governo Ponta IV, Governo Cioloș, Governo Grindeanu, Governo Tudose

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (RO) Partidul Național Liberal - Contact, PNL. URL consultato il 30 settembre 2017.
  2. ^ [ Copia archiviata, su realitatea.net. URL consultato il 12 agosto 2013 (archiviato dall'url originale il 16 maggio 2013). Antonescu: Am spus tot timpul că SUNT MONARHIST, este o opțiune intimă a mea
  3. ^ Romanian parliament moves to impeach president | The Sofia Globe
  4. ^ (RO) Alexandra Buzaș, 20 de ani de ziare – între idealismul dat de libertate şi afacere, în capitalism, Mediafax, 23 dicembre 2009. URL consultato il 22 settembre 2017.
  5. ^ (RO) Cătălina Mănoiu, PNL l-a validat în unanimitate pe Cioloş ca propunere de premier. Cioloş: Sloganul PNL prin noi înşine se potriveşte mai mult ca oricând. PNL a luat decizii dureroase, Mediafax, 2 novembre 2016. URL consultato il 22 settembre 2017.
  6. ^ (RO) STATUTUL PARTIDULUI NAȚIONAL LIBERAL (PDF), PNL. URL consultato il 30 settembre 2017 (archiviato dall'url originale il 1º ottobre 2017).
  7. ^ Voti, posizione e percentuali sono stati indicati a livello di coalizione, ma il numero di seggi a livello di partito. La coalizione in totale ottenne 122 seggi alla camera e 53 al senato.
  8. ^ Voti, posizione e percentuali sono stati indicati a livello di coalizione, ma il numero di seggi a livello di partito. La coalizione in totale ottenne 112 seggi alla camera e 49 al senato.
  9. ^ Voti, posizione e percentuali sono stati indicati a livello di coalizione, ma il numero di seggi a livello di partito. La coalizione in totale ottenne 273 seggi alla camera e 122 al senato.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]