Osvaldo Supino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Osvaldo Supino
Osvaldo Supino.jpg
NazionalitàItalia Italia
GenereDance pop
Periodo di attività musicale2009 – in attività
EtichettaBelieve Digital
Album pubblicati5
Studio5

Osvaldo Supino (Torremaggiore, 28 agosto 1984) è un cantante italiano.

Ha raggiunto la ribalta mediatica grazie al web diventando in breve tempo uno dei nuovi fenomeni pop italiani[1]. A tutt'oggi è stato l'unico italiano nominato tre volte ai BT Digital Music Awards in Inghilterra[2]. Ha all'attivo 23 singoli un ep e 5 album[3].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato e cresciuto a Torremaggiore, in provincia di Foggia con il padre Vincenzo, la madre Anna Maria e il fratello minore Giovanni Pio. Inizia ad esibirsi sin da piccolo, seguendo i suoi miti Michael Jackson, Claudio Baglioni e Madonna, gareggiando in diversi concorsi canori nazionali che nel 2002 lo portano a partecipare a due programmi di MTV (Italia), Total Request Live e Say What?.

Inizi[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2003 si trasferisce a Milano dove grazie ad una sua demo, si fa notare da Alfredo Cerruti e Dado Parisini, coi quali firma il primo contratto discografico.[4] Nel 2007 recede dal contratto discografico e pubblica in maniera indipendente Moving on una cover di Taio Cruz. Per l'alto numero di accessi il suo è l'unico sito ufficiale italiano a classificarsi ai BT Digital Music Awards dove arriva alla posizione 16 su duecento artisti. Nello stesso anno viene nominato al Premio WWW de Il Sole 24 ore[4]. Nel 2008 incide Get back cover di un brano di Britney Spears: con il brano ottiene nuovamente una nomination ai BT Digital Music Awards dove si classifica settimo[5].

2009[modifica | modifica wikitesto]

A maggio pubblica Work That Body, il primo singolo inedito. Gira il primo videoclip[6] diretto da Roberto Chierici che attira l'attenzione degli utenti di YouTube, Current e Qoob[7]. A dicembre pubblica Fell for the enemy[8] in collaborazione con Chris Crocker prodotto da Latisha Van Simon e Ferras. Il videoclip sempre diretto da Roberto Chierici, viene presentato in esclusiva su TGcom24[9].

2010[modifica | modifica wikitesto]

A maggio pubblica Get sexy[10] e a giugno parte con un nuovo tour live. Riceve nuovamente una nomination ai BT Digital Music Awards dove arriva undicesimo.[11] Il videoclip del brano, in cui Supino seduce e avvelena un prete, scatena polemiche. A novembre pubblica LOL,[12] prodotto da Latisha Van Simon. Il videoclip mostra per la prima volta un bacio gay in una produzione italiana.[13]

2011[modifica | modifica wikitesto]

Dopo un tour live che segue la pubblicazione di LOL a maggio pubblica Like this scritto e prodotto da Supino con Latisha Van Simon e Femke. A giugno esce il videoclip, sempre girato da Roberto Chierici e a luglio parte da Parigi con il Like this live tour 2011.[14]

Il [29 ottobre] pubblica When I think about sex[15] scritto e prodotto da Charlie Mason, Richard Hymas e John Matthews. Segue il videoclip che viene presentato su TGCom e con When I think about sex vince il primo premio ai NickelClip My Generation Awards nella sezione giovani.[16] Il 25 novembre pubblica il suo primo EP dal titolo Here I am[17], che racchiude cinque brani scritti e prodotti da 11 autori internazionali. Tra le firme compaiono Charlie Mason, Mans Ek, Latisha Van Simon, Richard Hymas, John Matthews, Femke, Daniel Volpe, Thomas Lipp, Christian Rabb, Kristoffer Sjokvist e Frida Molander.

2012[modifica | modifica wikitesto]

A fine maggio pubblica Mannequinz[18], segue il tour estivo HERE I AM LIVE TOUR 2012 dove oltre alle date italiane per la prima volta tocca anche Svizzera, Germania[19], esibendosi anche a Londra sul palco di Trafalgar Square[20] per il World Pride London[21]. Il 28 agosto pubblica Here I am: Golden & Remixed contenente otto remix e un brano inedito dal titolo I'm a man (Not a piece of meat) che ad ottobre 2013 viene inclusa nella compilation americana Fuel for the machine. A settembre pubblica il videoclip di Mannequinz diretto da Roberto Chierici, anticipato nelle settimane precedenti da 12 trailer introduttivi. Il video è un cortometraggio scritto dai fratelli Supino e Simone Francesco Berardis, con riferimenti e citazioni al mondo pop. Tra le gag più significative c'è quella riferita al videoclip di Telephone dove Osvaldo il fratello Giovanni Pio e il suo cane Jack sono in macchina e pianificano un inseguimento.

Mannequinz è eletto come uno dei 25 migliori videoclip italiani dell'anno al MEI[22] e riceve la nomination ai PIVI 2012 come miglior video e miglior montaggio. Il singolo rientra tra i brani indipendenti più programmati dalle radio e new media. A dicembre, come regalo di Natale, Osvaldo realizza una versione acustica natalizia di una sua canzone I'll help you let me go (STROMBY CHIRSTMAS VERSION) scaricabile gratuitamente su Nokia Music Store.

2013[modifica | modifica wikitesto]

Il 5 marzo pubblica il singolo I Have A Name scritto e prodotto da Daniel Volpe, Thomas Lipp e Charlie Mason[23] una ballad electropop caratterizzata da una melodia delicata. Segue il 2 aprile il videoclip, realizzato a Londra da Ruaraid Achilleos-Sarll,[24] che descrive il dolore per la fine di una relazione intrecciando tre differenti storie d'amore. Ad agosto il brano viene incluso nella compilation inglese The Beat Is Poptronik, che raccoglie ogni anno i migliori artisti indipendenti nel mondo della musica pop, dance ed electro.[25] Il 7 maggio pubblica l'album Exposed[26] al quale hanno lavorato nove produttori internazionali, tra cui: Charlie Mason, Daniel Volpe, Thomas Lipp, Daniel Silvestri e Sergio Vinci. È una raccolta di brani urban con influenze che spaziano dalla dance all'electro, dall'house al dubstep più una ballad piano e voce. Ad accompagnare l'uscita di Exposed il 18 luglio pubblica il videoclip del singolo pop "Ma Radio",diretto da Marco Gradara, giovane regista italiano.[27] A giugno comincia il tour estivo toccando molte città italiane, tra cui: Piacenza,[28] Milano,[29] Trieste, Gallipoli,[30] San Benedetto del Tronto,[31] e Roma.

2014[modifica | modifica wikitesto]

Il 2 gennaio pubblica il videoclip di Goodbye[32] girato da Marco Gradara, definito il suo videoclip più intimo, in cui racconta apertamente la fine di una relazione che ha dato vita all'album "Exposed"[33]. Il giorno dopo annuncia con una lettera aperta una pausa dal mondo musicale per dedicarsi alla sua vita privata. Il 27 maggio ritorna con il singolo Livin' Again[34] un brano dance scritto dal duo americano Ray & Renny e prodotta da Leeyou & Danceey, del quale pubblicherà il 7 agosto il vedeoclip girato a New York dalla regista Shar Adrias. Il 1º giugno apre il concerto di Patty Pravo e Gloria Gaynor[35] a Comacchio iniziando il "LIVIN' AGAIN LIVE TOUR"[36], una serie di concerti in Europei che tocca tra le città: Sitges, Catania, Napoli[37] Amburgo[38] Gallipoli[39] Trieste[40] Perugia[41] e Velden am Wörther See[42] È scelto dall'organizzazione Pledge Antibully come testimonial italiano contro il bullismo e si esibisce a New York al Pledge Antibully Festival.[43] Il 18 novembre pubblica il singolo Stop the rain una ballad electropop[44] che anticipa l'album Behind the Curtain pubblicato il 26 novembre[45] contenente 10 brani e una versione remix di Livin' Again.

2015[modifica | modifica wikitesto]

Il 22 gennaio segue il videoclip di Stop the Rain girato da Menteplastica a Milano.[46] Per San Valentino pubblica una cover di The Book of Love di Peter Gabriel[47] Il 18 maggio viene pubblicato "Wet Dream"[48] terzo singolo dell'album "Behind The Curtain" a cui segue l'11 giugno, diretto dal fratello Giovanni Pio, il videoclip contraddistinto da una forte sensualità e ambientato in una villa d'epoca dove Osvaldo gioca una partita a poker.[49] A Giugno parte da Sitges il Behind The Curtain Tour, una serie di concerti che tocca gran parte dell'Europa tra cui Milano, Gallipoli[50] Perugia[51] Torino, Monaco, Colonia, Cardiff e Riga. ll 15 Settembre l'album "Behind The Curtain" viene pubblicato e distribuito in forma fisica su supporto CD[52].

2016[modifica | modifica wikitesto]

Ad Aprile si esibisce al Miami Beach Pride[53] con Iggy Azalea e Jordin Sparks. A Maggio pubblica "Infinity" quarto singolo estratto dall'album Behind The Curtain. Il videoclip[54] girato a Miami da Dmitry Zhitov, viene pubblicato il 17 maggio nel giorno contro l'omofobia e vince il LAIFFA Awards a Los Angeles nella categoria Best Music Video[55]. Annuncia la chiusura del Behind The Curtain Tour a Copenaghen il 16 agosto e conferma la lavorazione di un nuovo album.[56]

2017[modifica | modifica wikitesto]

Dopo due anni dall'ultimo album il 27 Febbraio torna con il singolo Nothing is the same e per la prima volta pubblica la versione spagnola del suo brano intitolata Y me faltas tù. Sono presenti forti influenze future house ed è presente un sample di Nelson Mandela.[57] Al microfono con Tony Dandreades per Primer Impacto in onda su Univision, annuncia il terzo album Resolution dove dichiara che l'album, è una risposta all'attacco ad Orlando[58]. L'11 aprile pubblica il nuovo album di inediti RESOLUTION[59] L'album è un resoconto delle esperienze professionali e private e annovera importanti collaborazioni tra cui Tempo Stokes, produttore di AKA di Jennifer Lopez, Trey Vittoe produttore di Selena Gomez, Glenn Travis autore e produttore di Chris Brown, e l'orchestra sinfonica di Nashville. L'album contiene 10 tracce tutte in lingua inglese e AMATI per la prima volta interpretata in italiano scritta dal giovane autore Andrea Villella. Immediatamente il progetto ottiene il plauso dello storico quotidiano americano Miami Herald e della testata MyFizzyPop in Uk[60] Un mese dopo pubblica il video di Till the wheels fall off diretto da Dmitry Zhitov e girato a Miami dove Osvaldo osserva dall’alto del 28º piano di un grattacielo ciò che lo circonda, ponendo particolare attenzione alle figure che in questo preciso momento storico dimostrano maggiore forza di reazione. In un contesto estremamente vario, le immagini così diverse tra loro si uniscono nella loro più profonda sincerità quasi a formare una vera e propria pagina di diario di bordo[61] Il 15 luglio parte da Monaco il Resolution Tour che programma concerti Europa e America[62] Il 9 ottobre esce nelle radio e negli store digitali il secondo singolo intitolato Fire co-scritto da Osvaldo insieme a Charlie Mason e David Volpe ed è accompagnato dal videoclip diretto da Mirko Landi e Pietro Barba[63] e poco più tardi, esce in Spagna Fuego secondo singolo estratto in lingua spagnola[64], la release è accompagnata dal videoclip e da un intenso tour promozionale in radio, tv e con la stampa[65] A dicembre annuncia la collaborazione benefica con PROGETTO SORRISO per la BabboRunning che prevede la sua partecipazione con speciali performance a Milano, Como, Genova, Bergamo e Brescia. Contemporaneamente viene pubblicato un nuovo video estratto da Resolution per la traccia "Back Home", nella clip parla per la prima volta del rapporto recuperato con la sorella dopo molti anni di silenzi.[66] Chiude il 2017 ricevendo il riconoscimento per oltre 3 milioni di streaming totalizzati per l'album Resolution[67]

2018[modifica | modifica wikitesto]

Pubblica Marvin's Room, un nuovo video estratto dall'album Resolution, girato a Miami da Dmitry Zhitov[68] A Febbraio riceve una nuova nomination nella categoria Best Music Video ai Los Angeles Indipendent Film Festival Awards come unico artista italiano in gara con il videoclip di Back Home[69] Il 20 marzo pubblica Amati come terzo singolo estratto da Resolution che lo vede protagonista di una canzone interamente in italiano, che parla di quanto sia difficile e importante imparare ad amare se stessi. Il singolo viene pubblicato insieme al videoclip girato da Pietro Barba e Giovanni Perolo, ispirato alla storia di una sua fan scomparsa per anoressia[70] e il 1º Maggio lancia dalle tv di Miami la versione spagnola del brano dal titolo Ámate a cui segue un intenso tour televisivo e radiofonico. Il 2 giugno riparte da Düsseldorf con l'ultima parte del "Resolution Tour" che comprende concerti in Germania, Spagna, Austria e Inghilterra. Con l'ultimo concerto a Liverpool, Osvaldo chiude definitivamente l'era di Resolution per annunciare ufficialmente la registrazione di un nuovo album[71] Il 31 agosto è ospite della 75ª mostra del cinema di Venezia sul red carpet del film A Star is born.

2019[modifica | modifica wikitesto]

Il 28 gennaio pubblica il singolo How Do We Know co-scritto insieme a Alexander Illberg. Il brano caratterizzato da sonorità totalmente internazionali viene rilasciato lo stesso giorno anche nella versione in lingua spagnola dal titolo Como Saber, anticipa il quarto album di inediti[72] e il 5 febbraio viene rilasciato il videoclip ufficiale[73] Il 28 marzo pubblica il suo quarto disco di inediti dal titolo Sparks prodotto insieme a Scott Robinson produttore tra i tanti di Demi Lovato e Christina Aguilera[74] Il 17 aprile dalla CNNenEspanol annuncia l'uscita del suo primo album in spagnolo Luces[75]. L'album include 10 inediti, il lancio è accompagnato dal videoclip Como Saber e da un intenso promotour in Florida che tra i tanti i media nazionali include MegaTv, HolaTv e AmericaTeve[76]. Il 5 luglio viene rilasciato nelle radio e nei digital store il secondo singolo estratto dal titolo "No Es No"[77] con il videoclip girato a Barcellona. Il video è accompagnato da insistenti voci dei media su una presunta relazione tra Osvaldo e l'attore Christian Monasterio, tutte categoricamente smentite dal cantante. Con la sua performance in "No es No" Supino vincerà poi ad Ottobre 2019 il premio come "Best Performance" al Non Violent Film Festival. Ad agosto è ospite del red carpet della 76° Mostra del Cinema di Venezia per "Tutto il mio amore" di Gabriele Salvatores. La sua partecipazione riscuote un forte clamore mediatico a seguito dello smoking-donna che indossa. Supino infatti è il primo uomo nella storia a vestire una gonna in 76 anni di festival.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

  • 2013 – Exposed
  • 2014 – Behind the Curtain
  • 2017 – Resolution
  • 2019 – Sparks
  • 2019 – Luces

Album di remix[modifica | modifica wikitesto]

  • 2012 – Here I Am: Golden and Remixed

EP[modifica | modifica wikitesto]

  • 2011 – Here I Am

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 2009 – Work That Body
  • 2009 – Fell for the Enemy
  • 2010 – Get Sexy
  • 2010 – LoL
  • 2011 – Like This
  • 2011 – When I Think About Sex
  • 2012 – I'll Help You Let Me Go
  • 2012 – Mannequinz
  • 2013 – I Have a Name
  • 2013 – Ma Radio
  • 2014 – Goodbye
  • 2014 – Livin' Again
  • 2014 – Stop the Rain
  • 2015 – Wet Dream
  • 2016 – Infinity
  • 2017 – Nothing Is the Same
  • 2017 – Fire
  • 2017 – Y me faltas tú
  • 2017 – Fuego
  • 2018 – Marvin's Room
  • 2018 – Amati
  • 2019 – How Do We Know
  • 2019 – Como Saber
  • 2019 – No Es No

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ L'album di Osvaldo Supino: «Sono qui» Da Torremaggiore alla conquista del pop - Corriere del Mezzogiorno
  2. ^ http://www.ovettodicolombo.it/osvaldo-supino-il-suo-album-behind-the-curtain-alla-conquista-delle-hits/[collegamento interrotto]
  3. ^ Osvaldo Supino quarto nella classifica dei più scaricati su iTunes, su corriereinformazione.it. URL consultato il 21 gennaio 2015 (archiviato dall'url originale il 26 marzo 2016).
  4. ^ a b Promo (13) OSVALDO SUPINO
  5. ^ Osvaldo Supino nominato ai BT Digital Music Awards 2010 | Music Room, su musicroom.it. URL consultato il 21 gennaio 2015 (archiviato dall'url originale il 5 marzo 2016).
  6. ^ World Of Osvaldo: Osvaldo Su Vanity Fair!
  7. ^ Osvaldo Supino - Work That body - YouTube
  8. ^ OSVALDO SUPINO TG1 FOCUS - YouTube
  9. ^ Ecco il video di Osvaldo Supino. "Fell the enemy" in anteprima - spettacolo -Tgcom - pagina 1
  10. ^ [1]
  11. ^ Osvaldo Supino si conferma ai BT Digital Music Awards | Music Room, su musicroom.it. URL consultato il 21 gennaio 2015 (archiviato dall'url originale il 2 dicembre 2015).
  12. ^ Osvaldo supino torna il 26 novembre con il nuovo singolo 'LOL'
  13. ^ Il bacio gay sbarca nei videoclip - video - MenStyle.it, su menstyle.it. URL consultato il 21 gennaio 2015 (archiviato dall'url originale il 31 dicembre 2010).
  14. ^ Fai info - Osvaldo Supino parte da Parigi con il Like This Live tour (pia)
  15. ^ Copia archiviata, su musicroom.it. URL consultato il 24 agosto 2016 (archiviato dall'url originale il 28 agosto 2016).
  16. ^ Osvaldo Supino @ Nickelclip Video Awards - YouTube
  17. ^ Copia archiviata, su musicroom.it. URL consultato il 24 agosto 2016 (archiviato dall'url originale il 28 agosto 2016).
  18. ^ MANNEQUINZ è il nuovo singolo di Osvaldo Supino | Sound Magazine
  19. ^ [2]
  20. ^ Osvaldo Supino star a Londra - Tgcom24 - Foto 1
  21. ^ Quotidiano di Foggia :: Osvaldo Supino: il singolo, il tour e Londra. Il cantante ritorna, e lo fa al meglio, su quotidianodifoggia.it. URL consultato il 21 gennaio 2015 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  22. ^ [3]
  23. ^ [4]
  24. ^ Osvaldo Supino - I Have A Name - Video Dailymotion
  25. ^ Osvaldo Supino sbarca in Inghilterra - Spettacolo - Tgcom24
  26. ^ Osvaldo Supino racconta il suo nuovo album “Exposed”: è un disco sicuramente più cercato, più voluto | oubliettemagazine
  27. ^ Traffico paralizzato a Milano per Osvaldo Supino - Tgcom24 - Foto 1
  28. ^ [5]
  29. ^ Osvaldo Supino fa "il botto" al Join The Gap
  30. ^ [6]
  31. ^ Osvaldo Supino Questa Sera A San Benedetto Del Tronto
  32. ^ Osvaldo Supino, la musica italiana ha un nuovo fenomeno: «Canto contro l'omofobia»
  33. ^ [7]
  34. ^ [8]
  35. ^ [9]
  36. ^ [10]
  37. ^ Intervista ad Osvaldo Supino, Vincitore della prima edizione di Azzurro Festival. | DonneManager♔diNapoli.com
  38. ^ OSVALDO SUPINO: in Germany for his show in HAMBURG | Twisted Male Mag Archiviato il 7 dicembre 2014 in Internet Archive.
  39. ^ Have a Gayday Ven. 08 Agosto QUARTIERE LATINO DISCOTECA Archiviato il 9 aprile 2015 in Internet Archive.
  40. ^ osvaldo supino sabato a trieste "sarà una grande festa" Eventi a Trieste
  41. ^ Bobobo Perugia, evento BeQueer 22 Agosto 2014 - PopCorn Night//SPECIAL GUEST OSVALDO SUPINO 712038
  42. ^ PINK LAKE - Gay-Festival am Wörthersee in den Startlöchern | Wörthersee Blog – Auen bis Pörtschach, Velden bis Krumpendorf von pixel.at
  43. ^ [11]
  44. ^ Osvaldo Supino e il nuovo singolo "Stop The Rain”
  45. ^ [12]
  46. ^ Copia archiviata, su starvoices.it. URL consultato il 15 marzo 2015 (archiviato dall'url originale il 2 aprile 2015).
  47. ^ Osvaldo Supino per San Valentino, sorpresa romantica. Ecco The book of love - AllNews24 Archiviato il 2 aprile 2015 in Internet Archive.
  48. ^ [13]
  49. ^ [14]
  50. ^ [15]
  51. ^ Copia archiviata, su perugia.ogginotizie.it. URL consultato il 9 dicembre 2015 (archiviato dall'url originale il 16 novembre 2015).
  52. ^ [16]
  53. ^ [17]
  54. ^ [18]
  55. ^ [19]
  56. ^ [20][collegamento interrotto]
  57. ^ [21]
  58. ^ [22]
  59. ^ [23]
  60. ^ [24]
  61. ^ [25]
  62. ^ [26]
  63. ^ [27]
  64. ^ [28]
  65. ^ [29]
  66. ^ [30]
  67. ^ [31]
  68. ^ [32]
  69. ^ [33]
  70. ^ [34]
  71. ^ [35]
  72. ^ [36]
  73. ^ [37]
  74. ^ [38]
  75. ^ [39]
  76. ^ [40]
  77. ^ Simone Fortunato, Osvaldo Supino: il nuovo video "No es no" — Gogo Magazine, su gogomagazine.it. URL consultato il 22 luglio 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]