Numero di Eötvös

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

In fluidodinamica il numero di Eötvös (Eo) è un numero adimensionale che prende il nome dal fisico ungherese Loránd Eötvös.

Definizione matematica[modifica | modifica wikitesto]

Il numero di Eötvös è definito come:

Applicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Insieme al numero di Morton può essere utilizzato per caratterizzare la forma di una sfera di fluido (ad esempio una bolla d'aria o una goccia d'acqua).

Interpretazione fisica[modifica | modifica wikitesto]

Il numero di Eötvös può essere visto come il rapporto fra le forze di galleggiamento e la tensione superficiale.

Numero di Bond[modifica | modifica wikitesto]

Analogo al numero di Eötvös, è il numero di Bond, definito come il rapporto tra la gravità e la tensione superficiale:

dove:

  • ρ = densità del fluido (kg · m−3)
  • L = diametro idraulico o lunghezza caratteristica (m)

Il numero di Bond è un gruppo adimensionale che indica l'importanza relativa tra la forza di gravità e la tensione superficiale a cui è sottoposto un fluido. Ad esempio, in un sistema microfluidico la cui lunghezza caratteristica Dh è dell'ordine dei micrometri (10−6 metri), il numero di Bond sarà proporzionale a (10−6)2 ovvero 10−12; questo ci dice che per le microscale, essendo Bo molto piccolo, sono prevalenti le tensioni superficiali rispetto alla forza peso. Questo è uno dei principali motivi per cui, ad esempio, gli insetti riescono a "scalare i muri".

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • R. Clift, J.R.Grace, M.E. Weber, Bubbles Drops and Particles, Academic Press New York, 1979, p. 26

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]