Numero di Rossby

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il numero di Rossby (noto anche come numero di Kibel) è un numero adimensionale usato nella descrizione della meccanica dei fluidi nel caso del moto di un fluido influenzato da movimenti rotatori. È utilizzato generalmente nell'ambito dei fenomeni geofisici ed atmosferici, nonché nello studio del moto di fluidi all'interno di tubature.[1] Nel primo caso, rappresenta il rapporto fra l'accelerazione inerziale di un corpo e le accelerazioni di Coriolis originate dalla rotazione terrestre.

Prende il nome da Carl-Gustav Arvid Rossby.

Definizione matematica[modifica | modifica wikitesto]

Il numero di Rossby viene definito come:[2]

Ro=\frac{V}{\omega L}

dove:

  • V è la velocità lineare con cui avviene un fenomeno (ad esempio, la velocità con cui si muove un vento)
  • L è una lunghezza che rappresenta la scala su cui avviene il fenomeno
  • ω = 2 Ω sin φ è la frequenza di Coriolis, essendo Ω la velocità angolare e φ l'angolo compreso tra l'asse di rotazione e la direzione del flusso.[1] Nel caso particolare di fluidi sottoposti all'azione della rotazione terrestre, Ω è la velocità angolare della rotazione terrestre e φ è la latitudine.

Applicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Interpretazione fisica[modifica | modifica wikitesto]

Quando il numero di Rossby è grande (perché φ è piccola, come ai tropici e in zone a bassa latitudine, oppure perché la L è piccola, o per grandi velocità) gli effetti della rotazione terrestre sono trascurabili. Quando il numero di Rossby è piccolo non è possibile trascurare le forze di Coriolis, deve quindi essere considerato il vento geostrofico.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) scienceworld.wolfram.com, Rossby Number
  2. ^ (EN) American Meteorological Society, Rossby number

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]