Noir scandinavo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il noir scandinavo o letteratura poliziesca scandinava, anche chiamato noir nordico, è un genere letterario che comprende la letteratura poliziesca scritta in Scandinavia con certe caratteristiche comuni, tipicamente con uno stile realistico con una vena oscura e moralmente complessa. Secondo il critico Barry Forshaw, "La letteratura poliziesca nordica porta con sé un'impronta più rispettabile... di fiction di genere simile prodotte in Gran Bretagna o negli Stati Uniti d'America".[1] Il linguaggio, gli eroi e le ambientazioni sono 3 elementi comuni del genere, che è caratterizzato da uno stile di scrittura semplice e diretto senza metafore.[2]

I romanzi sono spesso del sottogenere poliziesco procedurale, concentrandosi sul monòtono lavoro della polizia giorno dopo giorno, tuttavia non coinvolgendo sempre l'investigazione simultanea di diversi crimini.[3] Gli esempi includono Uomini che odiano le donne e i suoi sequels di Stieg Larsson,[4] e la serie di Henning Mankell incentrata sul detective Kurt Wallander.[5]

Caratteristiche comuni[modifica | modifica wikitesto]

Alcuni critici dell'Economist attribuiscono il successo del genere a uno stile distintivo e attraente, "realistico, semplice e preciso... e nudo delle parole non necessarie".[6] I loro protagonisti sono tipicamente detectives logorati da preoccupazioni e lungi dall'essere semplicemente eroici.[7]

Le trame sono influenzate anche dal sistema politico della Scandinavia dove l'apparente uguaglianza, la giustizia sociale e il liberalismo del modello nordico coprono segreti oscuri e odi nascosti. La trilogia Millennium di Stieg Larsson, per esempio, si occupa di misoginia e stupro, mentre il romanzo Assassino senza volto di Henning Mankell si concentra sul fallimento della Svezia nell'integrare la popolazione di immigrati.[8][9]

Autori[modifica | modifica wikitesto]

Autori come Henning Mankell, Mari Jungstedt, Kjell Eriksson, Kerstin Ekman, Håkan Nesser, Åke Edwardson, Helene Tursten, Maj Sjöwall e Per Wahlöö, Åsa Larsson, Göran Lundin, Liza Marklund, Stieg Larsson, Leif GW Persson, Camilla Läckberg, Majgull Axelsson, P. C. Jersild, Annika Bryn, Mons Kallentoft, LiseLotte Divelli, Robert Karjel, Karin Alvtegen, Helene Tursten (tutti svedesi), Pernille Rygg, Anne Holt, Karin Fossum, Jo Nesbø, Hans Olav Lahlum, Gunnar Staalesen (tutti norvegesi), Jussi Adler-Olsen, Michael Larsen, Leif Davidsen e Peter Høeg (danesi) hanno contribuito alla creazione e all'istituzione del genere.

Letteratura[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Andrew Nestingen Paula Arvas, Scandinavian Crime Fiction, University of Wales Press, 2011, ISBN 9780708323304.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura