Nicolás de Jesús López Rodríguez

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nicolás de Jesús López Rodríguez
cardinale di Santa Romana Chiesa
Cardenal Nicolás de Jesús López - Pascua 2013 - 1.jpg
Il cardinale López Rodríguez durante la Pasqua del 2013
Coat of arms of Nicolas de Jesus Lopez Rodriguez.svg
Fortes in fide
Titolo Cardinale presbitero di San Pio X alla Balduina
Incarichi attuali Ordinario militare per la Repubblica Dominicana
Arcivescovo emerito di Santo Domingo
Incarichi ricoperti Vescovo di San Francisco de Macorís
Arcivescovo metropolita di Santo Domingo
Primate della Repubblica Dominicana
Primate delle Americhe
Vicario castrense per la Repubblica Dominicana
Primo vicepresidente del Consiglio Episcopale Latinoamericano
Presidente del Consiglio Episcopale Latinoamericano
Presidente della Conferenza dell'Episcopato Dominicano
Nato 31 ottobre 1936 (79 anni) a Barranca
Ordinato presbitero 18 marzo 1961 dal vescovo Francisco Panal Ramírez
Nominato vescovo 16 gennaio 1978 da papa Paolo VI (poi beato)
Consacrato vescovo 25 febbraio 1978 dal cardinale Octavio Antonio Beras Rojas
Elevato arcivescovo 15 novembre 1981 da papa Giovanni Paolo II (poi beato)
Creato cardinale 28 giugno 1991 da papa Giovanni Paolo II (poi beato)

Nicolás de Jesús López Rodríguez (Barranca, 31 ottobre 1936) è un cardinale e arcivescovo cattolico dominicano, arcivescovo emerito di Santo Domingo.

Fra gli attuali cardinali elettori è quello di più antica nomina, avvenuta nel concistoro del 28 giugno 1991.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce il 31 ottobre 1936 a Barranca, La Vega, nella Repubblica Dominicana, figlio di Perfecto Ramón López Salcedo e di Delia Ramona Rodríguez.

Entra al seminario Santo Tomás de Aquino di Santo Domingo.

È ordinato presbitero il 18 marzo 1961 a La Vega per l'imposizione delle mani di monsignor Francisco Panal Ramírez, O.F.M.Cap., vescovo della diocesi.

Dopo l'ordinazione continua gli studi a Roma dal 1963 al 1965. Ottiene il diploma di sociologia pastorale nel Centro internazionale per la formazione sociologica del clero (CISIC), e la licenziatura in Scienze Sociali presso la Pontificia Università San Tommaso d'Aquino in Urbe (Angelicum).

Vari anni dopo segue nella stessa città due corsi di aggiornamento di diritto canonico presso la Pontificia Università Gregoriana.

Il 16 gennaio 1978 è eletto vescovo della nuova diocesi di San Francisco de Macorís e consacrato il 25 febbraio dello stesso anno.

Il 15 novembre 1981 è promosso arcivescovo di Santo Domingo e, nel contempo, assume l'onorifico ma prestigioso titolo di primate delle Americhe in quanto l'isola di Santo Domingo è stata la prima ad essere raggiunta dai colonizzatori del Nuovo Mondo. Il 4 aprile 1982 è nominato anche ordinario militare per la Repubblica Dominicana.

È elevato a cardinale il 28 giugno 1991 da papa Giovanni Paolo II, con il titolo di cardinale presbitero di San Pio X alla Balduina. Al momento della sua creazione a cardinale, con i suoi 55 anni risulta, assieme al cardinale statunitense Roger Michael Mahony, il più giovane prelato del Sacro Collegio, superando il cardinale colombiano Alfonso Lopez Trujillo. Verrà superato il 26 novembre 1994 dal cardinale slavo Vinko Puljić, di 9 anni più giovane.

Nel 2009 è rieletto alla presidenza della conferenza episcopale dominicana: aveva già ricoperto tale ufficio dal 1984 al 2002.

Il 4 luglio 2016 papa Francesco accoglie la sua rinuncia al governo pastorale dell'arcidiocesi di Santo Domingo per raggiunti limiti di età.

Pastorale[modifica | modifica wikitesto]

Durante il suo ministero in Santo Domingo ha avviato tre piani pastorali diocesani: i primi due, corrispondenti agli anni ottanta e novanta, erano centrati su una serie di priorità pastorali. Il terzo, attualmente in fase di svolgimento, è stato mutuato dal Movimento per un mondo migliore, e vuole coinvolgere tutti, arrivare a tutti, e informare tutti gli ambiti della pastorale. È personalità dalle prese di posizione nitide. La sua opinione è cercata e riportata sistematicamente dai giornali dominicani.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

- (versione epub)

Predecessore Vescovo di San Francisco de Macorís Successore BishopCoA PioM.svg
- 16 gennaio 1978 - 15 novembre 1981 Jesús María de Jesús Moya
Predecessore Arcivescovo metropolita di Santo Domingo Successore ArchbishopPallium PioM.svg
Octavio Antonio Beras Rojas 15 novembre 1981 - 4 luglio 2016 Francisco Ozoria Acosta
Predecessore Primate della Repubblica Dominicana Successore PrimateNonCardinal PioM.svg
Octavio Antonio Beras Rojas 15 novembre 1981 - 4 luglio 2016 Francisco Ozoria Acosta
Predecessore Primate delle Americhe Successore PrimateNonCardinal PioM.svg
Octavio Antonio Beras Rojas 15 novembre 1981 - 4 luglio 2016 Francisco Ozoria Acosta
Predecessore Vicario castrense per la Repubblica Dominicana Successore BishopCoA PioM.svg
Octavio Antonio Beras Rojas 4 aprile 1982 - 21 luglio 1986 -
Predecessore Presidente della Conferenza dell'Episcopato Dominicano Successore Mitra heráldica.svg
Hugo Eduardo Polanco Brito 1984 - 2002 Ramón Benito de la Rosa y Carpio I
Ramón Benito de la Rosa y Carpio 2009 - 4 luglio 2014 Gregorio Nicanor Peña Rodríguez II
Predecessore Ordinario militare per la Repubblica Dominicana Successore BishopCoA PioM.svg
- dal 21 luglio 1986 in carica
Predecessore Primo vicepresidente del Consiglio Episcopale Latinoamericano Successore Mitra heráldica.svg
Felipe Santiago Benítez Avalos 1987 - 1991 Juan Jesús Posadas Ocampo
Predecessore Cardinale presbitero di San Pio X alla Balduina Successore CardinalCoA PioM.svg
John Francis Dearden dal 28 giugno 1991 in carica
Predecessore Presidente del Consiglio Episcopale Latinoamericano Successore Mitra heráldica.svg
Darío Castrillón Hoyos 1991 - 1995 Óscar Rodríguez Maradiaga, S.D.B.
Controllo di autorità VIAF: (EN68133029 · LCCN: (ENn92120794 · ISNI: (EN0000 0001 0911 6315 · GND: (DE1056535679