Darío Castrillón Hoyos

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Darío Castrillón Hoyos
cardinale di Santa Romana Chiesa
Cardenal Darío Castrillon.jpg
Il cardinale Castrillón Hoyos l'11 luglio 2008
Escudo Dario Castrillon Hoyos.svg
Christus in vobis Spes Gloriae
Titolo Cardinale presbitero del Santissimo Nome di Maria al Foro Traiano
Incarichi attuali Presidente emerito della Pontificia Commissione "Ecclesia Dei"
Incarichi ricoperti Vescovo coadiutore di Pereira
Vescovo di Pereira
Segretario generale del Consiglio Episcopale Latinoamericano
Presidente del Consiglio Episcopale Latinoamericano
Arcivescovo metropolita di Bucaramanga
Pro-prefetto della Congregazione per il Clero
Prefetto della Congregazione per il Clero
Presidente del Consiglio Internazionale della Catechesi
Presidente della Pontificia Commissione "Ecclesia Dei"
Cardinale protodiacono
Nato 4 luglio 1929 (87 anni) a Medellín
Ordinato presbitero 26 ottobre 1952 dall'arcivescovo Alfonso Carinci
Nominato vescovo 2 giugno 1971 da papa Paolo VI (poi beato)
Consacrato vescovo 18 luglio 1971 dall'arcivescovo Angelo Palmas
Elevato arcivescovo 16 dicembre 1992 da papa Giovanni Paolo II (poi santo)
Creato cardinale 21 febbraio 1998 da papa Giovanni Paolo II (poi santo)

Darío Castrillón Hoyos (Medellín, 4 luglio 1929) è un cardinale colombiano, prefetto emerito della Congregazione per il Clero.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo gli studi presso la Pontificia Università Gregoriana a Roma, ha ricevuto l'ordine sacro il 26 ottobre 1952.

In Colombia, è stato parroco di due parrocchie rurali, ha insegnato diritto canonico alla Free Civil University ed è stato Segretario Generale della Conferenza dei Vescovi di Colombia.

Il 2 giugno 1971 è stato eletto vescovo titolare di Villa del Re e vescovo coadiutore di Pereira. Il 1º luglio 1976 è diventato per successione vescovo di Pereira.

Il 16 dicembre 1992 è stato promosso alla sede metropolitana di Bucaramanga.

Dal 1983 al 1987 è stato segretario generale del Consiglio Episcopale Latino-Americano (CELAM). Dal 1987 al 1991 è stato presidente di tale Consiglio.

Elevato al rango di cardinale da papa Giovanni Paolo II nel concistoro del 21 febbraio 1998, ricevendo la diaconia del Santissimo Nome di Maria al Foro Traiano.

È prefetto emerito della Congregazione per il Clero dal 31 ottobre 2006, quando è stato sostituito nell'incarico da Cláudio Hummes.

Il 23 febbraio 2007 papa Benedetto XVI ha confermato la sua nomina a cardinale protodiacono, incarico che ha lasciato il 1º marzo 2008, quando ha optato per l'ordine dei cardinali presbiteri e la diaconia del Santissimo Nome di Maria al Foro Traiano è stata elevata a titolo pro hac vice.

Nel maggio 2007 ha partecipato alla V conferenza episcopale latinoamericana ad Aparecida come membro designato dal papa.

Il cardinale Hoyos con i cavalieri dell'Ordine costantiniano di San Giorgio

È stato membro delle Congregazioni: per i Vescovi; per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti; Congregazione per l'Evangelizzazione dei Popoli; per l'Educazione Cattolica; dei Pontifici Consigli per i Testi Legislativi e delle Comunicazioni Sociali; dell'Amministrazione del Patrimonio della Sede Apostolica (APSA); della Pontificia Commissione per l'America Latina; del Consiglio Speciale per l'America della Segreteria Generale del Sinodo dei Vescovi.

È uno dei cardinali che ha celebrato la messa tridentina dopo la riforma liturgica.

Il 4 luglio 2009, compiendo il suo 80º anno di vita, è divenuto cardinale non elettore, con l'esclusione pertanto dai futuri conclavi.

Ha ricoperto la carica di presidente della Pontificia Commissione "Ecclesia Dei" fino all'8 luglio 2009, quando Benedetto XVI lo ha sollevato dall'incarico per raggiunti limiti di età, accorpando inoltre la commissione alla Congregazione per la Dottrina della Fede.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Balì Gran Croce di Giustizia del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio - nastrino per uniforme ordinaria Balì Gran Croce di Giustizia del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio
— 2003[1]
Gran Priore del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio - nastrino per uniforme ordinaria Gran Priore del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio
— [2]
Cavaliere dell'Insigne Real Ordine di San Gennaro - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Insigne Real Ordine di San Gennaro
— 2016[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Rif. elenco sul sito dell'Ordine Costantiniano: http://www.constantinianorder.org/the-order/bali-cavalieri-di-gran-croce-di-giustizia-1.html
  2. ^ Rif. elenco sul sito dell'Ordine Costantiniano: http://www.constantinianorder.org/the-order/bali-cavalieri-di-gran-croce-di-giustizia-1.html
  3. ^ Notiziario della Real Academia Matritense de Heraldica y Genealogia: http://www.ramhg.es/images/stories/peregrinacion%20a%20roma%202016.pdf

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Vescovo titolare di Villa del Re Successore BishopCoA PioM.svg
Saturnino Rubio y Montiél 2 giugno 1971 - 1º luglio 1976 Franz Xaver Eder
Predecessore Vescovo di Pereira Successore BishopCoA PioM.svg
Baltasar Alvarez Restrepo 1º luglio 1976 - 16 dicembre 1992 Fabio Suescún Mutis
Predecessore Segretario generale del Consiglio Episcopale Latinoamericano Successore Mitra heráldica.svg
Antonio Quarracino 1983 - 1987 Óscar Rodríguez Maradiaga, S.D.B.
Predecessore Presidente del Consiglio Episcopale Latinoamericano Successore Mitra heráldica.svg
Antonio Quarracino 1987 - 1991 Nicolás de Jesús López Rodríguez
Predecessore Arcivescovo metropolita di Bucaramanga Successore ArchbishopPallium PioM.svg
Héctor Rueda Hernández 16 dicembre 1992 - 15 giugno 1996 Víctor Manuel López Forero
Predecessore Pro-prefetto della Congregazione per il Clero Successore Emblem Holy See.svg
José Tomás Sánchez
(prefetto)
15 giugno 1996 - 23 febbraio 1998 se stesso come prefetto
Predecessore Cardinale diacono e presbitero del Santissimo Nome di Maria al Foro Traiano Successore CardinalCoA PioM.svg
Sergio Guerri dal 21 febbraio 1998
Titolo presbiterale pro illa vice dal 1º marzo 2008
in carica
Predecessore Prefetto della Congregazione per il Clero Successore Emblem Holy See.svg
se stesso come pro-prefetto 23 febbraio 1998 - 31 ottobre 2006 Cláudio Hummes, O.F.M.
Predecessore Presidente del Consiglio Internazionale per la Catechesi Successore Emblem Holy See.svg
- 23 febbraio 1998 - 31 ottobre 2006 Cláudio Hummes, O.F.M.
Predecessore Presidente della Pontificia Commissione "Ecclesia Dei" Successore Emblem Holy See.svg
Angelo Felici 14 aprile 2000 - 8 luglio 2009 William Joseph Levada
Predecessore Cardinale protodiacono Successore CardinalCoA PioM.svg
Jorge Arturo Medina Estévez 2 gennaio 2007 - 1º marzo 2008 Agostino Cacciavillan
Controllo di autorità VIAF: (EN51995102 · LCCN: (ENno97044946 · ISNI: (EN0000 0001 2279 9288 · GND: (DE1057061166 · BNF: (FRcb15503403k (data)