Museo archeologico di Delfi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Museo archeologico di Delfi
Museuarqueologicodelfos.jpg
Ubicazione
StatoGrecia Grecia
LocalitàDelfi
IndirizzoΤ.Κ. 33054
Caratteristiche
TipoArcheologia classica
FondatoriAndreas Syngros
Apertura1903
Sito web

Coordinate: 38°28′48.36″N 22°29′58.92″E / 38.4801°N 22.4997°E38.4801; 22.4997

Il Museo archeologico di Delfi (in lingua greca: Αρχαιολογικό Μουσείο Δελφών) è un'istituzione museale a carattere archeologico, ospita gli antichi reperti che sono stati trovati nell'area archeologica ellenica, patrimonio dell'umanità dell'UNESCO.

Storia del museo[modifica | modifica wikitesto]

Gli scavi sul sito di Delfi vennero avviati nel 1889 da parte dell'École française d'Athènes, che ancora oggi se ne occupa e pubblica i nuovi ritrovamenti nel bollettino Fouilles de Delphes (FD).

La collezione[modifica | modifica wikitesto]

L'auriga

Nel museo sono raccolte le opere d'arte ritrovate negli scavi. Fra esse spicca la statua della Sfinge dei Nassi, in origine posta in cima a una colonna, la statua bronzea dell'auriga di Delfi, l'omphalos marmoreo, raffigurante l'ombelico del mondo, la statua del pugile Agias e la statua marmorea di Antinoo, di epoca romana. Molteplici i reperti di offerte votive: elmi, armi, vasi, monete, statuette e gioielli, che testimoniano secoli ininterroti di culto al dio di Delfi.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN145993304 · GND (DE5245755-2