Mike Sweetney

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mike Sweetney
Nome Michael Damien Sweetney
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 202 cm
Peso 125 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Ala grande / centro
Squadra Urunday Universitario
Carriera
Giovanili
Oxon Hill High School
2000-2003 Georgetown Hoyas
Squadre di club
2003-2005 N.Y. Knicks 119 (830)
2005-2007 Chicago Bulls 114 (686)
2009-2010 Shaanxi Kylins
2010 Erie BayHawks 9 (120)
2010 Cang. de Santurce 19 (333)
2010 Metros de Santiago
2010-2011 Club Biguá 11
2011 Cang. de Santurce 29 (454)
2012 Vaq. de Bayamón 29 (357)
2013 Guaiqueríes
2013 Vaq. de Bayamón 6 (89)
2014 Atenas
2014 Brujos de Guayama 22
2015- Urunday Universitario
Nazionale
2001 Stati Uniti Stati Uniti U-21
Palmarès
Transparent.png Mondiali Under-21
Oro Giappone 2001
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 30 giugno 2016

Michael Damien "Mike" Sweetney (Washington, 25 ottobre 1982) è un cestista statunitense, nona scelta assoluta al draft NBA 2003, ha giocato per i New York Knicks e i Chicago Bulls.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Sweetney continuò la tradizione della Georgetown University nello sfornare grandi talenti del mondo della pallacanestro; infatti viaggiò con una media di 18,2 punti a partita con quasi il 55% dal campo nei suoi primi tre anni al college. Per la sua bravura riuscì ad essere ammesso alla fase finale del Naismith College Player of the Year e anche per il John R. Wooden Award. Quell'anno Michael riuscì ad essere il solo giocatore di tutti gli Stati Uniti d'America ad essere nella top 20 sia per i rimbalzi, sia per i punti segnati.

Anche se giocò solo tre stagioni, è ancora oggi il settimo realizzatore della Georgetown (1.750 punti), quinto rimbalzista (887) e settimo stoppatore (180).

Però ebbe grossi problemi di peso durante la sua vita. Il Chicago Tribune scrisse che se non avesse perso chili, la sua carriera sarebbe stata a rischio.[1] Le previsioni, purtroppo, si rivelarono esatte: il giocatore, infatti, è stato fermo per due anni, e dopo aver tentato il rientro nella NBA giocando alcune partite di preseason con i Boston Celtics, nell'ottobre 2009 è stato tagliato, poco prima dell'inizio della stagione 2009-10. Nell'estate 2017 partecipa alla lega di Streetball BIG3 fondata dal rapper Ice Cube con la squadra capitanata da Allen Iverson "3's Company".

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Sam Smith, Ask Sam Smith, ChicagoSports.com.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]