Michaela Kirchgasser

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Michaela Kirchgasser
Michaela Kirchgasser.jpg
Michaela Kirchgasser a Semmering nel 2006
Nazionalità Austria Austria
Altezza 169 cm
Peso 62 kg
Sci alpino Alpine skiing pictogram.svg
Specialità Slalom gigante, slalom speciale, combinata
Squadra Union SK Filzmoos
Ritirata 2018
Palmarès
Mondiali 3 2 2
Mondiali juniores 1 1 1
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 20 marzo 2018

Michaela Kirchgasser (Schwarzach im Pongau, 18 marzo 1985) è un'ex sciatrice alpina austriaca.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Stagioni 2001-2006[modifica | modifica wikitesto]

Specialista delle prove tecniche nata a Schwarzach im Pongau e originaria di Filzmoos[1], la Kirchgasser ha iniziato a partecipare a gare FIS nel novembre del 2000 e ha esordito in Coppa del Mondo il 9 dicembre 2001 nello slalom speciale di Sestriere, classificandosi 17ª. Soltanto dopo ha debuttato anche in Coppa Europa, il 17 gennaio 2002 a Sankt Sebastian, piazzandosi 28ª in slalom gigante. Nel circuito continentale ha ottenuto il primo podio (3ª) e la prima vittoria il 18 e 19 gennaio 2003 al Passo del Tonale in slalom speciale; nella stessa stagione ha vinto la medaglia d'oro nello slalom speciale e quella d'argento nello combinata ai Mondiali juniores del Briançonnais e si è piazzata 3ª sia nella classifica generale sia in quella di slalom speciale della Coppa Europa.

Nel 2005 ha vinto la medaglia di bronzo nello slalom gigante ai Mondiali juniores di Bardonecchia e ha conquistato il 2º posto nella classifica generale della Coppa Europa, vincendo quella di slalom gigante. Ai XX Giochi olimpici invernali di Torino 2006, suo esordio olimpico, si è classificata 5ª nello slalom speciale, 6ª nella combinata e non ha completato la seconda manche dello slalom gigante.

Stagioni 2007-2010[modifica | modifica wikitesto]

Michaela Kirchgasser in gara ad Aspen il 26 novembre 2006

Ha conquistato il suo primo podio in Coppa del Mondo il 25 novembre 2006 nello slalom gigante di Aspen, classificandosi al 3º posto, e ai successivi Mondiali di Åre, debutto iridato per la Kirchgasser, ha vinto la medaglia d'oro nella gara a squadre, si è piazzata 4ª nello slalom gigante, 9ª nello slalom speciale e non ha concluso lo supercombinata. Nella stessa stagione ha colto poi la prima vittoria in Coppa del Mondo, il 24 febbraio nello slalom gigante disputato in Sierra Nevada, ed è risultata 3ª nella classifica della Coppa del Mondo di slalom gigante.

Ai Mondiali di Val-d'Isère 2009 si è piazzata 5ª nello slalom gigante e non ha completato slalom speciale e supercombinata, mentre ai XXI Giochi olimpici invernali di Vancouver 2010 si è classificata 15ª nello slalom gigante, 9ª nella supercombinata e non ha completato la seconda manche dello slalom speciale; quell'anno in Coppa del Mondo è risultata 3ª nella classifica di combinata.

Stagioni 2011-2017[modifica | modifica wikitesto]

Ha vinto l'argento iridato nella gara a squadre ai Mondiali di Garmisch-Partenkirchen 2011, dove è stata anche 13ª nella supercombinata e non ha terminato lo slalom speciale; nella successiva stagione 2011-2012 si piazzata 2ª nella Coppa del Mondo di slalom speciale, superata dalla connazionale Marlies Schild di 308 punti. Ai Mondiali di Scladming 2013 ha vinto la medaglia d'oro nella gara a squadre e quella d'argento nello slalom speciale, mentre nella supercombinata è stata 4ª e nello slalom gigante non ha completato la prova.

Ai XXII Giochi olimpici invernali di Soči 2014 si è classificata 12ª nello slalom gigante, 7ª nella supercombinata e non ha concluso lo slalom speciale; quell'anno in Coppa del Mondo ha chiuso al 2º posto nella classifica di combinata. Nella stagione successiva, ai Mondiali di Vail/Beaver Creek 2015, si è aggiudicata la medaglia d'oro nella gara a squadre, la medaglia di bronzo nella combinata, si è classificata 6ª nello slalom gigante e non ha concluso lo slalom speciale. Due anni dopo, ai Mondiali di Sankt Moritz 2017 ha nuovamente vinto la medaglia di bronzo nella combinata e si è classificata 12ª nello slalom gigante e 6ª nello slalom speciale.

Nel 2018 annuncia il ritiro dalle competizioni, disputando l'ultima gara il 10 marzo a Ofterschwang[2].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Mondiali juniores[modifica | modifica wikitesto]

Coppa del Mondo[modifica | modifica wikitesto]

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 8ª nel 2007
  • 17 podi (5 in slalom gigante, 3 in slalom speciale, 7 in combinata, 2 in slalom parallelo):
    • 3 vittorie (1 in slalom gigante, 2 in slalom speciale)
    • 6 secondi posti
    • 8 terzi posti

Coppa del Mondo - vittorie[modifica | modifica wikitesto]

Data Località Paese Specialità
24 febbraio 2007 Sierra Nevada Spagna Spagna GS
22 gennaio 2012 Kranjska Gora Slovenia Slovenia SL
17 marzo 2012 Schladming Austria Austria SL

Legenda:
GS = slalom gigante

SL = slalom speciale

Coppa del Mondo - gare a squadre[modifica | modifica wikitesto]

  • 1 podio:
    • 1 terzo posto

Coppa Europa[modifica | modifica wikitesto]

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 2ª nel 2005
  • Vincitrice della classifica di slalom gigante nel 2005
  • 14 podi:
    • 7 vittorie
    • 4 secondi posti
    • 3 terzi posti

Coppa Europa - vittorie[modifica | modifica wikitesto]

Data Località Paese Specialità
19 gennaio 2003 Passo del Tonale Italia Italia SL
6 dicembre 2004 Ål Norvegia Norvegia GS
7 dicembre 2004 Ål Norvegia Norvegia GS
11 dicembre 2004 Schruns Austria Austria GS
9 febbraio 2005 Rogla Slovenia Slovenia SL
11 marzo 2005 Roccaraso Italia Italia GS
30 gennaio 2008 Tarvisio Italia Italia SC

Legenda:
GS = slalom gigante
SL = slalom speciale

SC = supercombinata

Nor-Am Cup[modifica | modifica wikitesto]

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 33ª nel 2004
  • 3 podi:
    • 2 secondi posti
    • 1 terzo posto

Campionati austriaci[modifica | modifica wikitesto]

Campionati austriaci juniores[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (DE) "Biografie" sul sito personale, su kirchi.com. URL consultato il 4 novembre 2015.
  2. ^ Kirchgasser e Zuzulova salutano il Circo Rosa - fantaski.it, 11 mar 2018
  3. ^ a b (DE) Michaela Kirchgasser, su oesv.at - ÖSV-Siegertafel, Federazione sciistica dell'Austria (Österreichischer Skiverband). URL consultato il 4 novembre 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]