Maultier

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Maultier
Bundesarchiv Bild 101I-559-1085-07, Italien, Flugzeug Me 323 Gigant, Opel "Maultier".jpg
Un Maultier sbarca da un Messerschmitt Me 323
Descrizione
Tiposemicingolato
Equipaggio2
CostruttoreOpel
Daimler-Benz
Ford
Data impostazione1942
Data entrata in servizio1942
Data ritiro dal servizio1945
Utilizzatore principaleGermaniaWehrmacht
Sviluppato dalOpel Blitz
Dimensioni e peso
Lunghezza6 m
Larghezza2,2 m
Altezza2,4 m
Peso7,1 t (a pieno carico)
Propulsione e tecnica
MotoreOpel 6 cilindri da 3600 cm³ a benzina
Prestazioni
Velocità su strada38 km/h
voci di veicoli militari da trasporto presenti su Wikipedia

Maultier (in tedesco: mulo) è la denominazione data ad una serie di autocarri semicingolati tedeschi impiegati durante la seconda guerra mondiale, derivati da diversi modelli di autocarri ruotati Opel, Mercedes-Benz, Alfa Romeo e Ford. L'identificativo militare in seno a Wehrmacht e SS era Sonderkraftfahrzeug 4 (abbreviato in Sd.Kfz. 4)[1].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Durante il terribile inverno del 1941-42 l'esercito tedesco si rese conto che i suoi mezzi logistici erano inadeguati nelle terribili condizioni di guerra sul fronte sovietico, con fango e gelo che stringevano in una morsa tutto quello che si muoveva. Per non restare del tutto bloccati, erano necessari i semicingolati, ma utilizzare questi mezzi come trasporto piuttosto che come portarmi e truppa non era certo un modo per aumentare l'aggressività delle forze terrestri tedesche.

Allora venne presa la decisione di unire due debolezze in una forza. I carri leggeri Panzer II erano oramai necessariamente da ritirare data la loro efficacia pressoché nulla. La loro struttura cingolata era però molto funzionale, con una cingolatura su 4 rulli di sostegno con sospensioni a molla in 2 carrelli, ruota motrice anteriore e di rinvio posteriore; non vi erano rulli di rinvio.

Gli autocarri Opel e Daimler-Benz erano ottimi veicoli da trasporto, ma con mobilità relativamente ridotta, essendo per lo più 4×2. Allora venne sostituito l'assale posteriore degli autocarri con il treno del carro leggero, tanto da dare l'impressione di essere autocarri con un carro leggero "sotto". La modifica si dimostrò efficace e economica.

Il nome Maultier significa "mulo" in tedesco, ed era per l'appunto adeguato, sia per le fatiche che l'aspettavano che per la sua origine, carro e autocarro insieme. I mezzi ottenuti negli stabilimenti Opel, specie con gli Opel typ S, vennero usati sia come mezzi logistici, ma anche come porta arma, muniti di mitragliere, e veicoli da combattimento blindati, come il Sd.Kfz. 4; da quest'ultimo fu sviluppato il lanciarazzi Panzerwerfer Sd.Kfz. 4/1.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ In tedesco: Veicolo per impieghi speciali 4.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Chris Bishop, The Encyclopedia of Weapons of World War II, 1998.
  • J. Williamson, German Half-Track Vehicles 1939-1945, Halbkettenfahrzeuge, 1972.
  • B. T. White, German Tanks and Armoured Vehicles 1914 - 1945, 1966.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]