Marder I

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Marder I
Marder-I-Saumur.jpg
Marder I
Descrizione
TipoSemovente cacciacarri
Equipaggio4 o 5
Data impostazione1942
Data entrata in servizio1942
Data ritiro dal servizio1944
Utilizzatore principaleWehrmacht
Esemplari170
Dimensioni e peso
Lunghezza5,38 m
Larghezza1,88 m
Altezza2,00 m
Peso8,2 t
Propulsione e tecnica
MotoreDelahaye 103TT
Potenza70 hp
Trazionecingolata
Prestazioni
Velocità max38 km/h
Velocità su strada34 / 38 km/h
Velocità fuori strada15 / 20 km/h
Autonomia135 / 150 km (su strada)
Armamento e corazzatura
Armamento primario7,5 cm PaK 40

[senza fonte]

voci di semoventi presenti su Wikipedia

Il Marden I è stato un cacciacarri tedesco della Seconda guerra mondiale armato con un cannone anticarro PaK 40 da 75 mm, progettato dall'esercito nazista sui disegni del Tracteur Blinde 37L "Lorraine", un trattore d'artiglieria blindato francese, di cui i tedeschi si erano impossessati dopo la capitolazione della Francia il 25 giugno 1940.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Marder I sul fronte orientale

Già durante le prime fasi dell'Operazione Barbarossa, la Wehrmacht ebbe bisogno di una soluzione più mobile e rapida, che consentisse di affrontare i carri sovietici togliendo questo compito ai trattori d'artiglieria, velocizzando le lente operazioni di traino e messa in funzione dei pezzi di artiglieria sul campo di battaglia, ma allo stesso tempo di una soluzione più efficace del cacciacarri Panzerjäger I troppo debole nei confronti dei carri armati sovietici T-34 e Kliment Voroshilov, operativi già alla fine del 1941.

Come soluzione provvisoria, si è deciso di utilizzare gli ormai obsoleti Panzer II e i carri catturati come base per veicoli cacciacarri di "fortuna". Il risultato di queste prime prove fu il successivo sviluppo della serie Marder, dei carri cingolati armati con cannoni anticarro di produzione tedesca PaK 40 da 75 millimetri oppure armati con dei cannoni di preda bellica sovietici F-22 M1936 da 76,2 mm.

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Hotchkiss convertito in Marder I della 21. Panzer-Division in Francia

Il Marder fu sviluppato nel maggio 1942 su telaio del francese Lorraine 37L, a cui fu rimossa la struttura superiore destinata al compartimento dell'equipaggio, per fare posto al cannone da 75, dotando il carro di una torretta scoperta blindata, per offrire una certa protezione dal fuoco delle armi leggere ai serventi del cannone.
Tra luglio e agosto 1942, 170 Marder furono costruiti sulla base del telaio Lorraine, ma molti altri carri armati francesi e polacchi furono convertiti in Marder I, compresi i carri Hotchkiss H39 e FCM 36, anche se questi furono utilizzati solo in pochi esemplari.

Impiego operativo[modifica | modifica wikitesto]

II primi Marder I su base "Lorraine" furono inviati sul fronte orientale nel 1942 per servire nelle unità Panzerjager nelle divisioni di fanteria tedesche.

Questa è una lista delle divisioni di fanteria operanti sul fronte orientale che utilizzavano i Marder I, e i rispettivi battaglioni di appartenenza:

Divisione Battaglione Periodo di utilizzo
31. Infanterie-Division pz. Jg.Abt.31 agosto '42 - dicembre '43
35. Infanterie-Division 2.Kp./Pz. Jg.Abt.35 settembre '42 - dicembre '43
36. Infanterie-Division (mot) 4.Kp./Pz. Jg.Abt.38 ottobre '42 - giugno '43
72. Infanterie-Division 3.Kp./Pz. Jg.Abt.72 settembre '42 - dicembre '43
206. Infanterie-Division 1./Pz. Jg.Schnelle Abt.206 gennaio '42 - dicembre '43
256. Infanterie-Division 5./Pz. Schnelle-Abt.256 novembre '42 - aprile '44

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Guerra Portale Guerra: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di guerra