Sturmgeschütz IV

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sturmgeschütz IV
Sturmgeschutz iv Muzeum Broni Pancernej CSWL 2.JPG
Modellino di StuG IV.
Descrizione
Equipaggio 4
Esemplari 1.108 +31 conversioni[1]
Dimensioni e peso
Lunghezza 6,70
Larghezza 2,95
Altezza 2,20
Peso 23
Propulsione e tecnica
Motore Maybach HL 120TRM V 12 a benzina
Trazione su cingoli
Sospensioni a balestre e ammortizzatori
Prestazioni
Velocità 40
Armamento e corazzatura
Armamento primario cannone 7,5 cm KwK 40
Armamento secondario mitragliatrice MG 34
Corazzatura 80 mm

Panzerworld[2]

voci di semoventi presenti su Wikipedia

Lo Sturmgeschütz IV (SdKfz 167), abbreviato in StuG IV, era un veicolo corazzato da combattimento tedesco della seconda guerra mondiale. Sturmgeschütz significa letteralmente "artiglieria d'assalto". La sua adozione fu proposta nel 1935 dal colonnello (poi generale) Erich von Manstein osservando che tale artiglieria avrebbe potuto supportare la fanteria negli attacchi distruggendo bunker, nidi di mitragliatrici, carri armati e altri ostacoli.

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Per far fronte alla richiesta di nuovi cannoni d'assalto, lo StuG IV venne costruito combinando una versione leggermente modificata della sovrastruttura del cannone d'assalto Sturmgeschütz III montata sullo chassis del un Panzer IV. Uno dei motivi per utilizzare lo scafo del PzKpfw IV fu il fatto che la Krupp, che avrebbe dovuto sviluppare questo semovente, non costruiva il Panzer III (costruito dalla Daimler Benz e dalla Alkett). L'armamento era il cannone 7,5 cm StuK 40 L/48, cioè lo stesso montato sui PzKpfw IV Ausf. H e J e sugli StuG III Ausf. F/8 e G, come armamento secondario fu aggiunta una MG 34 esterna. Dal 1943, circa 1100 StuG IV vennero costruiti dalla Krupp.

Impiego[modifica | modifica wikitesto]

Come le versioni contemporanee dello StuG III, lo StuG IV fu utilizzato principalmente come cacciacarri invece che come cannone d'assalto, in particolar modo sul fronte orientale.

Relitto di StuG IV lungo una strada della Normandia

Aveva un equipaggio di 4 uomini, ed era utilizzato soprattutto in reparti autonomi (Sturmgeschütz Abteilung). In Italia fu utilizzato con le funzioni tattiche di un carro armato dalla 90. Panzergrenadier-Division e nel battaglione anticarro (Panzerjäger) dalla 34. Infanterie-Division.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://www.panzerworld.com/sturmgeschutz-iv Sturmgeschütz IV su panzerworld.com
  2. ^ Sturmgeschütz IV, panzerworld.net.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Guerra Portale Guerra: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di guerra