Massimo Marino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

«Bella frate', a frappé!»

(Il tipico slogan di Massimo Marino)
Massimo Marino

Massimo Marino (Roma, 8 febbraio 1960Roma, 19 aprile 2019[1]) è stato un conduttore televisivo, editore e attore italiano.

Massimo Marino e Fulvio Abbate durante la presentazione del libro Roma vista controvento, di Fulvio Abbate
Massimo Marino con Maurizio Battista sul set di Uno anzi due

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Editore dal 1989 della rivista free press ViviRoma Magazine, ha esordito in televisione nel 1995, conducendo il programma ViviRoma Television sulle emittenti Teleambiente e Teledonna.

Tra il 2009 e il 2010 è stato ospite di alcuni programmi televisivi, tra cui La vita in diretta, mentre Rai 3 gli ha dedicato un servizio nel programma Gente di Notte nel 2005.

È stato ospite di Simona Ventura ne La Grande notte del lunedì ed è stato protagonista ne I dieci comandamenti nella puntata dal titolo Arrivederci Roma, condotta da Domenico Iannacone il 12 settembre 2015.

Nel 2008 ha esordito al cinema nei film Grande, grosso e... Verdone e Un'estate al mare, cui sono seguiti A Natale mi sposo (2010), Una cella in due e Matrimonio a Parigi (2011), Uno anzi due (2015).

Nel 2012 nell’ambito della manifestazione Premio “Sette Colli”, vince uno speciale riconoscimento grazie alla sua romanità.

È morto a Roma il 19 aprile 2019 all'età di 59 anni. Dopo la cremazione, le ceneri sono state tumulate nel cimitero del Verano.[2]

Attività politica[modifica | modifica wikitesto]

Si è candidato nella lista Consumatori Uniti per Marrazzo alle elezioni regionali del Lazio del 2005, raccogliendo 1.777 voti.

Ha sostenuto Walter Veltroni alle elezioni comunali di Roma del 2006 e Francesco Rutelli in quelle del 2008, in cui si è candidato nella lista Unione Democratica per i Consumatori ed ha raccolto 80 preferenze[3].

Alle elezioni regionali del Lazio del 2010 ha sostenuto Emma Bonino nella "Lista civica cittadini per Bonino", con cui ha raccolto 226 voti[4].

Alle comunali del 2013 ha sostenuto la lista autonoma "Alfio Marchini Sindaco", senza però candidarsi.

Nel 2016 si è candidato alle comunali di Roma con la lista civica AssoTutela per Maritato Sindaco, raccogliendo in tutto 32 preferenze[5].

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Massimo Marino insieme a Vincenzo Salemme, Massimo Boldi ed Enzo Salvi sul set del film A Natale mi sposo
Massimo Marino sul set del film Grande, grosso e... Verdone

Web[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Premio “Guy De Board” all’Università ‘La Sapienza’ nel 2003 e 2005
  • Premio Teledurruti consegnato da Fulvio Abbate
  • Oscar della notte negli anni 2001-2002-2003
  • Riconoscimenti e recensioni su ‘Il Messaggero’, ‘Il Riformista’, ‘Il Corriere della Sera’, ‘Libero’ “L’Unita’” e varie altre testate…
  • Citazioni con approfondimenti sui testi: "Il mucchio selvaggio" di Giancarlo Dotto e Sandro Piccinini e "Roma vista controvento" di Fulvio Abbate

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

E' stato legato per 20 anni (dal 1999 fino all'ultimo istante della sua vita) a Miria Maiorani con la quale condivideva, oltre a un amore profondo, anche il lavoro e la sua grande passione per i viaggi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]