Martin Peters

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Martin Peters
Martin Peters.jpg
Peters nel 2007
Nazionalità Inghilterra Inghilterra
Altezza 184 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Termine carriera 1981
Carriera
Squadre di club1
1959-1970West Ham Utd302 (81)
1970-1975Tottenham189 (46)
1975-1980Norwich City206 (44)
1980-1981Sheffield Utd24 (3)
Nazionale
1966-1974Inghilterra Inghilterra67 (20)
Palmarès
Julesrimet.gif Mondiali di calcio
Oro Inghilterra 1966
UEFA European Cup.svg Europei di calcio
Bronzo Italia 1968
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Martin Stanford Peters (Plaistow, 8 novembre 1943Londra, 21 dicembre 2019) è stato un calciatore inglese, di ruolo centrocampista.

Assieme a Geoff Hurst, Kenny Brown, William Bonds e Frank Lampard senior, è primatista di presenze (15) col West Ham nelle competizioni calcistiche europee.[1]

Fu uno dei 22 campioni del mondo al campionato del mondo 1966, organizzato in Inghilterra. Segnò la rete del momentaneo 2-1 nella controversa finale di Wembley (4-2 dts il risultato conclusivo). Il suo selezionatore Alf Ramsey disse che il suo modo di giocare ed intendere il calcio fosse dieci anni avanti rispetto a quello dei colleghi.[2]
È stato infatti il prototipo di centrocampista completo: bravo negli inserimenti, dotato tecnicamente con entrambi i piedi e nel gioco aereo, abile a calciare le punizioni, ma anche ordinato tatticamente e incline al sacrificio in fase difensiva. Era così versatile che durante la carriera ricoprì ogni ruolo, anche quello di portiere (a causa dell'infortunio di Brian Rhodes).[3][4]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

West Ham: 1963-1964
Tottenham: 1970-1971, 1972-1973
West Ham: 1964-1965
Tottenham: 1971-1972
Tottenham: 1971

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Inghilterra 1966

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ West Ham, su uefa.com. URL consultato il 10 febbraio 2014.
  2. ^ (EN) Martin Peters: I can't see us ending 44 years of hurt, su independent.co.uk. URL consultato il 21 aprile 2021.
  3. ^ (EN) The Complete Midfielder, su whufc.com. URL consultato il 21 aprile 2021.
  4. ^ (EN) Brian Penn, REMEMBERING MARTIN PETERS: THE TOTAL MIDFIELDER “A DECADE AHEAD OF HIS TIME”, su thesefootballtimes.co. URL consultato il 21 aprile 2021.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN36717406 · ISNI (EN0000 0000 4629 632X · LCCN (ENno2008016189 · WorldCat Identities (ENlccn-no2008016189