Margherita di Brabante, contessa di Fiandra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Margherita di Brabante

Margherita di Brabante (9 febbraio 1323Bruxelles, 1368) fu contessa consorte di Fiandra, di Nevers e di Rethel, dal 1347 alla sua morte.

Origine[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il Trophees tant sacres que profanes de la duché de Brabant ..., Volume 1, Margherita era la figlia secondogenita del duca di Lorena e del Brabante e duca di Limburgo, Giovanni III di Brabante e della moglie, Maria d'Évreux[1], che era figlia di Luigi conte d'Évreux e della moglie, Margherita d'Artois, come ci viene confermato dal Continuatio Chronici Guillelmi de Nangiaco[2], figlia dell'erede della contea d'Artois, Filippo d'Artois e di Bianca di Bretagna[3].
Secondo la Genealogia Ducum Brabantiæ Ampliata, Giovanni III di Brabante era L'unico figlio legittimo del duca di Lorena e del Brabante e duca di Limburgo, Giovanni II di Brabante e della moglie, Margherita d'Inghilterra[4], che, secondo il Florentii Wigornensis Monachi Chronicon, Continuatio, era la (dodicesima) figlia del re d'Inghilterra e duca d'Aquitania, Edoardo I e di Eleonora di Castiglia[5], figlia secondogenita del re di Castiglia e León, Ferdinando III il Santo e di Giovanna di Dammartin, figlia di Simone de Dammartin, conte d'Aumâle e di Maria, Contessa di Ponthieu (contea nel dipartimento della Somme le cui città principali erano Abbeville e Montreuil-sur-Mer)[6][7].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1334, suo padre, Giovanni III era in guerra, contro Luigi I di Fiandra, riguardo al controllo di Mechelen, e secondo la Chronologia Johannes de Beke la pace fu negoziata, in quello stesso anno, dopo che la guerra era durata oltre due anni, anche per merito del Conte di Hainaut e conte d'Olanda e di Zelanda Guglielmo I di Hainaut[8]; ancora secondo la Chronologia Johannes de Beke sua sorella, Giovanna, in quello stesso anno, fu data in moglie al figlio di Guglielmo I di Hainaut, anche lui di nome Guglielmo[9].

Margherita, nel 1340 fu fidanzata a Edoardo, figlio del re d'Inghilterra, Edoardo III[10], ma la trattativa fu interrotta, anche per il cambio di alleanza di suo padre Giovanni III, che, durante la Guerra dei cent'anni, si riavvicinava al regno di Francia, sino ad arrivare agli accordi di Saint-Quentin del giugno 1347, che videro passare definitivamente il Brabante nell'orbita francese[11].

Margherita, dopo che il suo matrimonio era stato concordato, nel 1346[12], il 6 giugno del 1347, sposò il conte di Fiandra, di Nevers e di Rethel, Luigi II di Male, che, secondo il Iohannis de Thilrode Chronicon, dal Conte di Nevers, Conte di Rethel, Signore di Mechelen e Conte di Fiandra, Luigi I di Crécy (1304-1346), e da Margherita di Francia[13] (1309-1382), che, come riportato dalla Continuatio Chronici Guillelmi de Nangiaco, era la figlia secondogenita del re di Francia e Re di Navarra, Filippo V il Lungo, e della Signora di Salins, contessa di Borgogna, Contessa di Chalon e Contessa d'Artois, Giovanna II[14].

Giovanni III morì il 5 dicembre 1355[15], come ci conferma anche la Chronique des ducs de Brabant, Volume 2[16], ed, essendo già morti i tre figli maschi, dopo aver raccomandato agli stati generali del Brabante di servire fedelmente la sua erede, la figlia primogenita, Giovanna ed il marito, il Duca di Lussemburgo, Venceslao I[15], fratellastro dell'imperatore, Carlo IV[17]. Giovanna, essendo la primogenita, succedette al padre[16][18]. Il 3 gennaio 1356 fu promulgato il Blijde Inkomst, al fine di mantenere l'unità del Ducato di Brabante ed evitare una spartizione tra le figlie di Giovanni, Giovanna divenne duchessa di Brabante e duchessa di Limburgo[19].

Il marito di Margherita, il conte Luigi II di Fiandra]], reclamava tuttavia la dote che Giovanni III aveva promesso, e che invece il successore Venceslao si rifiutava di versare; altro motivo di attrito era la somma che il Brabante ancora doveva alla contea delle Fiandre per l'acquisto della città di Malines. Luigi, occupata militarmente Malines[1], si diresse verso Bruxelles, che conquistò il 17 agosto 1356[20]; altre città si arresero in breve ai fiamminghi[20].

Giovanna e Venceslao erano riparati a Maastricht con la corte, sotto la protezione del fratellastro maggiore di Venceslao, Carlo IV di Lussemburgo[21]; nell'arco di pochi mesi i fiamminghi furono cacciati da Bruxelles e da molte altre località, mantenendo tuttavia il controllo di una parte del ducato[21]. La pace fu conclusa ad Ath l'anno successivo[22], sotto la mediazione di Guglielmo III di Hainaut. Nel 1357, ottenute le città di Anversa e Mechelen, Margherita e Luigi II fecero pace coi cognati e restituirono il ducato, mantenendo il titolo, e garantendo ai loro discendenti il diritto di successione sui ducati di Brabante e Limburgo[12][23].

Margherita di Brabante morì nel 1368[12], e fu sepolta a Lilla, nella chiesa di San Pietro (chiesa di San Pietro, in francese)[12].

Figli[modifica | modifica wikitesto]

Margherita al marito Luigi II diede una sola figlia[23][24]:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (FR) #ES Trophees tant sacres que profanes de la duché de Brabant ..., Volume 1, pag. 469
  2. ^ (LA) Recueil des historiens des Gaules et de la France. Tome 20: Continuatio Chronici Guillelmi de Nangiaco, pag. 584
  3. ^ (FR) #ES Trophees tant sacres que profanes de la duché de Brabant ..., Volume 1, pag. 451
  4. ^ (LA) Monumenta Germanica Historica, tomus XXV, Genealogia Ducum Brabantiæ Ampliata, par. 14, pag 397, nota +
  5. ^ (LA) Florentii Wigornensis Monachi Chronicon, Continuatio, p. 214
  6. ^ (EN) Dinastie reali di Castiglia
  7. ^ (EN) Casa d'Ivrea-genealogy
  8. ^ (LA) Chronologia Johannes de Bek, cap. 84g, pag 295
  9. ^ (LA) Chronologia Johannes de Bek, cap. 85a, pag 297
  10. ^ (EN) #ES Foundation for Medieval Genealogy: DUKES of BRABANT - MARGUERITE de Brabant
  11. ^ (FR) #ES Trophees tant sacres que profanes de la duché de Brabant ..., Volume 1, pag. 436
  12. ^ a b c d (FR) #ES Trophees tant sacres que profanes de la duché de Brabant ..., Volume 1, pag. 528
  13. ^ a b (LA) Monumenta Germaniae Historica, Scriptores, tomus XXV, Iohannis de Thilrode Chronicon, capitulum 28, pagina 583
  14. ^ (LA) Recueil des historiens des Gaules et de la France. Tome 20, Continuatio Chronici Guillelmi de Nangiaco, Pag 625
  15. ^ a b (FR) #ES Trophees tant sacres que profanes de la duché de Brabant ..., Volume 1, pag. 440
  16. ^ a b (LA) Chronique des ducs de Brabant, Volume 2, liber quintus, capitulum CXCVI, pagina 689
  17. ^ Henry Pirenne, "I Paesi Bassi", cap. XII, vol. VII, pag. 426
  18. ^ Henry Pirenne, "I Paesi Bassi", cap. XII, vol. VII, pag. 432
  19. ^ (FR) #ES Trophees tant sacres que profanes de la duché de Brabant ..., Volume 1, pag. 468
  20. ^ a b (FR) #ES Trophees tant sacres que profanes de la duché de Brabant ..., Volume 1, pag. 470
  21. ^ a b (FR) #ES Trophees tant sacres que profanes de la duché de Brabant ..., Volume 1, pag. 472
  22. ^ (FR) #ES Trophees tant sacres que profanes de la duché de Brabant ..., Volume 1, pagg. 473 -475
  23. ^ a b (EN) #ES Foundation for Medieval Genealogy: conti delle FIANDRE - MARGUERITE de Brabant (LOUIS de Flandre)
  24. ^ (EN) #ES Genealogy: Flanders 5 - Margaret of Brabant (Louis II "de Mâle")
  25. ^ (FR) #ES Trophees tant sacres que profanes de la duché de Brabant ..., Volume 1, pag. 529

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura storiografica[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]