Joshua Marston

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Joshua Jacob Marston (Contea di Los Angeles, 13 agosto 1968) è un regista e sceneggiatore statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato nella Contea di Los Angeles nel 1968, durante gli anni ottanta studia a Parigi e comincia a lavorare come fotografo, professione che svolge negli anni successivi per la rivista Life e per ABC News durante la prima guerra del Golfo.[1][2] Dopo aver studiato scienze politiche per due anni alla USC di Los Angeles («due anni deprimenti» come ha dichiarato lo stesso Marston) inizia a considerare l'idea di dedicarsi al cinema e a metà anni novanta si trasferisce a New York. Qui frequenta la Tisch School of the Arts e nel 1989 ottiene la laurea in regia cinematografica con il cortometraggio Bus to Queens.[3][4]

Dopo la laurea lavora a vari progetti, fino a quando si imbatte in un articolo di giornale che cattura la sua attenzione: «Si trattava dei "muli" della droga colombiani e del fatto che è pratica comune far viaggiare in aereo una mezza dozzina di persone, sapendo che uno o più di loro moriranno o saranno arrestati».[4] Marston inizia subito ad abbozzare una sceneggiatura e dopo una lunga gestazione, nel 2004 esce il suo primo lungometraggio Maria Full of Grace.

Il film riscuote un ottimo successo di critica e riceve numerosi riconoscimenti, tra cui il Premio Alfred Bauer al Festival di Berlino, il premio per la miglior opera prima del New York Film Critics Circle, l'Independent Spirit Award per la miglior sceneggiatura d'esordio, il premio della giuria al Cartagena Film Festival e al São Paulo International Film Festival, il premio del pubblico al Los Angeles Film Festival e al Sundance Film Festival.[5]

Dopo l'ottimo esordio la carriera di Marston si arena per diversi anni, durante i quali si dedica soprattutto alla regia televisiva con episodi di Six Feet Under, Law & Order e altre serie tv. Lo stesso Marston ha dichiarato in un'intervista del 2011:[1]

« Sono stati sei anni difficili in cui l'industria cinematografica ha dovuto fare i conti con la crisi di finanziamenti e il collasso totale dell'economia. Le prospettive erano davvero poche per me... Poi ho deciso di venire in Europa. A mio avviso c'è un maggiore considerazione in Europa per i giovani registi, lo dimostra anche il fatto che i produttori che ho incontrato per parlare dell'idea che avevo in mente hanno dimostrato da subito un entusiasmo sorprendente. »

L'idea per il secondo lungometraggio si concretizza grazie all'incontro con un gruppo di produttori e con Andamion Murataj, con il quale scrive la sceneggiatura di La faida, storia di vendette familiari ambientata in Albania.[1] Distribuito nel 2011, anche il secondo film ottiene il plauso della critica e premi al Festival di Berlino e al Chicago International Film Festival.[5] In seguito continua a dedicarsi al cinema e alla televisione, inclusi un cameo in Gayby di Jonathan Lisecki nel 2012, la produzione del corto The Visit di Lawrence Horwitz nel 2014 e la regia di episodi di The Newsroom, American Crime e Flesh and Bone.[6]

Dopo aver abbandonato il progetto di un remake del film di Giuseppe Capotondi La doppia ora,[7] nel 2016 dirige Complete Unknown - Cambio d'identità e lo stesso anno viene chiamato a sostituire Jonathan Demme (che a sua volta aveva rimpiazzato Marc Forster) per la regia di Domenica, film a tematica religiosa distribuito da Netflix.[8]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

1998

Certificato di merito al miglior cortometraggio per Bus to Queens

1999

  • Canyonlands Film Festival
Premio Best of Festival per Bus to Queens
Premio al miglior film drammatico per Bus to Queens
Premio alla miglior produzione studentesca per Bus to Queens
  • Nashville Film Festival
Best of Festival Award/Best Student Film per Bus to Queens

2004

Premio Alfred Bauer per Maria Full of Grace
Nomination Orso d'oro per Maria Full of Grace
Premio al miglior regista esordiente, 2º posto per Maria Full of Grace
  • Cartagena Film Festival
Premio speciale della giuria per Maria Full of Grace
Premio della critica per Maria Full of Grace
Premio del pubblico per Maria Full of Grace
Grand Special Prize per Maria Full of Grace
Nomination Screen International Award per Maria Full of Grace
Miglior regista esordiente per Maria Full of Grace
New Generation Award per Maria Full of Grace (condiviso con Catalina Sandino Moreno)
Premio del pubblico per Maria Full of Grace
Premio per la miglior opera prima per Maria Full of Grace
  • New York Film Critics Online
Premio al miglior regista esordiente per Maria Full of Grace
  • Newport International Film Festival
Premio della giuria al miglior film per Maria Full of Grace
Premio del pubblico (film drammatici) per Maria Full of Grace
Nomination Gran premio della giuria: U.S. Dramatic per Maria Full of Grace
Premio della giuria internazionale al miglior film per Maria Full of Grace
  • Toronto Film Critics Association Awards
Premio per la miglior opera prima per Maria Full of Grace

2005

Condor d'argento al miglior film ibero-americano per Maria Full of Grace
Nomination miglior sceneggiatura originale per Maria Full of Grace
Russell Smith Award per Maria Full of Grace
Nomination Edgar alla miglior sceneggiatura per Maria Full of Grace
Independent Spirit Award per la miglior sceneggiatura d'esordio per Maria Full of Grace
Nomination Independent Spirit Award per il miglior regista per Maria Full of Grace
  • International Online Cinema Awards
Nomination miglior film in lingua straniera per Maria Full of Grace
  • Online Film & Television Association
Premio per la miglior opera prima (film) per Maria Full of Grace
Premio per la miglior opera prima (sceneggiatura) per Maria Full of Grace
  • Online Film Critics Society Awards
Nomination Miglior regista esordiente per Maria Full of Grace
  • Robert Festival
Nomination Miglior film non americano per Maria Full of Grace
Nomination Satellite Award per il miglior regista per Maria Full of Grace

2011

Orso d'argento per la migliore sceneggiatura per La faida (condiviso con Andamion Murataj)
Premio della giuria ecumenica, menzione speciale per La faida
Nomination Orso d'oro per La faida
Silver Hugo alla miglior sceneggiatura per La faida (condiviso con Andamion Murataj)
Nomination Gold Hugo al miglior film internazionale per La faida
  • Hamptons International Film Festival
Menzione speciale per La faida
Nomination Golden Starfish Award per La faida
  • Hawaii International Film Festival
Nomination Halekulani Golden Orchid Award per La faida
  • Sydney Film Festival
Nomination Miglior film per La faida

2016

Nomination Grand Special Prize per Complete Unknown - Cambio d'identità
  • Miskolc International Film Festival
Nomination International Ecumenical Award per Complete Unknown - Cambio d'identità

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c The Forgiveness of Blood: A Berlino il dramma delle faide albanesi, www.movieplayer.it. URL consultato il 10 agosto 2017.
  2. ^ Joshua Marston - Mini Bio, www.imdb.com. URL consultato il 10 agosto 2017.
  3. ^ Joshua Marston - Trivia, www.imdb.com. URL consultato il 10 agosto 2017.
  4. ^ a b 25 New Faces of Independent Film 2002, www.filmmakermagazine.com. URL consultato il 10 agosto 2017.
  5. ^ a b Joshua Marston - Awards, www.imdb.com. URL consultato il 10 agosto 2017.
  6. ^ Joshua Marston, www.imdb.com. URL consultato il 10 agosto 2017.
  7. ^ The Money Fell Apart 3 Weeks Before Filming: Josh Marston on Identity Crisis Thriller Complete Unknown, www.nofilmschool.com. URL consultato il 10 agosto 2017.
  8. ^ Chiwetel Ejiofor in Talks to Star Opposite Robert Redford in Netflix Film Come Sunday (Exclusive), www.hollywoodreporter.com. URL consultato il 10 agosto 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN87506472 · ISNI (EN0000 0001 1937 2726 · LCCN (ENno2005018083 · GND (DE141922346 · BNF (FRcb16216930d (data)