Il coraggio (commedia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Il coraggio
Commedia in un atto unico
AutoreEduardo De Filippo
Lingue originaliItaliano
Napoletano
GenereTeatro napoletano
Fonti letterarieTratto dall'omonima commedia di Augusto Novelli
Composto nel1932
Pubblicato nelInedito
Prima assoluta18 febbraio 1937
Teatro Politeama di Napoli
 

Il coraggio è una commedia in un atto unico scritta nel 1932 da Eduardo De Filippo. Fu rappresentata per la prima volta il 18 febbraio 1937 dalla compagnia teatrale "Teatro Umoristico i De Filippo" al Teatro Politeama di Napoli. Il testo, tratto dalla commedia omonima di Augusto Novelli, non è mai stato pubblicato.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Pilade tenta di suicidarsi gettandosi da un ponte ma viene salvato da Mario. Dopo alcuni mesi il primo si presenta dal suo salvatore lamentando l'atto dell'uomo, che nel frattempo è divenuto l'eroe del quartiere: non doveva salvarlo dal suicidio, perché stava morendo di fame e questa è una fine ancora più straziante dell'affogamento al quale si era destinato da solo.

Mario ci ragiona lungamente cacciandolo poi da casa dopo avergli dato dei soldi. Pilade comunica che tornerà a cercarne altri quando gli saranno terminati quelli e Mario, che aveva fino ad allora cantato la sacralità della vita, si trova costretto dai suoi stessi ragionamenti a dovergli fare la carità in futuro.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Fiorenza Di Franco, Le commedie di Eduardo, Laterza, Bari 1984
Teatro Portale Teatro: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di teatro