Sue piccole mani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sue piccole mani
Commedia atto unico
AutoreEduardo De Filippo
Lingua originaleItaliano
GenereTeatro napoletano
Composto nel1943
Personaggi
  • Il cieco Arturo
  • Vincenzino suo amico e accompagnatore
 

Sue piccole mani è un atto unico inedito composto da Eduardo De Filippo nel 1943.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Quasi una ripresa di Filosoficamente, quest'altro atto unico Sue piccole mani, rimasto inedito come il primo, ne riprende la trama facendone protagonisti Arturo e Vincenzino, qui presentati come due reduci di guerra, uno cieco e l'altro quasi cieco, col secondo che si è assunto il compito di assistere e accompagnare il suo amico. Invero Arturo non si rende conto dei rischi per la sua vita che l'amico miope involontariamente gli fa correre.

I due amici vengono invitati in casa di don Gaetano Nazaro, padre di due fanciulle, Maria e Margherita. Vincenzino nonostante la sua quasi totale cecità riesce a farsi accettare come sposo da Maria mentre Margherita accetta la corte di Arturo, conquistata dalle sue parole.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Paola Quarenghi, Nicola De Blasi, Eduardo De Filippo, Arnoldo Mondadori, 2007
  • Patrizia Ferrara, Censura teatrale e fascismo (1931-1944): la storia, l'archivio, l'inventario, Volume 1, Ministero per i beni e le attività culturali, Direzione generale per gli archivi, 2004
  • Italo Moscati, Il cattivo Eduardo: un artista troppo amato e troppo odiato, Marsilio, 1998

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Teatro: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Teatro