Che scemenza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Che scemenza
Commedia in un atto unico
AutoriEduardo De Filippo
Titina De Filippo
Lingue originaliItaliano
Napoletano
GenereTeatro napoletano
Composto nel1937
Pubblicato nelInedito
Prima assolutaNon rappresentato
Personaggi
  • Stefano
  • Maria, la sua fidanzata
  • Luigi
  • Gaetano
  • Iole, fidanzata di Gaetano
 

Che scemenza è una commedia in un atto unico scritta a quattro mani da Eduardo De Filippo e la sorella Titina nel 1937. Non è mai stato però portato in scena né pubblicato.

Il visto della censura riporta la data del 23 dicembre 1937[1].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Cinque amici discutono di una commedia appena vista che tratta di uno scambio di mogli, con opinioni discordi. Stefano e Maria, una coppia di giovani amanti, la considera una scemenza: Luigi la esalta, Iole e Gaetano vogliono cambiare discorso. Si scoprirà alla fine che la commedia rappresenta la realtà quotidiana dei personaggi di Eduardo e Titina, tinti di una vena intimista.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fiorenza Di Franco, Le commedie di Eduardo, Laterza, Bari 1984

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Fiorenza Di Franco, Le commedie di Eduardo, Laterza, Bari 1984
Teatro Portale Teatro: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di teatro