Grete Waitz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Grete Waitz
Grete Waitz (NYC Marathon, 2010) 2.jpg
Grete Waitz nel 2010.
Nome Grete Andersen-Waitz
Nazionalità Norvegia Norvegia
Altezza 172 cm
Peso 53 kg
Atletica leggera Athletics pictogram.svg
Specialità Mezzofondo, fondo
Record
1 500 m 4'00"55 Record nazionale (1978)
Miglio 4'26"90 Record nazionale (1978)
3 000 m 8'31"75 Record nazionale (1979)
Maratona 2h24'54" (1986)
Società Sportsklubben Vidar
Ritirata 1992
Hall of fame IAAF Hall of Fame (2013)
Carriera
Nazionale
1972-1988 Norvegia Norvegia
Palmarès
Giochi olimpici 0 1 0
Mondiali 1 0 0
Mondiali di cross 5 0 2
Europei 0 0 1
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Grete Andersen-Waitz (Oslo, 1º ottobre 1953Oslo, 19 aprile 2011) è stata un'atleta norvegese, campionessa mondiale di maratona a Helsinki 1983. Considerata una delle più grandi fondiste della storia, vinse nove volte la maratona di New York, cinque volte i campionati del mondo di corsa campestre, due volte la maratona di Londra, e fu medaglia d'argento ai Giochi olimpici di Los Angeles.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

In pista[modifica | modifica wikitesto]

Quando ancora non era popolare la maratona a livello femminile, all'inizio degli anni settanta la Waitz si cimentava in pista, su 1500 e 3000m. Ai Giochi olimpici del 1972 partecipò, a soli 18 anni, ai 1500 metri, distanza sulla quale, due anni più tardi, vinse la medaglia di bronzo agli Europei di Roma. L'anno successivo sale alla ribalta battendo il reco mondiale dei 3000 metri a Oslo, col tempo di 8:46.6, tempo che migliorerà di oltre un secondo l'anno seguente, nella stessa città.

Maratona[modifica | modifica wikitesto]

La Waitz si trovava più a suo agio nelle lunghe distanza, e quando anche a livello femminile iniziarono a disputarsi le grandi maratone, passò a correre su strada. Nel 1978 vince la sua prima maratona di New York, a cui faranno seguito altre 5 vittorie consecutive nella stessa città, gli anni seguenti.

Dopo la vittoria a Helsinki ai mondiali del 1983, arrivava come favorita ai Giochi del 1984, dove per la prima volta si correva la maratona femminile. A Los Angeles la Waitz, proprio perché favorita numero uno, ebbe una piccola delusione: lasciò scappare troppo la statunitense Joan Benoit ad inizio gara, fino a farle guadagnare sul resto del gruppo quasi 2 minuti, ai 25 km di gara. La Waitz tentò la rimonta ma la Benoit continuò a buon ritmo e riuscì a mantenere 26" di vantaggio all'arrivo, lasciando alla norvegese "solo" la medaglia d'argento.

Oltre ad aver fatto registrare più volte la miglior prestazione mondiale della maratona, Grete Waitz è stata anche la più forte nella corsa campestre, vincendo 5 volte il mondiale della specialità.

È scomparsa nel 2011 all'età di 57 anni a seguito di un tumore.[2]

Record nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Seniores[modifica | modifica wikitesto]

  • 1 500 metri piani: 4'00"55 (Cecoslovacchia Praga, 3 settembre 1978)
  • Miglio: 4'26"90 (Regno Unito Gateshead, 9 luglio 1978)
  • 3 000 metri piani: 8'31"75 (Norvegia Oslo, 17 luglio 1979)

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Anno Manifestazione Sede Evento Risultato Prestazione Note
1972 Giochi olimpici Germania Ovest Monaco 1 500 m piani Batteria 4'16"00
1976 Giochi olimpici Canada Montréal 1 500 m piani Semifinale 4'04"80
1978 Mondiali di cross Regno Unito Glasgow Corsa seniores Oro Oro 16'19"
Europei Cecoslovacchia Praga 1 500 m piani 4'00"6
3 000 m piani Bronzo Bronzo 8'34"3
1979 Mondiali di cross Irlanda Limerick Corsa seniores Oro Oro 16'48"
1980 Mondiali di cross Francia Parigi Corsa seniores Oro Oro 15'05"
1981 Mondiali di cross Spagna Madrid Corsa seniores Oro Oro 14'07"
1982 Mondiali di cross Italia Roma Corsa seniores Bronzo Bronzo 14'43"9
1983 Mondiali di cross Regno Unito Gateshead Corsa seniores Oro Oro 13'29"
Mondiali Finlandia Helsinki Maratona Oro Oro 2h28'09"
1984 Mondiali di cross Stati Uniti East Rutherford Corsa seniores Bronzo Bronzo 15'58"
Giochi olimpici Stati Uniti Los Angeles Maratona Argento Argento 2h26'18"
1988 Giochi olimpici Corea del Sud Seul Maratona nf

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Medaglia di Sant'Olav - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia di Sant'Olav
«Per meriti sportivi»
— Oslo, 1981
Dama di I Classe dell'Ordine Reale Norvegese di Sant'Olav - nastrino per uniforme ordinaria Dama di I Classe dell'Ordine Reale Norvegese di Sant'Olav
«Per essere stata un esempio positivo per le persone. Attraverso la sua carriera sportiva ha promosso il piacere e i benefici dello sport e dell'educazione fisica. Il suo lavoro è servito da modello per le donne di ogni età e ceto sociale. Si è inoltre impegnata nelle attività contro il cancro.»
— Oslo, 20 novembre 2008

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Premio Onorario Porsgrunds nel 1974.
  • Sportivo norvegese dell'anno per l'Associazione giornalisti sportivi norvegesi nel 1975, 1977, 1979 e 1983.
  • Medaglia d'Oro del giornale Aftenposten nel 1977.
  • Premio Thomas Fearnley nel 1984.
  • Medaglia di Sant Hallvard della Città di Oslo nel 1989.
  • Premio speciale al Galà dello Sport del 2008.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Grete Waitz, Marathon Champion, Dies at 57, New York Times, 19 aprile 2011.
  2. ^ Atletica - Un tumore si porta via Grete Waitz su eurosport.it, Eurosport, 19 aprile 2011. URL consultato il 15 luglio 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN52337440 · LCCN: (ENn82100747 · ISNI: (EN0000 0001 2025 7952 · GND: (DE118863487