François Zahoui

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
François Zahoui
François Zahoui.png
Nazionalità Costa d'Avorio Costa d'Avorio
Altezza 174 cm
Peso 72 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 1993 - giocatore
Carriera
Giovanili
Stella Club Abidjan
Squadre di club1
1981-1983Ascoli11 (0)
1983-1987Nancy112 (8)
1987-1992Tolone109 (5)
1992-1993JGA Nevers? (?)
Nazionale
1984-1988 Costa d'Avorio Costa d'Avorio 4 (0)
Carriera da allenatore
1999-2001Tolone
2010-2012Costa d'Avorio Costa d'Avorio
2015-2019Niger Niger
Palmarès
Coppa Africa.svg Coppa d'Africa
Argento Gabon-Guinea Eq. 2012
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 19 novembre 2019

François Jean Zahoui (Treichville, 21 agosto 1962) è un allenatore di calcio ed ex calciatore ivoriano, di ruolo centrocampista.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Era dotato di una discreta levatura tecnica, e poteva giocare sia come attaccante puro che come mezzapunta.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Calciatore[modifica | modifica wikitesto]

Soprannominato Zigulì,[2] in Costa d'Avorio lavorava presso un'azienda produttrice di bottiglie.[3] Cresciuto calcisticamente nella Stella Club di Abidjan, squadra della capitale, Zahoui giunse in Italia a vent'anni nella stagione 1981-1982 acquistato dall'Ascoli di Costantino Rozzi, scoperto in occasione del Torneo di Marsiglia 1981. È stato il primo calciatore africano nella storia ad esordire nel campionato di serie A.

Costato 10 milioni di lire[2] e messo a libro paga con il minimo sindacale di un milione e duecentomila lire mensili,[3] il giovane ivoriano non riuscì a trovare posto in squadra, chiuso da De Ponti, Greco e Torrisi. Esordisce in Serie A il 28 ottobre 1981 in Fiorentina-Ascoli[4]. Conclusa la parentesi italiana con 11 presenze in due anni, Zahoui trovò un ingaggio in Francia nel Nancy dove rimase dal 1983 al 1987. Nel 1988 si trasferì al Tolone per disputarvi altri cinque campionati. Un'ultima stagione fu giocata nel Nevers nel 1992-1993 e poi decise di abbandonare la carriera agonistica per tornare in Costa d'Avorio e intraprendere la carriera di allenatore.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1999 al 2001 allena il club francese del Tolone.

All'inizio della stagione 2010-2011 gli viene affidata la panchina ad interim della Costa d'Avorio.[5] All'esordio da CT incontra e batte per 1-0 l'Italia in un'amichevole disputata il 10 agosto.[6][7] Il 22 agosto l'incarico diventa ufficiale a tutti gli effetti.[8] Ottenuta la qualificazione alla Coppa d'Africa 2012, riesce a portare i suoi in finale, ma perde contro lo Zambia ai tiri di rigore.

Nel 2015 diventa CT del Niger.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Profilo su Calciobidoni.it
  2. ^ a b La nostra Africa è in minoranza[collegamento interrotto] Lastampa.it
  3. ^ a b Quella miniera di talento che l'Italia ha capito tardi ricerca.repubblica.it
  4. ^ Cristian Vitali, Calciobidoni - Non comprate quello straniero, Piano B Edizioni, Giugno 2010.
  5. ^ Zahoui, da ct ritrovo Italia Ansa.it
  6. ^ Italia sconfitta, ma il nuovo corso porta novità, qualità e impegno Archiviato il 6 gennaio 2014 in Internet Archive. Figc.it
  7. ^ Italia-Costa d'Avorio 0-1 Gazzetta.it
  8. ^ Ufficiale: Zahoui nuovo CT della Costa D'Avorio Tuttomercatoweb.com

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]