Focene

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando i cetacei noti come focene, vedi Phocoenidae.
Focene
frazione
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneLazio Coat of Arms.svg Lazio
Città metropolitanaProvincia di Roma-Stemma.png Roma
ComuneFiumicino-Stemma.png Fiumicino
Territorio
Coordinate41°48′51″N 12°12′46″E / 41.814167°N 12.212778°E41.814167; 12.212778 (Focene)Coordinate: 41°48′51″N 12°12′46″E / 41.814167°N 12.212778°E41.814167; 12.212778 (Focene)
Altitudinem s.l.m.
Abitanti3 458 (2011)
Altre informazioni
Cod. postale00054
Prefisso06
Fuso orarioUTC+1
Nome abitantiFocenesi
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Focene
Focene

Focène è una frazione di 3.458 abitanti del comune di Fiumicino, nella provincia di Roma.

Collocazione[modifica | modifica wikitesto]

Focène è una delle 5 frazioni marittime del territorio comunale a soli 15 km da Roma, ed è sostanzialmente un esteso borgo marinaro che si affaccia sulle rive del Tirreno, sorto negli anni 40 come insediamento di pescatori. Si è poi sviluppato nei primi anni 60 a seguito della costruzione aeroportuale, che è divenuta ingresso aereo internazionale per 27 milioni circa di persone l'anno, distante da Focène solo 2 km, e negli stessi anni fu scoperta da personaggi e famiglie illustri che la scelsero come residenza estiva (es. Sciascia e Colonna). Anche i Torlonia avevano la loro tenuta all'interno della Pineta all'ingresso sud di Focène, sul viale del Principe, oggi della famiglia Cesarini-Sforza. Inoltre, sulle spiagge di Focène nord si girarono riprese del film di Federico Fellini e Marcello Mastroianni La Dolce Vita.

Toponomastica[modifica | modifica wikitesto]

Il nome Focène è la forma plurale di focèna (Phocoena), cetaceo della famiglia dei phocoenidae, che differisce dalla famiglia dei delfini per il muso corto e arrotondato ed il colore brunastro.

Assai più probabilmente, il nome dell'abitato di Focène deriva dalla "foce" del fiume Tevere a esso vicina, secondo il calco di una forma toponomastica diffusa già in antico nell'area laziale presso Roma: Tellene, Fidene, Fregene.[non chiaro]

Il luogo[modifica | modifica wikitesto]

La caratteristica cittadina, abitata attualmente da circa 3 500 residenti (1 000 nuclei circa), si sviluppa lungo il viale centrale di Focène, direttrice viaria che corre parallelamente al mare, ed è costituita da villette a uno o a due piani dal tipico aspetto mediterraneo.

Percorrendo l'arenile verso nord, si incontra la foce che in origine era alimentata dal corso d'acqua generato da lago naturale, prosciugato per la realizzazione dell'Aeroporto Leonardo da Vinci.

Tale foce, separa Focène dalla frazione di Fregene e dall'Oasi di Macchiagrande.

La località offre al turista giornaliero e stagionale spiagge bianche ed estese, con uno splendido, importante e protetto patrimonio di dune mediterranee, dall'originale associazione vegetativa spontanea, che fiorisce in una meravigliosa esplosione di colori nei mesi primaverili.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

In tempi remoti, la zona litoranea vicino a Roma era considerata zona lacustre, acquitrinosa e insalubre in particolare nella zona di Maccarese. Il problema venne effettivamente affrontato solo nel 1878, con la legge per il risanamento dell'Agro Romano. L'arrivo dei braccianti ravennati che allora si insediarono, diede inizio ad un'opera gigantesca che rivoluzionò la geografia della zona. La prima bonifica comportò lo scavo di quasi cento chilometri di canali tra principali e secondari; il sistema principale era costituito da due canali allaccianti per le acque alte provenienti dalle zone collinari e affluenti in un collettore generale delle acque alte con sbocco diretto nel mare; le acque erano poi sollevate per mezzo dell'impianto delle idrovore di Focène e convogliate in mare. L'idrovora era a quel tempo una macchina a vapore alimentata a carbone.

Nonostante la grandiosità dell'opera, i risultati non furono tali da risanare effettivamente la zona. La speciale legge per la bonifica integrale del 1923 ripropose il problema, individuando nell'agricoltura il miglior sistema di risanamento e dando l'avvio ad una rivoluzione sociale oltre che geografica. Con l'aiuto di braccianti provenienti per la maggior parte dal Veneto e dalla Lombardia, ma anche dalle Marche e dal Lazio, furono completate le opere idrauliche con altre centinaia di chilometri di canali, sia per il drenaggio che per l'irrigazione; furono create strade, ponti, argini di fiumi, livellamenti di pendenze, furono installate nuove macchine idrovore per ampliare l'area bonificata, come le idrovore di Maccarese, oggi meglio definite idrovore di Focène.

Tra gli impianti di sollevamento, il più interessante della zona è appunto quello di Focène, che si incontra sulla via delle Idrovore, appena fuori dall'abitato. È costituito da un insieme di fabbricati del 1925 dalla caratteristica architettura, in prossimità dei quali si trova un bacino d'acqua nel quale hanno trovato dimora molte varietà di pesci ed uccelli. La gestione della bonifica è da anni affidata al Consorzio di Bonifica Tevere e Agro Romano.

Santa Ninfa[modifica | modifica wikitesto]

In mezzo alla campagna, tagliata fuori dalle vie di comunicazione, si trova la piccola cappella settecentesca di Santa Ninfa, che prende il nome da un martire dell'Isola Sacra. Per arrivarci è necessario imboccare viale Santa Ninfa, traversa della via delle Idrovore. La minuscola struttura è ciò che resta di un complesso di casali della stessa epoca, oramai perduti.

Itinerari e monumenti[modifica | modifica wikitesto]

Focène, come già detto, è una frazione all'interno del comune di Fiumicino il quale per estensione è uno dei più grandi d'Italia.

Insieme a Fregene, Maccarese, Passo Oscuro e Palidoro, Focène è una delle 4 frazioni marine presenti nel litorale comunale. Questo antico crocevia di popoli vede importanti tracce di civiltà con i villaggi altanoviani delle genti italiche già 4.500 anni fa, come il sito dell'Età del Rame di Cerquete a Maccarese dove abbiamo le prime tracce di agricoltura, allevamento, utilizzazione delle pelli, filatura della lana, addomesticamento di animali, strumenti di lavoro e caccia in ossidiana (cave delle Isole Eolie, Palmarola e Sardegna), selce (cave teverine) e trachite, lavorazione del rame e della ceramica, riti funerari con (il più antico ritrovamento in Italia della specie equina, cavallo di Cerquete-Fianello a Maccarese, 2 km da Focène); proseguendo con gli insediamenti Etruschi (Necropoli della Banditaccia, a 20 km da Focene) del VI secolo a.C., e gli approdi Fenici del 450 a.C. (Tempio di Uni-Astarte, presso il Castello di Santa Severa a 30 km da Focene) e le prime colonie marittime romanizzate del 250 a.C. come Pyrgi (S. Severa); fino ai siti di importanza fondamentale per lo sviluppo dell'Impero Romano e della Civiltà Mediterranea.

È proprio il Mediterraneo a cullare e a tenere uniti da migliaia di anni tali meravigliosi patrimoni culturali, e a tutt'oggi vi si affacciano in totale circa 150 milioni di residenti: una vera Federazione di Stati a sé, attratta dalla crescente e attuale costellazione dei Stati Europei.

A ridosso della cittadina di Focène (Fiumicino Città), ecco i porti imperiali di Traiano e Claudio dell'Antica Roma del 54 d.C.; la Necropoli della città portuale di Portus del I secolo d.C.; e il Museo delle Navi (adiacente all'aeroporto Leonardo da Vinci), dove sono conservati i resti di importanti imbarcazioni d'epoca.

Altri qualificati itinerari e monumenti, comprendono il Castello di Porto e la Chiesa (basilica e necropoli) dedicata ai Santi Ippolito e Lucia, la Torre Niccolina (XIV secolo d.C.), la Chiesa del Crocefisso (fine XVII secolo d.C.), la Chiesa di S. Maria della Salute, la Torre Clementina, la Villa Guglielmi, il Centro Storico (Borgo Valadier). È inoltre possibile visitare la città di Roma (a soli 15 km), prenotare gite storiche e turistiche, nonché gite in barca sul Tevere.

Dintorni[modifica | modifica wikitesto]

Le località limitrofe
Fregene Maccarese Torrimpietra Tragliata Tragliatella Passo Oscuro Parco Leonardo

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Calcio[modifica | modifica wikitesto]

La principale squadra di calcio della città è l' SFF Atletico Focene. Fu fondata nel 1997 con il nome di AS Focene Calcio. Dalla stagione 2016/2017 si è fusa con il Fregene e lo Sporting Fiumicino ed è nata la SFF Atletico che ha militato e vinto la categoria di Eccellenza. Oggi milita nel campionato di serie D.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]