Dystopia (Megadeth)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dystopia
ArtistaMegadeth
Tipo albumStudio
Pubblicazione22 gennaio 2016
Durata46:46
Dischi1
Tracce11
GenereThrash metal
EtichettaTradecraft
ProduttoreDave Mustaine
Registrazioneaprile–luglio 2015
FormatiCD, LP, download digitale
Megadeth - cronologia
Album successivo
Singoli
  1. Fatal Illusion
    Pubblicato: 2 ottobre 2015
  2. The Threat Is Real
    Pubblicato: 27 novembre 2015

Dystopia è il quindicesimo album in studio del gruppo musicale statunitense Megadeth, pubblicato il 22 gennaio 2016 dalla Tradecraft, etichetta discografica indipendente fondata da Dave Mustaine.[1]

Si tratta del primo album registrato dai Megadeth insieme al chitarrista Kiko Loureiro e al batterista Chris Adler, subentrati rispettivamente a Chris Broderick e Shawn Drover, i quali hanno abbandonato il gruppo verso la fine del 2014.[2]

L'album ha ottenuto un ottimo successo negli Stati Uniti d'America, debuttando direttamente al terzo posto della Billboard 200, il miglior risultato in classifica ottenuto dal gruppo dai tempi di Countdown to Extinction che raggiunse il secondo posto nel 1992.[3][4] In aggiunta, la title track ha regalato ai Megadeth il Grammy Award alla miglior interpretazione metal nel 2017, il loro primo in carriera dopo una serie di undici candidature senza successo ottenute negli anni precedenti.[5]

Composizione[modifica | modifica wikitesto]

Dave Mustaine ha elaborato possibili tematiche, rivelando che stava leggendo la storia del mondo e «roba pazza [sulla] scienza».[6] Sia Mustaine che David Ellefson hanno indicato che l'album avrebbe presentato un approccio musicale e stilistico differente rispetto al precedente album Super Collider, tra cui il distacco dalle sonorità radiofoniche.[7][8]

Nel luglio 2014 Mustaine ha rivelato di aver editato una prima versione di un brano intitolato Why We Lie to You,[9] comparandone la struttura musicale con quella di Holy Wars... The Punishment Due,[10] mentre nel maggio 2015 il gruppo ha pubblicato numerosi video attraverso PledgeMusic, tra cui alcuni che includevano spezzoni di ulteriori brani inediti come The Emperor e Conquer or Die!.[11] In totale i Megadeth hanno registrato 15 brani, di cui due sono reinterpretazioni: Melt the Ice Away dei Budgie e Foreign Policy dei Fear.[12] In Dystopia ha contribuito il musicista country Steve Wariner con alcune parti di steel guitar,[13] oltre ad essere presente il brano Poisonous Shadows, caratterizzato da parti di pianoforte eseguite dal chitarrista Kiko Loureiro e da arrangiamenti orchestrali curati da Ronn Huff, padre del produttore discografico Dann Huff, il quale lavorò con il gruppo nella fine degli anni novanta.[14]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il 1º ottobre 2015 i Megadeth hanno reso disponibile per l'ascolto il brano Fatal Illusion,[15] estratto come primo singolo dall'album il giorno successivo.[16] Ad esso ha fatto seguito un secondo singolo, intitolato The Threat Is Real e uscito in occasione del Black Friday del Record Store Day.[17]

L'album è stato commercializzato il 22 gennaio 2016 in edizione standard da 11 brani e in edizione speciale con due tracce in più, quest'ultima presente esclusivamente su iTunes[18] e su Best Buy. In contemporanea è stata resa disponibile sul mercato anche un'edizione limitata costituita dalla stessa lista tracce di Best Buy e di iTunes e da un cofanetto che include anche una cardboard box per smartphone che consente di vedere il gruppo eseguire cinque brani dell'album nella realtà virtuale.[19]

Dystopia è stato promosso anche dal relativo Dystopia World Tour: nelle date in cui Adler non ha potuto partecipare, a causa dei suoi impegni con i Lamb of God, il suo posto è stato preso da Tony Laureano,[20] session man di fiducia nei soundcheck del gruppo. Successivamente Dirk Verbeuren dei Soilwork è stato ingaggiato come nuovo sostituto,[21] divenendo membro ufficiale della formazione dal 15 luglio 2016.[22]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Recensioni professionali
Recensione Giudizio
AllMusic[23] 4/5 stelle
Blabbermouth.net[24] 8.5/10
Consequence of Sound[25] C+
Exclaim![26] 6/10
The Guardian[27] 5/5 stelle
Kerrang![28] 4/5 stelle
Metal Hammer[29] 9/10
NOW Toronto[30] 4/5 stelle
Rolling Stone[31] 3.5/5 stelle
Slant Magazine[32] 2/5 stelle

Dystopia ha ricevuto perlopiù recensioni positive da parte della critica specializzata: secondo il sito Metacritic, l'album ha ricevuto una valutazione media di 69 su 100, basata su dodici recensioni.[28] In primis è stato evidenziato il cambiamento di rotta del gruppo verso sonorità più aggressive,[23][26][27] in netto contrasto con quelle radiofoniche affrontate nel precedente Super Collider.[33]

Joel McIver di Record Collector ha descritto Dystopia come un ritorno alla grande per i Megadeth, nonché un grande miglioramento rispetto agli ultimi due album.[33] Calum Slingerland di Exclaim!, riguardo al ritorno a sonorità più aggressive da parte del gruppo, ha scritto che Dystopia ha riportato i Megadeth in pista e che ha cominciato un nuovo capitolo nella loro carriera leggendaria.[26] Chad Bowar di Loudwire ha elogiato l'interazione tra Mustaine e Loureriro,[34] mentre Sarah Rodman del The Boston Globe ha evidenziato positivamente i riff «energetici» di chitarra e i testi «cinici» relativi alle condizioni del Mondo.[35] Scrivendo per Blabbermouth.net, Ray Van Horn, Jr. ha dichiarato che l'album «non è monumentale ma è un album dannatamente buono (spesso magnifico). L'intero quartetto di questa incarnazione dei Megadeth va per la vittoria e Dystopia riesce a ottenere buoni punteggi.»[24] Thom Jurek di AllMusic ha dichiarato che «È facile apprezzare la musica in Dystopia; esso mostra Mustaine e una nuova versione dei Megadeth a un picco creativo."[23] Dom Lawson di The Guardian ha invece definito il disco un «assoluto ritorno sorprendente» allo stile musicale «di vecchie glorie come Rust in Peace e Endgame[27]

Alcuni recensori hanno tuttavia criticato alcune caratteristiche di Dystopia, principalmente riguardo alle opinioni espresse da Mustaine attraverso i testi da lui composti nell'album. È il caso di J.J. Anselmi di The A.V. Club, che sebbene abbia notato una «strumentazione perfetta» nell'album, si è lamentato sui testi «politici offensivi» e «xenofobi» del frontman del gruppo,[36] un pensiero condiviso anche da Benjamin Aspray di Slant Magazine.[32]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Testi e musiche di Dave Mustaine, eccetto dove indicato.

Edizione standard[modifica | modifica wikitesto]

  1. The Threat Is Real – 4:22
  2. Dystopia – 4:59
  3. Fatal Illusion – 4:15
  4. Death from Within – 4:47
  5. Bullet to the Brain – 4:29
  6. Post American World – 4:25 (Dave Mustaine, Kiko Loureiro)
  7. Poisonous Shadows – 6:02 (Dave Mustaine, Kiko Loureiro)
  8. Conquer or Die! – 3:33 (Dave Mustaine, Kiko Loureiro)
  9. Lying in State – 3:34
  10. The Emperor – 3:52
  11. Foreign Policy – 2:28 – originariamente interpretata dai Fear
Traccia bonus nell'edizione giapponese
  1. Me Hate You – 4:44

Edizione di Best Buy e di iTunes[modifica | modifica wikitesto]

  1. The Threat Is Real – 4:22
  2. Dystopia – 4:59
  3. Fatal Illusion – 4:15
  4. Death from Within – 4:47
  5. Bullet to the Brain – 4:29
  6. Post American World – 4:25 (Dave Mustaine, Kiko Loureiro)
  7. Poisonous Shadows – 6:02 (Dave Mustaine, Kiko Loureiro)
  8. Look Who's Talking – 4:14
  9. Conquer or Die! – 3:33 (Dave Mustaine, Kiko Loureiro)
  10. Lying in State – 3:34
  11. The Emperor – 3:52
  12. Last Dying Wish – 3:49
  13. Foreign Policy – 2:28 – originariamente interpretata dai Fear

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo
Altri musicisti
  • Blair Masters – tastiera, programmazione
  • Eric Darken – percussioni
  • Chris Rodriguez – cori aggiuntivi
  • Farah Siraj – voce aggiuntiva (The Threat Is Real e Poisonous Shadows)
  • Miles Doleac – voiceover (Conquer or Die)
  • Ronn Huff – orchestra e arrangiamenti orchestrali (Poisonous Shadows)
  • Steve Wariner – steel guitar[13]
Produzione

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2016) Posizione
massima
Australia[37] 6
Austria[37] 14
Belgio (Fiandre)[37] 19
Belgio (Vallonia)[37] 25
Canada[38] 3
Finlandia[37] 3
Francia[37] 39
Germania[37] 10
Giappone[39] 16
Italia[37] 21
Norvegia[37] 13
Nuova Zelanda[37] 6
Paesi Bassi[37] 25
Portogallo[37] 20
Regno Unito[40] 11
Regno Unito (download)[41] 19
Regno Unito (physical)[42] 11
Regno Unito (rock & metal)[43] 1
Regno Unito (vinyl)[44] 14
Scozia[45] 6
Spagna[37] 21
Stati Uniti[46] 3
Stati Uniti (digital)[47] 3
Stati Uniti (hard rock)[48] 1
Stati Uniti (rock)[49] 1
Stati Uniti (tastemaker)[50] 2
Svezia[37] 19
Svizzera[37] 7

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Graham "Gruhamed" Hartmann, Megadeth Reveal Release Date, Artwork + Track Listing for 15th Album 'Dystopia', Loudwire, 2 ottobre 2016. URL consultato il 21 gennaio 2016.
  2. ^ (EN) Bram Teitelman, Chris Broderick, Shawn Drover leave Megadeth, Metal Insider, 26 novembre 2014. URL consultato il 21 gennaio 2016.
  3. ^ (EN) Keith Caulfield, Adele's '25' Album Back to No. 1 on Billboard 200 Chart for Eighth Week, Billboard, 31 gennaio 2016. URL consultato il 10 marzo 2016.
  4. ^ (EN) Joe DiVita, Megadeth's 'Dystopia' Debuts at No. 3 on Billboard 200 Chart, Loudwire, 1º febbraio 2016. URL consultato il 10 marzo 2016.
  5. ^ (EN) Megadeth Wins 'Best Metal Performance' Grammy Award, Blabbermouth.net, 12 febbraio 2017. URL consultato il 27 marzo 2017.
  6. ^ (EN) MEGADETH's Dave Mustaine Talks About Writing Process for Next Album, Blabbermouth.net, 3 settembre 2015. URL consultato il 29 febbraio 2016.
  7. ^ (EN) MEGADETH To Take 'Different Approach' On Next Album, Says David Ellefson, Blabbermouth.net, 21 febbraio 2014. URL consultato il 29 febbraio 2016.
  8. ^ (EN) Dave Mustaine: Fans Don't Want Shawn Drover and Chris Broderick in MEGADETH, Blabbermouth.net, 30 gennaio 2015. URL consultato il 29 febbraio 2016.
  9. ^ (EN) 'Millionaire' Dave Mustaine Is 'Pissed Off' That He Has To Wait To Get Approval For CT Scan, Blabbermouth.net, 24 luglio 2014. URL consultato il 29 febbraio 2016.
  10. ^ (EN) Dave Mustaine Talks New Megadeth Album, Compares New Song to 'Holy Wars', Ultimate-Guitar.com, 31 luglio 2014. URL consultato il 29 febbraio 2016.
  11. ^ (EN) Dave Mustaine listening back to a couple new tracks, PledgeMusic, 4 maggio 2015. URL consultato il 29 febbraio 2016.
  12. ^ (EN) Richard Bienstock, Dave Mustaine on New Megadeth LP and 'Rust in Peace' Reunion That Wasn't, Rolling Stone, 14 maggio 2015. URL consultato il 29 febbraio 2016.
  13. ^ a b (EN) New MEGADETH Album to Feature Guest Appearance by Country Singer Steve Wariner, Blabbermouth.net, 25 giugno 2015. URL consultato il 29 febbraio 2016.
  14. ^ a b (EN) Megadeth's Dave Mustaine Discusses New Megadeth Album and Working with Guitarist Kiko Loureiro, Guitar World, 16 giugno 2015. URL consultato il 29 febbraio 2016.
  15. ^ (EN) Joe DiVita, Megadeth Unleash New Song 'Fatal Illusion', Loudwire, 1º ottobre 2015. URL consultato il 22 ottobre 2015.
  16. ^ Fatal Illusion, Google Play. URL consultato il 22 ottobre 2015.
  17. ^ (EN) MEGADETH To Release 'The Threat Is Real' Single For Next Month's 'Record Store Day', Blabbermouth.net, 28 ottobre 2015. URL consultato il 27 novembre 2015.
  18. ^ (EN) MEGADETH To Release 'Dystopia' Album In January; Hear Brand New Song 'Fatal Illusion' Right Now, Blabbermouth.net, 1º ottobre 2015. URL consultato il 29 febbraio 2016.
  19. ^ (EN) Steve Appleford, Inside Megadeth's Virtual Reality Adventure, Rolling Stone, 20 gennaio 2016. URL consultato il 29 febbraio 2016.
  20. ^ MEGADETH: Dave Mustaine conferma la riserva di Chris Adler, MetalItalia.com. URL consultato il 27 marzo 2016.
  21. ^ MEGADETH: ingaggiano il batterista Dirk Verbeuren (SOILWORK) per i prossimi show, MetalItalia.com. URL consultato il 21 maggio 2016.
  22. ^ MEGADETH: Dirk Verbeuren (ex-SOILWORK) è ufficialmente il nuovo batterista, MetalItalia.com, 15 luglio 2016. URL consultato il 15 luglio 2016.
  23. ^ a b c (EN) Tom Jurek, Dystopia, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 10 marzo 2016.
  24. ^ a b (EN) Ray Van Horn Jr., CD Reviews: Megadeth - Dystopia, Blabbermouth.net. URL consultato il 10 marzo 2016.
  25. ^ (EN) Jon Hadusek, Megadeth – Dystopia, Consequence of Sound, 25 gennaio 2016. URL consultato il 10 marzo 2016.
  26. ^ a b c (EN) Calum Slingerland, Megadeth - Dystopia, Exclaim!, 20 gennaio 2016. URL consultato il 10 marzo 2016.
  27. ^ a b c (EN) Dom Lawson, Megadeth: Dystopia, The Guardian, 28 gennaio 2016. URL consultato il 10 marzo 2016.
  28. ^ a b (EN) Dystopia by Megadeth, Metacritic, 22 gennaio 2016. URL consultato il 10 marzo 2016.
  29. ^ (EN) Dom Lawson, Megadeth - Dystopia, Metal Hammer, 7 gennaio 2016. URL consultato il 10 marzo 2016.
  30. ^ (EN) John Semley, Megadeth–Dystopia, NOW Toronto, 27 gennaio 2016. URL consultato il 10 marzo 2016.
  31. ^ (EN) Kory Grow, Megadeth - Dystopia, Rolling Stone, 20 gennaio 2016. URL consultato il 10 marzo 2016.
  32. ^ a b (EN) Benjamin Aspray, Megadeth: Dystopia, Slant Magazine, 22 gennaio 2016. URL consultato il 10 marzo 2016.
  33. ^ a b (EN) Joel McIver, Megadeth – Dystopia, Record Collector, 25 gennaio 2016. URL consultato il 10 marzo 2016.
  34. ^ (EN) Chad Bowar, Megadeth, 'Dystopia' Album Review, Loudwire, 22 gennaio 2016. URL consultato il 10 marzo 2016.
  35. ^ (EN) Sarah Rodman, Album Review: Megadeth, 'Dystopia', The Boston Globe, 21 gennaio 2016. URL consultato il 10 marzo 2016.
  36. ^ (EN) J.J. Anselmi, Megadeth - Dystopia, The A.V. Club, 22 gennaio 2016. URL consultato il 10 marzo 2016.
  37. ^ a b c d e f g h i j k l m n o (NL) Megadeth - Dystopia, Ultratop. URL consultato l'8 febbraio 2016.
  38. ^ (EN) Megadeth - Chart history (Billboard Canadian Albums), Billboard. URL consultato l'8 febbraio 2016.
  39. ^ (JA) Megadeth – Dystopia, Oricon. URL consultato l'8 febbraio 2016.
  40. ^ (EN) Official Albums Chart Top 100: 29 January 2016 - 04 February 2016, Official Charts Company. URL consultato il 31 gennaio 2016.
  41. ^ (EN) Official Album Downloads Chart Top 100: 29 January 2016 - 04 February 2016, Official Charts Company. URL consultato il 31 gennaio 2016.
  42. ^ (EN) Official Physical Albums Chart Top 100: 29 January 2016 - 04 February 2016, Official Charts Company. URL consultato il 31 gennaio 2016.
  43. ^ (EN) Official Rock & Metal Albums Chart Top 40: 29 January 2016 - 04 February 2016, Official Charts Company. URL consultato il 31 gennaio 2016.
  44. ^ (EN) Official Vinyl Albums Chart Top 100: 29 January 2016 - 04 February 2016, Official Charts Company. URL consultato il 31 gennaio 2016.
  45. ^ (EN) Official Scottish Albums Chart Top 100: 29 January 2016 - 04 February 2016, Official Charts Company. URL consultato il 31 gennaio 2016.
  46. ^ (EN) Megadeth - Chart history (Billboard 200), Billboard. URL consultato l'8 febbraio 2016.
  47. ^ (EN) Megadeth - Chart history (Digital Albums), Billboard. URL consultato l'8 febbraio 2016.
  48. ^ (EN) Megadeth - Chart history (Hard Rock Albums), Billboard. URL consultato l'8 febbraio 2016.
  49. ^ (EN) Megadeth - Chart history (Top Rock Albums), Billboard. URL consultato l'8 febbraio 2016.
  50. ^ (EN) Megadeth - Chart history (Tastemaker Albums), Billboard. URL consultato l'8 febbraio 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Heavy metal Portale Heavy metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di heavy metal