James Lomenzo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da James LoMenzo)
James Lomenzo
James Lomenzo con i Megadeth nel 2008
James Lomenzo con i Megadeth nel 2008
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Heavy metal
Pop metal
Thrash metal
Speed metal
Hard rock
Periodo di attività 1982 – in attività
Strumento Basso
Gruppi Rondinelli
White Lion
David Lee Roth
Pride & Glory
Ozzy Osbourne
Slash's Snakepit
Black Label Society
Megadeth
Lynch Mob

James Lomenzo (Brooklyn, 13 gennaio 1959) è un bassista statunitense heavy metal, noto principalmente come membro dei White Lion e successivamente dei Megadeth.

James si dedica anche nella promozione di strumenti musicali, essendo endorser di bassi Warwick (di cui ha un modello firmato), amplificatori Ashdown, pedaliere Dunlop e corde per basso RotoSound.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver militato in varie band, Lomenzo si unì per un breve periodo di tempo ai Rondinelli (gruppo di Bobby Rondinelli, ex batterista dei Rainbow) con cui suonò nell'album Wardance, registrato nel 1985 ma pubblicato solo nel 1996. Successivamente entrò nei White Lion, con cui raggiunse il successo tra il 1985 e il 1991.

Dopo lo scioglimento dei White Lion, Lomenzo e il suo ex compagno di band Greg D'Angelo si unirono alla band di Zakk Wylde, il chitarrista di Ozzy Osbourne. Lomenzo rimarrà con Wylde anche nella sua band successiva, i Pride & Glory. Il bassista successivamente si riunirà con il batterista Brian Tichy dei Pride & Glory per entrare nella band Slash's Snakepit, il progetto solista di Slash. Nel 1996 suonò nel primo album solista di Zakk Wylde intitolato Book of Shadows.

Lomenzo militò per breve tempo anche nella band di Ozzy Osbourne verso la fine del 1994, registrando alcune parti di basso per Ozzmosis che tuttavia non verranno mai utilizzate nella versione finale del disco.

Successivamente si unì alla band di David Lee Roth, prima di reicontrare Zakk Wylde nei Black Label Society, band in cui militerà tra il 2004 e il 2005.

Dal 2006 al 2010 suonò invece nei Megadeth, suonando negli album United Abominations (2007) e Endgame (2009). Nel febbraio 2010 lasciò il posto al bassista originario Dave Ellefson.[1]

Nel luglio 2010 Lomenzo prese il posto di Marco Mendoza nei Lynch Mob, dove ritrova il batterista Brian Tichy con cui aveva già suonato nei Pride & Glory e negli Slash's Snakepit.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Con i White Lion[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Raccolte[modifica | modifica wikitesto]

Con i Black Label Society[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Con i Megadeth[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Altri album[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Megadeth Rejoined By original bassist David Ellefson, Blabbermouth.net, 8 febbraio 2010. URL consultato il 16 luglio 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]